skip to Main Content

Poste Italiane, Gls, Brt, Dhs e non solo. Chi sale e chi scende nei servizi postali e nei corrieri espresso

Poste Agcom Sengi Express

Ecco ricavi e volumi per servizi postali e corrieri espresso secondo i dati aggiornati di Agcom con i confronti tra Poste italiane, Gls, Dhl, Brt, Ups e non solo

Poste Italiane leader di mercato, per la sua presenza storica, nel settore dei servizi postali, ma cresce la concorrenza, con GLS, DHL, BRT, UPS e TNT-FedEx che rubano terreno all’operatore storico. GLS, invece, domina il business dei Corrieri Espresso, i cui ricavi continuano a crescere.

Tutti i dettagli dell’“Osservatorio sulle Comunicazioni” (3/2019) di Agcom pubblicato nei giorni scorsi e che fa il punto sui primi sei mesi dell’anno.

SERVIZI POSTALI E CORRIERI, I RICAVI DEI PRIMI SEI MESI

Nella prima metà del 2019, il mercato delle spedizioni (servizi postali e corrieri) è cresciuto dell’1,8% rispetto ai primi sei mesi del 2018. I ricavi dei servizi postali, la cui principale componente di ricavo è rappresentata dagli “invii multipli nazionali”, che pesano per il 55,1%, hanno registrato una flessione, su base annua, dello 0,3%. Crescono, invece, del 3,5% i ricavi dei corrieri espresso, il cui business è rappresentato per oltre il 65% dei ricavi dai servizi con mittente e destinatario nazionali.

SERVIZI POSTALI, RICAVI RIDOTTI

Negli ultimi quattro anni, i ricavi dei servizi postali inclusi nel SU (Servizio Universale) si riducono del 17,8%, mentre crescono del 13,6% quelli non inclusi nel SU. Nel primo trimestre 2019, invece, i ricavi del settore hanno lasciato su strada il 9,4% dei ricavi. In particolare, i ricavi ascrivibili ai servizi postali soggetti a Servizio Universale si sono ridotti del 17,1%, mentre quelli non inclusi nel Servizio Universale risultano invece in crescita del 6,4%.

CORRIERI ESPRESSO IN CRESCITA

Guardando al business dei corrieri espresso, invece, si notano ricavi in aumentano del 21,4% negli ultimi 4 anni. Nel primo trimestre 2019, la crescita dei ricavi trimestrali è pari al 13,7%.

RICAVI UNITARI: TREND STORICO

I ricavi unitari medi, degli ultimi 4 anni, relativi al complesso dei servizi postali, sono cresciuti del 10,8% e risultano pari in media, negli ultimi dodici mesi, a 0,81€. Mentre, i ricavi unitari medi relativi ai Corriere Espresso si sono ridotti dell’11,4% e per gli ultimi dodici mesi, in media, risultano pari a 8,98€. In particolare, gli introiti unitari relativi alle consegne sul territorio nazionale risultano di poco superiori a 7,1€ e in riduzione del -7,9% sull’intero periodo considerato (2015-2019). I ricavi unitari relativi ai pacchi internazionali nel periodo osservato registrano una consistente riduzione (da 20,24€ nel periodo 2015/2016 a 17,09€ nel corrispondente periodo 2018/2019) pari al 15,6%.

I VOLUMI

Passiamo ai volumi, che secondo Agcom si sono ridotti del 5,6%: è stata registrata una flessione dei volumi dei servizi compresi nel Servizio Universale (-11,9%) e di altri servizi postali (-4,2%), mentre i servizi di corriere espresso mostrano un aumento del 5,9%.

Negli ultimi quattro anni, i volumi dei servizi postali inclusi nel Servizio Universale si sono ridotti di oltre il 34% (da 1.812 milioni a 1.195 milioni di unità circa), mentre rimangono sostanzialmente stabili quelli non inclusi nel Servizio Universale. Sono cresciuti del 37,1% i volumi dei corrieri espresso, che passano da 340 a 466 milioni di pacchi movimentati durante l’anno.ù

POSTE LEADER DI SETTORE, MA CRESCONO GLS, DHL, BRT, UPS E TNT-FedEx

Il gruppo Poste italiane è leader del settore relativo ai servizi postali, con oltre il 44% della quota di mercato, in crescita di 0,2 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Crescono, comunque anche GLS, DHL, BRT, UPS e TNT-FedEx, la cui quota di mercato congiunta risulta pari a 49,4%, più 0,5 punti percentuali.

Nel settore dei Corrieri Espresso, invece, la concorrenza è più sentita: GLS detiene una quota del 24,0% del mercato, ma è marcato stretto da BRT (al 18,6%). UPS vanta una quota del 16,6%, mentre Poste Italiane segue con il 14,9%, superando di poco DHL (14,3%).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore