skip to Main Content

Pos, ecco come Amazon sfiderà Shopify, Square e PayPal

Amazon Pos

Amazon sta lavorando a un suo sistema Pos, per attirare i commercianti da Shopify e PayPal. Tutti i dettagli svelati da Business Insider

Amazon.com sta lavorando a un nuovo tipo di sistema Pos, ha riferito Business Insider mercoledì.

Il nuovo sistema può gestire transazioni sia online che offline e può anche collegarsi ad altri servizi tra cui Prime e Flex, aggiunge l’articolo di Insider, citando un documento interno.

La mossa consentirà ad Amazon di competere con il canadese Shopify e il gigante dei pagamenti statunitense PayPal, che già offrono sistemi Pos per i pagamenti per le piccole imprese, migrate online durante la pandemia per aumentare le vendite.

Il terminale si integrerà con il suo mercato di e-commerce, mostrerà l’inventario e le analisi dei prodotti e si collegherà al suo programma di appartenenza e all’infrastruttura logistica.

Secondo il rapporto, a guidare il progetto c’è Project Santos: la task force creata da un team interno di Amazon per competere con Shopify, piattaforma di e-commerce all-in-one a livello globale.

Il progetto è ancora nelle sue fasi iniziali e la tempistica per il lancio non è chiara. Un portavoce di Amazon ha rifiutato di commentare.

Nel frattempo le azioni di Shopify, Square e PayPal sono diminuite sulla scia del rapporto di Insider di mercoledì.

Tutti i dettagli.

COME SARÀ IL POS TARGATO AMAZON

Il nuovo sistema Pos targato Amazon può gestire transazioni in negozio e online, aggiungere opzioni di checkout Amazon e fornire inventario e analisi aziendali. Può anche collegarsi ad altri servizi Amazon, come il programma di abbonamento Prime, la tecnologia di identificazione One palm e la rete di consegna Flex, afferma il documento di Insider.

I venditori sarebbero anche in grado di aggiungerlo ai propri siti Web e negozi. C’è anche la possibilità di consentire ai clienti di pagare con i loro account Amazon, afferma il documento. Alcune funzionalità consentirebbero anche migliori servizi “Acquista online il ritiro in negozio (BOPIS)”, afferma il rapporto.

MESSO A PUNTO DA PROJECT SANTOS

Amazon ha creato una task force interna chiamata Project Santos l’anno scorso proprio per attirare i commercianti e le piccole imprese nella galassia di Shopify.

Una delle prime iniziative del team è stata quella di costruire un nuovo tipo di sistema Pos che potesse essere venduto a venditori di terze parti, ha appreso Insider.

LA STRATEGIA DI AMAZON

“I piani per un nuovo sistema Pos danno uno sguardo al pensiero di Amazon su come attirare più venditori di piccole imprese nel suo mercato online, poiché ultimamente un numero crescente di commercianti ha disertato Shopify e altri servizi per vendere direttamente ai consumatori” ha sottolineato Insider.

LA CONCORRENZA A SQUARE, PAYPAL E SHOPIFY

Se lanciato, il nuovo sistema Pos di Amazon metterebbe il colosso tecnologico fondato da Jeff Bezos in diretta concorrenza con le società di elaborazione dei pagamenti che offrono le proprie soluzioni POS, tra cui Square, PayPal, Shopify e First Data di Fiserv.

“Il mercato globale del software POS valeva 9,26 miliardi di dollari nel 2020 e si prevede che raggiungerà 19,56 miliardi entro il 2028, secondo Grand View Research. Riteniamo che questa offerta consenta ad Amazon di svolgere il lavoro pesante di inserimento ed evasione degli ordini a un ritmo più conveniente rispetto ad altri concorrenti, consentendo così alle Pmi di concentrarsi sullo sviluppo e sulla crescita dei propri prodotti”, conclude Insider.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore