Innovazione

Numeri e ambizioni di Pinterest (che sogna l’Ipo)

di

Il social network di foto, disegni e immagini, Pinterest, si sta avvicinando a 1 miliardo di dollari di entrate pubblicitarie e sta guardando al debutto in Borsa per l’anno prossimo. Mentre Uber e Airbnb…

È la piattaforma delle immagini, ma non stiamo parlando di Instagram, ci sono le bacheche ma non sono quelle di Facebook, per esprimere apprezzamento a un “pin” lo devi salvare.

Si tratta di Pinterest, social network nato otto anni fa e che secondo Cnbc ha raggiunto questo mese circa un miliardo di introiti dagli annunci pubblicitari e la sua valutazione cresce. Proprio per questo starebbe “visualizzando” l’idea di un’offerta pubblica iniziale il prossimo anno.

UN MOTORE DI RICERCA VISIVA

Un luogo virtuale a metà tra social network e motore di ricerca visiva, come lo ha definito Emanuele Loiacano di Ninja Marketing. La Cnbc ha riportato che Pinterest ha registrato 500 milioni di dollari di vendite nel 2017 ed è in grado di raddoppiare quella cifra quest’anno. La società guidata dal cofondatore e ceo Benjamin Silbermann vanta un modello di business redditizio grazie agli annunci pubblicitari per dispositivi mobili. Negli ultimi anni la piattaforma social è diventata un luogo popolare per i marchi di moda e bellezza interessati a conquistare i suoi 200 milioni di utenti attivi mensilmente.

GLI ASSI DI PINTEREST

Gli utenti della piattaforma “appuntano” gli articoli che preferiscono nelle proprie bacheche – suddivise per argomenti come abbigliamento, ricette di cucina e luoghi da visitare – affinché i loro follower possano visualizzarli. Tutto ciò fornisce dati preziosi e mirati sugli interessi dei consumatori e sulle loro intenzioni di acquisto che fanno molto gola agli inserzionisti del web.

PINTEREST CI PIACE

Gli investitori si mostrano sempre più ottimisti riguardo Pinterest, secondo Cnbc. In base agli scambi nel mercato secondario, il social network delle immagini è valutato tra 13 miliardi e 15 miliardi di dollari, un netto miglioramento rispetto alla valutazione di 12,3 miliardi di dollari al momento del suo ultimo round finanziario a giugno 2017.

DEBUTTO IN BORSA IN BUONA COMPAGNIA

Se Pinterest guarda davvero al lancio di un’offerta pubblica iniziale dalla metà del prossimo anno, non si troverà da sola al debutto in Borsa. Cnbc ricorda infatti che la società di Silbermann potrebbe entrare a far parte di un’élite di start-up consumer di alto profilo che puntano a raggiungere il mercato pubblico nello stesso periodo. Come la società di taxi-sharing di San Francisco più chiacchierata di sempre Uber e la compagnia di homestay Airbnb. A fine maggio, Dara Khosrowshahi, ceo di Uber, ha dichiarato che si aspetta che la società lanci la sua ipo nel 2019 visto che si trova in una “buona posizione” in termini di redditività, escludendo alcune spese e margini. Sempre la Cnbc ha anche riferito che il numero uno di Airbnb, Brian Chesky, ha affermato in una recente conferenza che la società sarà pronta per un’ipo nel 2019, ma non è sicuro se Airbnb percorrerà effettivamente quella strada.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati