Innovazione

Linux, ecco i programmi per navigare in Internet

di

programmi

L’articolo di Giordano Alborghetti (LibreItalia e The Document Foundation)

Siamo giunti alla sezione internet. Così come ho scritto nell’articolo precedente, i temi che tratterò saranno divisi in più puntante perché ritengo fondamentale trattarli con attenzione. Non si tratta di parlare solo dei programmi, ma anche di privacy, sicurezza e protezione dei dati. Come nelle sezioni precedentemente trattate, all’inizio troverete pochi programmi: Firefox, Thunderbird, Hexchat. Ovvero un browser, un programma di posta elettronica, e un programma per le chat. Proprio per le ragioni esposte sopra, vi parlerò di Wire, Jitsimeet, BigBlueBotton, Tor Browser, Brave, Telegram, Signal, Standard Notes, Protonmail, Pcloud, Nextcloud, Rambox, DuckDuckGo, Cawbird.

I programmi di cui vi parlerò sono molti; iniziamo con due ottime browser alternativi a Firefox, già di sé buonissimo. Il primo è Tor. È un browser creato per difendere la nostra privacy e far si di non essere tracciati quando navighiamo in internet. Come motore di ricerca usa DuckDuckGo, un’ottima alternativa a Google, fra l’altro lo potete utilizzare anche su tutti gli altri browser, anche su Android sostituendolo alla ricerca di Google. Tor funziona molto bene, l’unica pecca, se si può chiamare così, è la velocità di navigazione un po’ più lenta, proprio per proteggere la nostra privacy. Sempre in tema di browser vi segnalo anche Brave anche lui molto attento alla privacy e alla sicurezza durante la navigazione. Per inciso i software di cui vi parlo sono tutti multipiattaforma, ovvero li potete utilizzare su pc, notebook, tablet e smartphone.

Per quello che riguarda le videoconferenze, anziché utilizzare i programmi blasonati ma che hanno molte problematiche legate alla privacy, vi suggerisco Wire i server sono in Svizzera, JitsiMeet per utilizzarla vi suggerisco di farlo tramite questo link ovvero tramite il Garr un ente a livello nazionale che mette a disposizione la loro struttura per potervi collegare senza bisogno di installare nessun programma. Per concludere la parte dei programmi per le videoconferenze, vi consiglio BigBlueBotton molto valido soprattutto, ma non solo, per la scuola.

Come ultimo programma di questa prima puntata dedicata alla sezione internet, vi voglio parlare di Telegram. Definirlo solo un software per la messaggistica e per le chat è riduttivo. Ci sarebbe bisogno di una puntata a sé stante. In pratica potete installarla su tutti i sistemi operativi, potrete mandare file fino a 2 giga, troverete canali che trattano vari argomenti, li potrete creare voi stessi sia pubblici che privati, inviare messaggi programmati e tanto altro.

Potete creare anche le cartelle e quelli che vedete sono i canali. Per oggi ho finito la prossima volta inizieremo parlando di Signal decisamente il programma più sicuro per telefonare, chattare e altro.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati