Innovazione

Inps, chi sono le aziende tech e non solo che lavorano per Tridico

di

INPS

Le ultime novità sul caso del sito dell’Inps in tilt, gli approfondimenti di Start Magazine e le informazioni tratte dal sito dell’Istituto sulle aziende informatiche

“Abbiamo fatto le segnalazioni alla polizia postale (CNPIC), che ha potuto verificare gli attacchi e con la quale siamo sempre in contatto. Nei prossimi giorni faremo ance Denuncia alla magistratura”. E’ quanto affermano fonti dell’Inps in relazione agli attacchi hacker di ieri e al fatto che i magistrati a Piazzale Clodio, prima di avviare formalmente un’indagine, attendono una denuncia e una informativa degli investigatori.

Non si placano polemiche e discussioni. Il sito dell’Inps “è in gestione diretta però con un forte supporto di fornitori esterni, cioè grandi aziende che supportano l’attività informatica dell’istituto. Tra i 400 e i 430 milioni l’anno l’importo del costo generale dell’infrastruttura informatica”, ha detto il presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Inps, Guglielmo Loy, ospite di 24 Mattino su Radio 24.

INPS, CHE COSA E’ SUCCESSO DAVVERO AL SITO? L’APPROFONDIMENTO DI START MAGAZINE

VI SPIEGO IL PAPOCCHIO INFORMATICO AL SITO INPS. IL COMMENTO

+++

TESTO TRATTO DAL SITO INPS RELATIVO SU NUOVE PROCEDURE NEL SETTORE INFORMATICO

Il settore IT è di rilevanza strategica per l’Istituto, rappresentando, ad oggi, circa il 35% delle spese di funzionamento complessive dell’intera struttura.

È gestito da personale interno dell’Istituto con specifica competenza tecnica, assistito dai maggiori partner tecnologici di mercato.

Negli ultimi anni è stato realizzato un progressivo processo di razionalizzazione e accentramento che ha consentito il raggiungimento di rilevanti economie di scala, con risparmi strutturali nel settore, nell’ultimo triennio, pari ad oltre 200 milioni di euro (circa il 40% della spesa IT).

Per il corretto espletamento delle proprie funzioni istituzionali, l’Istituto si avvale, in particolare, di sofisticati datacenter (di proprietà conformi alle linee guida contenute nel Codice dell’Amministrazione Digitale) dislocati sul territorio nazionale ed eroga servizi di alta affidabilità anche in modalità cloud computing.

Questo presuppone un processo di costante affinamento degli strumenti tecnologici e di approvvigionamento. Per questo, l’Istituto provvede alla preliminare acquisizione dei pareri di congruità tecnico-economica da parte dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID), nonché, grazie al protocollo di intesa firmato con l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) nel 2015, a richiedere opportune indicazioni all’ANAC, la quale garantisce anche il successivo monitoraggio e controllo della procedura di gara e della successiva fase di esecuzione del contratto.

Viene inoltre costantemente privilegiata l’acquisizione di beni e servizi informatici tramite gli strumenti negoziali posti a disposizione da Consip (convenzioni, accordi quadro, sistemi dinamici ecc.), se disponibili.

I VINCITORI DELLE ULTIME GARE INFORMATICHE INPS

Storicamente, i fornitori di servizi informatici dell’Inps, attraverso i quali vengono garantite le attività di manutenzione, gestione ed evoluzione del software applicativo dell’Istituto, sono state un gruppo ristretto di imprese, come si evince dalle tabelle sottostanti, che riportano, a partire dal 2005, gli aggiudicatari dei lotti di gara.

2011

Si riportano di seguito gli aggiudicatari, con i relativi importi di aggiudicazione, iva inclusa, della procedura di gara per la «Fornitura dei servizi di sviluppo, reingegnerizzazione e manutenzione del software applicativo dell’INPS», suddivisa in sette lotti, avviata con determinazione 21/12/2011.

AGGIUDICATARI IMPORTI
RTI Engineering S.p.A.- Innovare 24 S.p.a- Inmatica S.p.A.- Eustema S.p.A 43.128.189
RTI Accenture S.p.A. – Avanade Italy S.r.l.- Data management Soluzioni IT per il settore pubblico S.p.A. 40.998.628
RTI IBM S.p.A. – Sopra Group S.p.A.- E&Y S.p.A.- Sistemi informativi S.r.l 26.299.796
RTI Selex Elsag S.p.A. – HP Enterprise Services Italia S.r.l.- E-security S.r.l.- Deloitte Consulting S.p.A. 36.048.470
RTI Telecom Italia S.p.A. – NTT DATA Italia SpA (già Valueteam SpA) Atos Italia S.p.A.- Wizards Progetti S.r.l 29.085.921
RTI KPMG S.p.A. – Consorzio Reply Public sector – Exprivia S.p.A. – Sintel Italia S.p.A. 27.830.302
BIP Business integration partners S.p.A 1.195.353

2009

Prima del 2011 l’altra gara strutturata per la manutenzione dei servizi applicativi dell’Istituto era stata bandita nel 2009, per un periodo di 28 mesi. Si riportano di seguito gli aggiudicatari, con i relativi importi di aggiudicazione, Iva inclusa:

AGGIUDICATARI IMPORTI
RTI Accenture, Data Management, GFI, Expotel, CSC, CSI 25.810.000
ALMAVIVA 12.015.000
RTI Elsag Datamat, E-Security, Eustema, Value Team
Data Management, HP Italia
20.915.000
RTI Engineering, Elsag Datamat 25.365.000
IBM 19.580.000
KPMG 17.355.000

2005

Anteriormente, nel periodo 2005-2007, l’Istituto, a seguito di licitazione privata in due lotti, ha aggiudicato i servizi per la realizzazione di applicazione software web-oriented e software legacy alle seguenti società:

AGGIUDICATARI IMPORTI
RTI Engineering, Eustema, Elsag, CSI Management, Net People, Reply, CSC Italia, Enteprise Digitale Architects 7.131.600
RTI Engineering, Eustema, Elsag, CSI Management, Net People, Reply, CSC Italia, Enteprise Digitale Architects 5.184.000

LA GARA IN CORSO

La più recente gara del settore informatico, pubblicata il 26 maggio 2016, è relativa all’acquisizione di Servizi di “Application Development and Maintenance (ADM)”. E’ suddivisa in 7 lotti, per un importo complessivo a base d’asta di circa 360 milioni di euro (IVA esclusa) e durata contrattuale di 4 anni.

Questa gara, rispetto alle precedenti, ha contenuti fortemente innovativi volti a favorire maggiore concorrenza e migliore qualità.

In particolare:

  • Nella nuova procedura di gara è stato superato il vincolo dei lotti esclusivi. Di conseguenza, mentre in precedenza un concorrente poteva aggiudicarsi un solo lotto, con la nuova gara è possibile per una società aggiudicarsi fino ad un massimo di due lotti. Questo cambiamento è volto a favorire una maggiore competitività, sollecitando le imprese a incrementare la qualità dei servizi offerti e contestualmente a ridurre il prezzo al fine di riuscire ad aggiudicarsi due lotti. Questo tenendo conto del fatto che il numero di imprese dominanti del settore non è inferiore al numero di lotti della gara.
  • Mentre nella precedente gara ognuno dei lotti era focalizzato o sulla tipologia di applicazioni o sulla architettura del sistema informativo, la nuova gara è impostata per domini applicativi legati ai servizi erogati (entrate e contributi, prestazioni pensionistiche e gestione del conto assicurativo, assistenza e sostegno al reddito). Questo implica che il fornitore dovrà garantire tutte le attività necessarie per un determinato servizio. Questa modifica è stata effettuata in un ottica di miglioramento della qualità del servizio.
  • Sono stati scorporati i progetti di innovazione di dimensioni e impatti rilevanti per i quali è stata prevista una specifica gara. Ciò significa che per i progetti di sviluppo di nuovi software (e non di manutenzione) si ricorrerà alla convenzione Consip che permette di accelerare i tempi di gara e di ottenere un aggiudicatario entro 20 giorni.
  • I documenti di gara sono sottoposti ad un controllo preventivo dell’Autorità Anticorruzione. Il 17/6/2015 l’Istituto ha, infatti, sottoscritto con ANAC un Protocollo d’azione per lo svolgimento di un’attività di vigilanza collaborativa preventiva, finalizzata a verificare la conformità alla normativa di settore delle più importanti procedure di gara, nonché all’individuazione di condizioni per prevenire tentativi di infiltrazione criminale e al monitoraggio dello svolgimento delle procedure di gara e della successiva esecuzione dei relativi contratti di appalto. Questo protocollo prevede, tra l’altro, una verifica preventiva della documentazione e degli atti di gara, con l’intervento diretto, anche ispettivo, da parte dell’ANAC.

La gara ADM attualmente in corso comprende i seguenti servizi:

LOTTI
LOTTO 1 – Entrate e Contributi
LOTTO 2 – Prestazioni Pensionistiche e Gestione Conto Assicurativo
LOTTO 3 – Assistenza e Sostegno al Reddito
LOTTO 4 – Funzioni di Integrazione Trasversali
LOTTO 5 – Funzioni Strumentali e di Supporto al Funzionamento
LOTTO 6 – Verifiche Dimensionamenti e SLA Management
LOTTO 7 – Supporto al Service, Demand e Process Management

Sia l’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID), che l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) hanno espresso parere favorevole, con alcune raccomandazioni, in merito alla documentazione di gara, come aggiornata in conformità alla sopravvenuta normativa di cui al D.Lgs. n. 50/2016 (nuovo codice dei contratti).

La gara rappresenta infatti la prima procedura competitiva bandita dall’Istituto successivamente all’entrata in vigore del nuovo codice dei contratti.

+++

Sempre sul sito Inps c’è l’avviso di aggiudicazione di appalto per la «Fornitura dei servizi di sviluppo, reingegnerizzazione e manutenzione del software applicativo dell’INPS»

Il primo lotto riguarda il «Potenziamento e semplificazione del Front-end verso il cittadino e realizzazione del disaccoppiamento tra i processi di front-end e quelli di back-end, con eliminazione delle ridondanze applicative, per supportare la gestione di una domanda sempre più esigente in termini di numerosità e qualità di servizi erogati tramite portale e contact center» ed è stato vinto da RTI Engineering S.pA., Innovare24 S.p.A., Inmatica S.p.A. e Eustema S.p.A. a fronte di un offerta pari a 35.643.131 milioni di euro più IVA.

Lotto n. 2: «Attività di sviluppo e integrazione di applicazioni abilitanti per gli interventi di reingegnerizzazione e automazione dei processi istituzionali in atto» vinto da RTI Accenture S.p.A., Avenade Italy S.r.l., Data Management Soluzioni IT per il settore pubblico S.p.A. e Indra Italia S.p.A. a fronte di un’offerta pari a 33.883.163,80 milioni di euro più IVA.

Lotto n. 3: “Revisione dell’architettura del SI con l’obiettivo di renderla totalmente indipendente dalla distribuzione territoriale dell’Istituto (con erogazione omogenea dei servizi su tutto il territorio nazionale), assicurando al contempo la funzionalità di contestualizzazione dal parco applicativo delle peculiarità territoriali», aggiudicata da RTI IBM S.p.A., Sopra GroupS.p.A., E&Y S.p.A. e Sistemi Informativi S.r.l. per la cifra 21.735.368,27 milioni di euro più IVA.

Lotto n. 4: «Adeguamento dell’architettura del SI e realizzazionedi applicazioni volte allo sviluppo dei rapporti telematici con conseguente adeguamento dell’infrastruttura di protezione e sicurezza dei dati e realizzazione della componente di “Data quality”», aggiudicato da RTI Selex Elsag S.p.A., HP Enterprise Services Italia S.r.l., E-Security S.r.l e Deloitte Consulting S.p.A. per 29.792.124,20 milioni di euro più IVA.

Gli altri lotti riguardano i servizi offerti ai cittadini.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati