Innovazione

Ecco giudizi e dubbi sull’entrata di Iliad in Italia

di

Iliad

Iliad ha fatto il suo debutto in Italia, ma non tutti interrogativi su strategia e prospettive sono stati chiariti nella presentazione del ceo Benedetto Levi. Articolo di Giusy Caretto

Iliad, ieri, ha fatto il suo ingresso ufficiale nel mercato italiano. La società francese di Xavier Niel ha lanciato la sua campagna d’Italia e ha presentato l’offerta mobile. Il pacchetto? 30 giga di traffico internet 4G, con chiamate e sms illimitati verso 65 paesi, ad un costo di 5,99 euro al mese (30 giorni) per sempre. L’offerta è limitata al primo milione di clienti, a chi arriva dopo non è ancora dato sapere quale offerta (se è stata già pensata) spetterà.

Che Iliad non avrà vita facile, vista la concorrenza, è cosa certa, qualche dubbio invece, resta sulla strategia e sul perché, tra la altre cose, la compagnia non abbia previsto in occasione della conferenza stampa di presentazione uno spazio per le domande dei giornalisti.

STRATEGIA POCO CHIARA

Forse anche questo fa parte della sua strategia che ancora, però, appare poco chiara. Ieri, in occasione della conferenza di presentazione, Iliad non ha previsto uno spazio riservato alle Q&A. I giornalisti hanno potuto incalzare qualche domanda tra un annuncio e una dichiarazione, ma nulla più. Nonostante il brand è ancora poco conosciuto, non è stato riservato uno spazio dedicato ad approfondire strategie e speranza per il futuro.

E parlando di strategia, non sono stati svelati numeri e pacchetti su quello che avverrà dopo il primo milione di clienti, che Benedetto Levi, ceo di Iliad Italia, conta “di raggiungere in breve tempo. E a quel punto comunicheremo le nuove tariffe”, ha risposto incalzato dalle domande (non previste) dei giornalisti.

RETE

Parliamo della rete. Questione assai importante per decidere di cambiare operatore mobile: gli utenti hanno bisogno di smartphone e telefonini che prendano ovunque, anche in vacanza.

“Saremo un operatore infrastrutturato, stiamo sviluppando anche una rete fisica, la copertura oggi è vicino al 100 per cento del territorio italiano” con internet 4G+, avrebbe spiegato Benedetto Levi. Gli investimenti, previsti, per i miglioramenti, “sono superiori a 1 miliardo nel breve termine, nei prossimi anni, comprese le aste 5G”.

Ma la società francese si appoggia su Rete Wind3 che non copre il 100% della popolazione con internet 4G o 4G+. Sul sito stesso della compagnia, infatti, viene chiarito che il pacchetto dati include “4G e 4G+ ove disponibile/accessibile dal dispositivo”.

Bisogna anche aggiungere, che Wind3 non è una rete che spicca troppo, secondo i report di Open Signal, per la qualità.

iliadPREVISTI (DIVERSI) COSTI AGGIUNTIVI

Il pacchetto con cui Iliad debutta in Italia farebbe gola a tanti: 30 giga di traffico internet 4G, con chiamate e sms illimitati verso 65 paesi, ad un costo di 5,99 euro al mese (30 giorni) per sempre. Ma non è proprio tutto così semplice, ci sono dei costi aggiunti (qui un recente approfondimento di Start Magazine) che bisogna anche tenere in considerazione prima di una eventuale migrazione. C’è il costo una tantum per l’acquisto della sim, pari a 9,99 euro. Fuori dal pacchetto, invece: MMS a 0,49, costi extra soglia di 0,28 euro al minuto verso fissi e mobili, 0,28 euro a SMS, 9 euro a Giga, costi delle chiamate ai numeri speciali come 199, 144, 166 a 3,99 euro.

NESSUN PACCHETTO EXTRAEUROPEO

Parlando di costi, bisogna anche aggiungere che non esiste al momento un pacchetto minuti e dati per i Paesi extraeuropei. Se nei prossimi mesi sarete fuori Europa, in America per esempio, non avrete tariffe o coperture dedicate: chiamerete e navigherete a consumo secondo gli accordi stipulati localmente da Iliad.

PRIME DIFFICOLTA’

C’è già chi ha provato a cambiare operatore, ma ha dovuto imbattersi in non poche difficoltà. E c’è chi sui social ha denunciato il mal funzionamento  del sito o delle modalità di pagamento. “è la quarta volta #iliad @IliadItalia se la qualità è questa, si parte proprio male”, scrive un utente di Twitter facendo riferimento alla transazione non eseguita.

E che qualcosa sia andato male lo ammette anche Iliad sul profilo Twitter: “Non dimenticate le impronte digitali! Ieri abbiamo avuto numerosi accessi al sito, se riscontrate ancora qualcosa che non funziona, scriveteci pure così possiamo comunicare tutto in breve tempo. Grazie a chi si è registrato #Rivoluzioneiliad”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati