Innovazione

Google, come sarà lo smartphone Pixel 4

di

Debutterà il 15 ottobre il nuovo smartphone targato Google, Pixel 4. Il colosso di Mountain View punta a diversificare il business e non abbandona il segmento hardware

“Made by Google”. È il marchio con cui il colosso di Mountain View etichetta i suoi dispositivi prodotti e sviluppati interamente da sé e non solo. Si tratta anche del nome dell’evento organizzato da Google il prossimo 15 ottobre a New York in cui debutterà lo smartphone Pixel 4. Ecco i dettagli.

IN COMPAGNIA DI APPLE E SAMSUNG

L’autunno, il periodo che precede le festività di Natale, è la stagione prediletta dalle big tech per il debutto dell’elettronica di consumo. Apple e Samsung hanno già lanciato il loro ultimo smartphone, presentando rispettivamente l’iPhone 11 e il Galaxy Note 10. Con l’evento del 2018, Google ha lanciato Pixel 3, Pixel 3 XL, Home Hub e un nuovo Chromebook e altrettante novità sono previste quest’anno.

UNO SMARTPHONE PAPARAZZATO

Rumors e foto trapelate negli ultimi mesi non hanno fatto che aumentare l’attesa e l’aspettativa intorno a Pixel 4. Tanto che a giugno Google ha rilasciato una foto di come sarebbe stato lo smartphone. Il Pixel 4 dovrebbe essere disponibile in nero, bianco e corallo.

COPIATA LA FACE ID DELL’IPHONE

Sempre quest’estate Google ha annunciato una varietà di funzionalità per Pixel 4, tra cui la tecnologia di rilevamento del movimento e la possibilità per l’utente di sbloccare il telefono con il viso , simile alla funzione Face ID di Apple.

3 ANNI DAL PRIMO PIXEL

Quella di quest’autunno è la quarta versione dello smartphone targato Google. Il primo modello Pixel è stato lanciato da Big G nel 2016. Prima del Pixel, Google aveva lavorato con produttori di cellulari tra cui Htc e Lg per produrre una linea di telefoni Nexus. Per stimolare l’operazione, due anni fa Google ha sborsato 1 miliardo di dollari in un accordo con Htc per assumere migliaia di suoi ingegneri per lavorare su Pixel e altri dispositivi hardware.

LE NOVITÀ DI PIXEL 4

Il cambiamento di design più importante riguarda la fotocamera: i telefoni Pixel sono caratterizzati dalle migliori fotocamere per smartphone in circolazione, grazie in gran parte al software di intelligenza artificiale di Google. Pare che già come gli iPhone, anche Pixel 4 avrà una seconda fotocamera, un teleobiettivo in grado di ingrandire i soggetti. Secondo quanto riferito, la fotocamera principale sarà in grado di scattare foto ad azione rapida e avrà una funzione “Night Sight” migliorata, che aggiunge luminosità alle scene con luce molto scarsa.

PIÙ RAM

Il nuovo Pixel dovrebbe avere 6 Gb di Ram, rispetto a 4 Gb nel Pixel 3. Con le precedenti versioni Pixel, i clienti si sono lamentati della poco Ram che causava un rallentamento dello smartphone costringendo l’utente a procedere all’uscita dai programmi in background.

VIA L’IMPRONTA DIGITALE COME SBLOCCO

Dalle anticipazioni sul software del Pixel 4 pare che il telefono non avrà un lettore di impronte digitali sullo schermo, rendendo lo sblocco facciale l’unico modo per accedere diverso da una password.

L’altra grande nuova funzionalità dovrebbe essere la possibilità di controllare il telefono attraverso gesti con le mani libere grazie alla presenza di sensori extra sul dispositivo.

Gli smartphone Pixel sono attualmente gli unici dispositivi Android con Android 10. La società guidata da Sundar Pichai ha affermato che l’ultima versione del sistema operativo verrà implementata sugli altri dispositivi entro la fine dell’anno.

BANCO DI PROVA PER BIG G

Il lancio di Pixel 4 rappresenta un grande test per Google. All’inizio di quest’anno, il direttore finanziario Ruth Porat ha dichiarato, nella comunicazione dei risultati sugli utili, che le vendite di Pixel erano diminuite a causa di “recenti pressioni nel mercato degli smartphone premium”. Per rispondere al crollo delle vendite, a maggio il gigante della ricerca di Mountain View ha lanciato la versione low cost dello smartphone Pixel 3A a maggio.

L’IMPORTANZA DELL’HARDWARE

L’operazione ha funzionato. Le entrate non pubblicitarie di Google, comprese le vendite di smartphone Pixel, sono aumentate del 41% anno su anno a  6,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre. L’hardware è diventato infatti un business importante per il colosso di Mountain View poiché la società sta lavorando per diversificare il suo business. Sempre nell’ottica di aumentare la redditività della sua attività di hardware, a fine agosto Google ha spostato la sua produzione Pixel dalla Cina in Vietnam per risparmiare sui costi ed evitare i dazi della guerra commerciale tra Washington e Pechino.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati