Innovazione

Come e perché Trump atterrerà i droni cinesi

di

droni

L’amministrazione Trump potrebbe fermare un programma di sviluppo dei droni civili per paura dello spionaggio della Cina. Tutti i dettagli

Dopo il 5G è la volta dei droni. L’amministrazione Trump è pronta a stoppare definitivamente uno dei suoi più grandi programmi civili di droni perché i dispositivi sono stati realizzati almeno in parte in Cina. Sarebbe, questa, l’ultima decisione a stelle e strisce nata dalla preoccupazione a Washington per l’esposizione degli Stati Uniti alla tecnologia cinese (e al pericolo di spionaggio).

I PIANI DI TRUMP

Secondo quanto rivelato da due fonti vicine al dossier, il Dipartimento degli Interni ha in programma di interrompere l’uso dei suoi quasi 1.000 droni. La decisione, che al momento non è ufficiale (si attende direttiva di David Bernhardt, segretario degli interni), ricorda il Financial Times, è stata presa nonostante le preoccupazioni diffuse tra il personale del dipartimento, secondo cui la messa a terra della flotta costerà al governo tempo e denaro.

LE PAURE

Ma la paura sembra avere la meglio. L’utilizzo dei droni civili è diventata, secondo le fonti, uno delle principali preoccupazioni dell’amministrazione Trump, che teme che le immagini catturae possano finire nelle mani di Pechino e ledere la sicurezza degli Usa.

LA DIRETTIVA DELL’ESERCITO

Ed è proprio questa paura che avrebbe spinto l’esercito americano ad emanare una direttiva che vieta i droni prodotti dalla società cinese DJI , che vende oltre il 70% dei droni civili del mondo, in attesa che il Congresso discuta un disegno di legge che vieterebbe al governo federale di acquistare altri droni cinesi.

NON MANCANO LE PROTESTE

Non mancano le proteste da parte del personale delle varie agenzie, rivela il Financil Times, che ha visionato la documentazione. David Bernhardt sarebbe intenzionato a far alzare i droni in volo solo ed esclusivamente in caso di emergenze, come gli incendi; ma una nota compilata dal Fish and Wildlife Service mostrava come le sue operazioni erano già state influenzate dal divieto temporaneo.

UN DRONE TUTTO AMERICANO? CI VORRANNO ANNI

In attesa, comunque, di quello che sarà, certo è che una decisione come questa avrà importanti conseguenze, dal momento che per la costruzione di un drone sicuro, sviluppato con sola tecnologia americana, bisognerà attendere diversi anni, secondo i funzionari.

LA REPLICA CINESE

“Sebbene non siamo ancora a conoscenza della nuova politica in materia, non vediamo l’ora di rivedere i risultati della revisione completa del programma sui droni del Dipartimento degli interni, data la mancanza di prove credibili a sostegno di queste preoccupazioni”, ha dichiarato al quotidiano finanziario un portavoce di DJI, società che ha realizzato 121 droni per il dipartimento.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati