Innovazione

Cosa faranno Microsoft e OpenAI per l’intelligenza artificiale

di

Tutti i dettagli sull’intesa tra Microsoft e OpenAI 

Microsoft investe nell’intelligenza artificiale multidisciplinare. L’azienda di Redmond investirà 1 miliardo di dollari in OpenAI, un laboratorio di ricerca con sede a San Francisco fondato tre anni fa, tra gli altri, da Elon Musk e Sam Altman (attuale Ceo).

L’ACCORDO

Grazie all’accordo le due realtà si propongono di lavorare insieme a una intelligenza artificiale che possa rispondere a diverse esigenze dell’uomo e non al solo comando cui è stato predisposto. A tale fine Microsoft sarà il fornitore “esclusivo” dei servizi di cloud computing.

OpenAI, invece, concederà in licenza alcune delle sue tecnologie a Microsoft per la loro commercializzazione (non si sa, però, di quale tecnologie si parla).

L’ESCLUSIVITA’

Quello che colpisce, come fa notare TechCrunch, sono i discorsi di “esclusività” e “preferenza”, dal momento che uno dei principi fondanti di OpenAI era la collaborazione libera con altri ricercatori di intelligenza artificiale.

Il laboratorio, infatti, era nato come attività di ricerca senza scopo di lucro nel 2015, ma quest’anno ha annunciato la nascita della controllata aziendale a scopo di lucro OpenAI LP. Per la ricerca, spiegano, serve denaro.

INVESTIMENTO IN OPENAI LP

Quello di Microsoft, ha rivelato Greg Brockman, CTO di OpenAI, “è un investimento in contanti in OpenAI LP. Utilizza una struttura standard di impegno di capitale, da chiamare quando ne abbiamo bisogno. Abbiamo in programma di spenderlo in meno di cinque anni, e forse molto prima”.

I VANTAGGI DI MICROSOFT

Grazie a questo accordo, Microsoft prova ad accelerare i tempi per la realizzazione di una piattaforma AI di Azure e, nel frattempo, permette che le sue tecnologie di supercalcolo siano coinvolte nello sviluppo dell’intelligenza artificiale generale.

ALLA RICERCA DI UNA INTELLIGENZA “GENERALE”

Ed è “generale” che farà la differenza in questa ricerca, come spiegano le due aziende: “I moderni sistemi di intelligenza artificiale funzionano bene per un problema specifico per il quale sono state addestrati. Tuttavia, ottenere sistemi di intelligenza artificiale capaci di affrontare alcuni dei problemi più difficili che il mondo di oggi deve risolvere richiederà generalizzazione e padronanza profonda di più tecnologie di intelligenza artificiale” ed è per questo che OpenAI e Microsoft collaboreranno per lo sviluppo di una intelligenza artificiale generale che “lavorerà con le persone per aiutarle a risolvere i problemi multidisciplinari attualmente intrattabili, comprese le sfide globali come i cambiamenti climatici, l’assistenza sanitaria e l’istruzione personalizzata”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati