Innovazione

Chi è Paola Pisano, la prof. torinese neo ministro dell’Innovazione

di

digitale

Biografia, curriculum ed esperienze politiche (come assessore nella giunta pentastellata di Torino con il sindaco Chiara Appendino) del neo ministro dell’Innovazione nel governo Conte 2, Paola Pisano

Il ministero dell’Innovazione, una new entry nella compagine di governo, sarà guidato da Paola Pisano, assessora all’Innovazione nella giunta Appendino a Torino. Materia che ha anche insegnato nell’università della città.

Nata nel capoluogo piemontese nel 1977, vanta un percorso accademico tutto dedicato all’innovazione.

Di recente era stata protagonista delle cronache per la sua rinuncia alla candidatura come capolista M5s alle elezioni Europee, offerta che gli era arrivata dal capo politico del MoVimento Luigi Di Maio. Decisione per cui la sindaca di Torino Chiara Appendino l’aveva pubblicamente ringraziata, giudicando la sua fuoriuscita una “grave perdita per la città”.

Pisano ha svolto un ruolo attivo nella giunta torinese, che punta a fare dell’innovazione il suo fiore all’occhiello. E’ stata tra l’altro la prima città metropolitana ad allacciarsi all’Anagrafe unica della popolazione. Pisano ha spinto pure per sperimentare le nuove frontiere della mobilità, lanciando Torino come laboratorio per la guida autonoma.

“Sono grata dell’occasione che mi è stata data oggi dal presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte. E per me un onore poter dare il mio contributo al nostro Paese, un territorio ricco di potenzialità e competenze da sviluppare”.

Così Paola Pisano, assessora all’Innovazione a Torino commenta la sua indicazione a ministro dell’Innovazione del nuovo governo. “Ringrazio prima di tutto la sindaca di Torino, Chiara Appendino, tutta la Giunta e il Consiglio Comunale che hanno da sempre supportato e creduto che l’innovazione possa trasformare e far crescere il nostro Paese”, ha aggiunto.

ECCO IL CURRICULUM COMPLETO DI PAOLA PISANO

Ph.D, Docente di Gestione dell’Innovazione all’Università degli Studi di Torino

PERCORSO FORMATIVO

2007

Ph.D, Dipartimento di Economia Aziendale – Università di Torino

Titolo della tesi: “How to manage innovation within the company”

2002

Master of Management in Business Administration, (110/110 cum laude) – Università di Torino
Titolo della tesi: “Knowledge management system for the Management of big
events. Case history: TOROC”

1999 Master Degree in Economics and Business Administration (105/110) – Università di Torino
Titolo della tesi: “Education technology, knowledge transfer e valutazione
economico finanziaria”

CARICHE ACCADEMICHE

· Dal 2014

Direttore del Centro di Innovazione tecnologica multidisciplinare dell’Università di Torino (ICxT). Il centro sviluppa progetti di innovazione con PMI e in collaborazione con altri centri di ricerca. Il centro presidia tutta la filiera della gestione di un progetto innovativo: dallo studio dei materiali, alla prototipazione, al testing e all’eventuale industrializzazione.

· Dal 2014
Docente di Disruptive Innovation al dottorato di Ricerca in Informatica dell’Università di Torino

· Dal 2013
Presidente della Commissione Aziende del Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino
Membro della Giunta del Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino

· Dal 2012
– Visiting lecturer presso Glasgow Caledonia University (Londra)
– Collabora con il progetto Silicon Valley Study Tour per la creazione di un legame tra le aziende e gli studenti del territorio e la Silicon Valley

· Dal 2011
Membro del Team IDEaS Research Group (The Innovation, Design, Entrepreneurship And Strategy Research Group) presso la Business School della
Westminster Univeristy (Londra)

· Dal 2011
Visiting lecturer presso Westminster University (Londra)

· Dal 2007:
Docente di Innovazione e Modelli di business innovativi all’Università di Torino

ESPERIENZE LAVORATIVE

2011-2012: 3Hpartner: Innovative entrepreneurial solutions provider (Londra)
· Progetto Pfizer. Introducing Business Innovation Services in a leading Pharmaceutical Group: the case of consulting in practice management in Europe

2007-2010: ESCP EUROPE Business School
· Collaborazione durante la start up iniziale della sede di Torino
· implementazione del General Management Program (executive MBA) con l’obiettivo di fornire competenze e capacità cross funzionali al fine di svolgere in modo più efficace il ruolo di manager
· progetto Turismo nella città di Torino

2000–2005: A&G consulting company (Torino)
· progetti relative a ristrutturazione di aziende e banche

1999-2000: Banca COMIT (Torino)
· front office

PUBBLICAZIONI

· 70 pubblicazioni internazionali su tematiche relative all’innovazione e ai modelli di business

· Pubblicazione di un libro sulla gestione dell’innovazione: “Managing innovation: creare, gestire e diffondere innovazione nei sistemi relazionali”

LINGUE

· Inglese / Spagnolo

 

IL COMMENTO DI APPENDINO

“Una scelta di cui vado orgogliosa e che porterà una torinese a sedere al tavolo del Consiglio dei Ministri”. E’ questo il commento della sindaca di Torino Chiara Appendino commenta la nomina dell’assessora comunale Paola Pisano Ministro all’innovazione e alla digitalizzazione del prossimo Governo. “Paola in questi tre anni, in collaborazione con Giunta e Consiglio – sottolinea Appendino – ha portato a casa risultati importanti. Torino è la prima città in Italia a sperimentare la guida autonoma in contesto urbano. Qui è stato dato il via a Torino City Lab, policy per facilitare lo sviluppo e l’insediamento di nuove aziende innovative. Ancora – prosegue la sindaca – a Torino è andato in scena il più grande drone show d’Europa, è stato dato il via alla digitalizzazione dei servizi e a nuove prospettive sull’innovazione sociale. Sono certa – conclude Appendino – che la stessa competenza, la stessa passione e lo stesso impegno saranno messe al servizio di tutto il Paese. A Paola, un sentito ringraziamento e le mie congratulazioni per questo nuovo, importante ruolo”.

LE QUOTA ROSA NEL GOVERNO CONTE 2

Nel Conte due si contano sette donne su 21 ministri. E’ questa la quota rosa nell’elenco presentato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte al presidente Sergio Mattarella. Si tratta della ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti (Pd); la ministra per l’innovazione, Paola Pisano (M5S); la ministra per la pubblica amministrazione, Fabiana Dadone (M5S); la ministro dell’interno: Luciana Lamorgese; la ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli (Pd); la ministra delle politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova (Pd) e la ministra del lavoro e delle politiche sociali, Nunzia Catalfo (M5S).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati