Innovazione

Brevetti tech, Apple e Intel fanno causa a Fortress (SoftBank)

di

Apple Intel

Apple e Intel hanno intentato una causa antitrust per i brevetti contro Fortress Investment di proprietà del colosso giapponese SoftBank

Accumulare brevetti per far causa ai giganti tecnologici. Ma il colosso di Cupertino non ci sta. Apple e Intel hanno depositato un’azione legale contro Fortress Investment Group, società del colosso giapponese delle tlc SoftBank. L’accusa: Fortress avrebbe accumulato brevetti per sostenere piccole società tecnologiche con azioni legali contro Apple da 5,1 miliardi di dollari.

L’ACCUSA DI INTEL E APPLE

Intel e Apple sostengono che Fortress — e le società da esso possedute che non producono alcun prodotto tecnologico — hanno accumulato brevetti allo scopo principale di citare in giudizio le società tecnologiche. Pratica che viola le leggi antitrust statunitensi.

CI RISIAMO

In realtà, Intel aveva già intentato una causa simile contro Fortress Investment Group a ottobre ma, come riferisce Reuters, il chipmaker ha ritirato quella causa. Durante l’estate infatti il colosso di Cupertino e Intel hanno siglato un accordo che prevede l’acquisizione da parte di Apple della maggioranza della divisione modem smartphone di Intel. In base all’intesa, l’operazione da 1 miliardo di dollari, si sarebbe conclusa nel quarto trimestre del 2019 dopo le varie approvazioni normative.

Il chipmaker ha preferito dunque attendere di unirsi all’azienda della Mela morsicata per presentare una nuova versione presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti del distretto settentrionale della California.

L’ACCUSA DI APPLE

Nel nuovo deposito, Apple sostiene che un gruppo di aziende collegate a Fortress ha intentato almeno 25 cause legali contro Cupertino, chiedendo danni per un totale dai 2,6 miliardi ai 5,1 miliardi di dollari. Fortress ha accusato Apple di aver violato un brevetto di conteggio dei passi che possiede con le sue app proprietarie di monitoraggio della salute.

Due delle aziende collegate a Fortress, Uniloc Usa e Uniloc Luxembourg, “hanno rivelato di ritenere di avere diritto a danni tra $ 1,41 e $ 2,75 per prodotto Apple, per danni totali compresi tra $ 375 e $ 732 milioni”, ha scritto Apple nella denuncia. Non solo, l’azienda guidata da Tim Cook ha spiegato che “l’apparente precisione della richiesta di danni per unità è una facciata”, dal momento che le aziende hanno semplicemente adottato gli importi che Apple ha richiesto a Samsung nel contenzioso legale iniziato nel 2011.

IL FILO TRA CUPERTINO E TOKYO

Al momento né Intel né Apple hanno commentato il deposito. Difficile la posizione dell’azienda di Cupertino: Apple ha investito infatti nel primo Vision Vision, il fondo di investimenti da 100 miliardi di dollari di SoftBank. Non solo, a luglio Apple è stata citata tra le società impegnate a contribuire a un secondo fondo del gruppo giapponese.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati