Innovazione

Bolla Neosperience in Borsa?

di

neosperience

Cosa succede a Neosperience a Piazza Affari. Fatti e numeri

 

Neosperience corre in Borsa: la società specializzata in digitale e software, che in queste ore ha presentato al mondo Sofia, il primo assistente in realtà virtuale e aumentata, ha visto il titolo salire ad oltre 6 euro.

L’azienda, nel 2020, ha registrato un utile in calo ed un indebitamento netto in aumento. Tutti i dettagli.

COSA SUCCEDE IN BORSA A NEOSPERIENCE

Partiamo dalle performance in Borsa. Neosperience, alle 13.45, cresceva del 4,27% a 5,86, risultando tra le migliori di oggi a Piazza Affari. Il titolo è arrivato, in mattinata, ad un massimo di 6,1 euro, riportandosi ai livelli di metà aprile.

IL LANCIO DI SOFIA

A spingere l’aumento – secondo Radiocor – è il lancio sul mercato Sofia, il primo assistente in realtà virtuale e aumentata basato sulla piattaforma Neosperience Cloud e sulla tecnologia di elaborazione del linguaggio naturale GPT-3 di OpenAI, una fra le più avanzate società di ricerca non profit nel campo dell’intelligenza artificiale.

Sofia riesce a dialogare in 51 lingue, grazie alla potenza del modello di machine learning, ha un aspetto fisico umano e sa usare il linguaggio del corpo. L’assistente virtuale, che può essere utilizzata in vari settori come quello sanitario, assicurativo, finanziario, turistico e non solo, è completamente personalizzabile, per i clienti che la adotteranno, nel genere e nell’etnia. Può riprodurre, con un’attività di addestramento personalizzata, le sembianze e la voce dello stesso committente.

COME NASCE

Neosperience, azienda fondata a Brescia nel 2006, e che negli anni ha inaugurato sedi a Milano e negli Stati Uniti, è specializzata nel settore digitale e come software vendor. È guidata da Dario Melpignano, co-fondatore (con Luigi Linotto), presidente e ceo della società.

La società, con un investimento di oltre 10 milioni, ha dato vita a Neosperience Cloud, una piattaforma software innovativa dedicata alla Digital Customer Experience, attraverso cui le aziende clienti possono usare l’Intelligenza Artificiale per conoscere, coinvolgere e fidelizzare i loro clienti finali.

I NUMERI

Proprio grazie al lancio della piattaforma nel 2016, il fatturato del gruppo ha registrato un trend in aumento negli anni, arrivando a quota 13,9 milioni di euro nel 2019. Anche nel 2020 i ricavi sono cresciuti, del 17,3%, a 16,4 milioni di euro. L’Ebitda consolidato è pari a 4,8 milioni di euro, contro i 3,6 milioni del 2019 (+35,2%).

L’utile netto, però, è sceso del 57%, da 950mila euro a 409mila euro. A fine 2020 l’ indebitamento netto era salito a 5,3 milioni di euro, dai 2,8 milioni di inizio anno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati