Innovazione

Apple punterà alle criptovalute?

di

Apple

Un annuncio di lavoro per “esperto di pagamenti alternativi” segnala l’interesse di Apple per la criptovalute.

Apple cerca un esperto di criptovalute.

Il produttore di iPhone sta reclutando un Business Development Manager per “pagamenti alternativi”, comprese le criptovalute, secondo un annuncio di lavoro pubblicato questa settimana, segnalato per la prima volta da Coindesk.

Come rilevato dal Financial Times, sembra che Apple si stia delicatamente scaldando all’idea di supportare le criptovalute.

Apple sta preparando infatti in sordina il supporto per effettuare pagamenti utilizzando bitcoin attraverso il suo Apple Wallet.

Tutti i dettagli.

ESPERTO DI CRIPTOVALUTE CERCASI PER APPLE

Le qualifiche richieste secondo l’annuncio includono cinque anni di esperienza con “fornitori di pagamenti alternativi, come wallet digitali, Pagamenti a rate, Fast Payments, criptovalute”.

Nell’elenco delle qualifiche richieste, le criptovalute sono dunque citate espressamente.

La nuova recluta si unirà al team responsabile di Apple Pay e dell’app iPhone Wallet.

In effetti, due anni fa Jennifer Bailey, che guida la divisione Apple Pay, ha dichiarato che la società stava “guardando” la criptovaluta.

COINBASE IN ARRIVO SULL’APPLE WALLET?

Quindi Apple inizia ad interessarsi sul serio alle criptovalute.

Come ha segnalato il Ft, l’elenco dell’App Store per il servizio di trading di criptovaluta, Coinbase, mostra che ora è supportato in Apple Wallet, anche se sembra che la funzionalità non sia stata ancora completamente attivata.

Il sito web di Coinbase dice solo che “attualmente non supporta Apple Pay, ma speriamo di offrire presto un modo più veloce e sicuro per spendere criptovaluta agli utenti iOS”.

IL COLOSSO DI CUPERTINO CI RIPENSA SU BITCOIN & CO?

Finora, né l’App Store né gli Apple Store hanno mai accettato Bitcoin e altre criptovalute.

Proprio Apple è stata criticata in passato — anche dall’amministratore delegato di Coinbase — per il suo rifiuto di supportare bitcoin e altre forme di pagamento alternative in Apple Pay e attraverso l’App Store.

Eppure il colosso di Cupertino vanta una vasta esperienza nei pagamenti digitali tramite Apple Pay, lanciato nel 2014, e la sua carta di credito a marchio proprio, che ha debuttato nel 2019.

Diverse le ipotesi in circolazioni: l’azienda di Cupertino potrebbe introdurre pagamenti con le criptovalute o potrebbe portarle sul suo sistema di pagamento digitale Apple Pay. Al momento sono indiscrezioni e non è dato sapere come avverrà l’ingresso dell’azienda guidata da Tim Cook in questo campo. Se ciò avvenisse potrebbe portare ad una svolta e forse alla definitiva adozione di massa di questa forma di pagamento digitale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati