skip to Main Content

22 tecnologie emergenti da tenere d’occhio nel 2022

Tecnologie Emergenti

Il futuro delle tecnologie secondo il settimanale The Economist

 

Lo sviluppo sorprendentemente rapido e il lancio di vaccini contro il coronavirus è stato un promemoria del potere che hanno scienza e tecnologia per cambiare il mondo. Anche se i vaccini a mRNA sembrano essere stati creati quasi istantaneamente, in realtà hanno attinto a decenni di ricerca che risalgono agli anni ’70. Come si dice nell’industria tecnologica, ci vogliono anni per creare un successo immediato. Quindi cos’altro potrebbe essere in procinto di salire alla ribalta? Ecco 22 tecnologie emergenti da tenere d’occhio nel 2022 – scrive The Economist.

Geoingegneria solare

Sembra incredibilmente semplice. Se il mondo sta diventando troppo caldo, perché non offrirgli un po’ di ombra? La polvere e la cenere rilasciata nell’atmosfera superiore dai vulcani è nota per avere un effetto di raffreddamento. L’eruzione del Monte Pinatubo nel 1991 ha raffreddato la Terra di ben 0,5°C per quattro anni.

La geoingegneria solare, conosciuta anche come gestione della radiazione solare farebbe la stessa cosa, ma questo è enormemente controverso. Funzionerebbe? Come verrebbero influenzate le precipitazioni e i modelli meteorologici? E non minerebbe gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra?

Gli sforzi per testare l’idea affrontano una feroce opposizione da parte di politici e attivisti. Nel 2022, tuttavia, un gruppo dell’Università di Harvard spera di condurre un esperimento chiamato Scopex. Si tratta di lanciare un pallone nella stratosfera, con l’obiettivo di rilasciare 2 kg di materiale (probabilmente carbonato di calcio) e poi misurare come si dissipa, reagisce e disperde l’energia solare.

I sostenitori dicono che è importante capire la tecnica, nel caso in cui fosse necessario guadagnare più tempo per tagliare le emissioni. Il gruppo di Harvard ha istituito un comitato consultivo indipendente per considerare le ramificazioni morali e politiche. Che il test vada avanti o meno, aspettatevi polemiche.

Pompe di calore

Mantenere gli edifici caldi in inverno rappresenta circa un quarto del consumo globale di energia. La maggior parte del riscaldamento si basa sulla combustione di carbone, gas o petrolio. Se il mondo vuole raggiungere i suoi obiettivi di cambiamento climatico, questo dovrà cambiare. L’alternativa più promettente è l’uso di pompe di calore, essenzialmente frigoriferi che funzionano al contrario.

Invece di pompare il calore fuori da uno spazio per raffreddarlo, una pompa di calore fa entrare il calore dall’esterno, riscaldandolo. Poiché si limitano a spostare il calore esistente, possono essere altamente efficienti: per ogni chilowatt di elettricità consumata, le pompe di calore possono fornire 3kw di calore, il che le rende più economiche dei radiatori elettrici.

Gradient, con sede a San Francisco, è una delle aziende che offre una pompa di calore che può fornire sia riscaldamento che raffreddamento. I suoi prodotti possono essere montati nelle finestre, come i condizionatori d’aria, e saranno in vendita nel 2022.

Aerei a idrogeno

Elettrificare il trasporto su strada è una cosa. Gli aerei sono un’altra. Le batterie possono alimentare solo piccoli aerei per brevi voli. Ma l’elettricità a idrogeno potrebbe funzionare? Gli aerei passeggeri che saranno testati con le celle a combustibile a idrogeno nel 2022 includono un biposto costruito alla Delft University of Technology nei Paesi Bassi.

ZeroAvia, con sede in California, prevede di completare le prove di un aereo da 20 posti, e mira ad avere il suo sistema di propulsione a idrogeno pronto per la certificazione entro la fine dell’anno. Universal Hydrogen, sempre in California, spera che il suo aereo da 40 posti decolli nel settembre 2022.

Cattura diretta dell’aria

L’anidride carbonica nell’atmosfera causa il riscaldamento globale. Allora perché non ottenerla usando delle macchine? Diverse startup stanno perseguendo la cattura diretta dell’aria (dac), una tecnologia che fa proprio questo. Nel 2022 Carbon Engineering, un’azienda canadese, inizierà a costruire il più grande impianto dac del mondo in Texas, capace di catturare 1 milione di tonnellate di CO2 all’anno.

ClimeWorks, un’azienda svizzera, ha aperto un impianto dac in Islanda nel 2021, che seppellisce la CO2 catturata in forma minerale al ritmo di 4.000 tonnellate all’anno.

Global Thermostat, un’azienda americana, ha due impianti pilota. Il dac potrebbe essere vitale nella lotta contro il cambiamento climatico.

Adesso si lavora per abbassare i costi e aumentare la scala della tecnologia.

Agricoltura verticale

Un nuovo tipo di agricoltura sta crescendo. Le fattorie verticali coltivano piante su vassoi impilati in un ambiente chiuso e controllato. Un’efficiente illuminazione a led ha reso il processo più economico, anche se i costi energetici rimangono un peso. Le fattorie verticali possono essere situate vicino ai clienti, riducendo i costi di trasporto e le emissioni. L’uso dell’acqua è ridotto al minimo e gli insetti sono tenuti fuori, quindi non sono necessari pesticidi.

In Gran Bretagna, la Jones Food Company aprirà la più grande fattoria verticale del mondo, che copre 13.750 metri quadrati, nel 2022.

AeroFarms, un’azienda americana, aprirà la sua più grande fattoria verticale, a Daneville, in Virginia. Anche altre aziende si stanno espandendo.

Nordic Harvest amplierà la sua struttura appena fuori Copenaghen e ne costruirà una nuova a Stoccolma.

Plenty, con sede in California, aprirà una nuova fattoria indoor vicino a Los Angeles. Le fattorie verticali coltivano per lo più verdure a foglia e erbe di alto valore, ma alcune si stanno avventurando in pomodori, peperoni e bacche.

La sfida ora è fare in modo che anche l’economia sia all’altezza.

Navi container con vele

Le navi producono il 3% delle emissioni di gas serra. La combustione del combustibile marittimo, un fango diesel sporco, contribuisce anche alle piogge acide. Niente di tutto questo era un problema all’epoca delle vele ed è per questo che le vele stanno tornando in auge, in forma high-tech, per ridurre i costi e le emissioni.

Nel 2022 la francese Michelin doterà una nave da carico di una vela gonfiabile che dovrebbe ridurre il consumo di carburante del 20%.

Mol, una società di navigazione giapponese, prevede di mettere una vela rigida telescopica su una nave nell’agosto 2022.

L’italiana Naos Design prevede di equipaggiare otto navi con le sue “vele ad ala” rigide girevoli e pieghevoli. Altri approcci includono aquiloni, “ali aspiranti” che ospitano ventilatori, e cilindri giganti che girano.

Entro la fine del 2022 il numero di grandi navi da carico con vele di qualche tipo sarà quadruplicato a 40, secondo l’International Windship Association. Se l’Unione Europea inserirà il trasporto marittimo nel suo schema di scambio di carbonio nel 2022, come previsto, questo darà un’ulteriore spinta a queste insolite tecnologie.

Allenamenti VR

La maggior parte delle persone non fa abbastanza esercizio. Molti vorrebbero farlo, ma mancano di motivazione. Gli auricolari di realtà virtuale (vr) permettono alle persone di bruciare calorie mentre colpiscono delle forme che si avvicinano o si accovacciano e si muovono per schivare gli ostacoli.

Gli allenamenti vr sono diventati più popolari durante la pandemia, quando sono state chiuse le palestre ed è stato rilasciato un auricolare potente e a basso costo, l’Oculus Quest 2.

Un modello migliorato e nuove funzionalità di fitness sono in arrivo nel 2022. E Supernatural, un’app di allenamento vr molto apprezzata e disponibile solo in Nord America, potrebbe essere rilasciata in Europa.

Vaccini per l’HIV e la malaria

L’impressionante successo dei vaccini contro il coronavirus basati Rna messaggero (mRNA) preannuncia un’epoca d’oro nello sviluppo dei vaccini. Moderna sta sviluppando un vaccino HIV basato sulla stessa tecnologia mRNA usata nel suo vaccino anti Covid. È entrato nella fase iniziale dei test clinici nel 2021 e i risultati preliminari sono attesi nel 2022.

BioNTech, co-sviluppatore del vaccino Pfizer, sta lavorando su un vaccino mRNA per la malaria, con studi clinici che dovrebbero iniziare nel 2022. Anche i vaccini non mRNA per l’HIV e la malaria, sviluppati all’Università di Oxford, sembrano promettenti.

Impianti ossei stampati in 3D

Per anni, i ricercatori hanno sviluppato tecniche per creare organi artificiali usando la stampa 3D di materiali biologici. L’obiettivo finale è quello di prendere alcune cellule da un paziente e creare organi completamente funzionali per il trapianto, eliminando così le lunghe liste d’attesa, i test di compatibilità e il rischio di rigetto.

Questo obiettivo è ancora lontano per gli organi carnosi. Ma le ossa sono meno complicate.

Due startup, Particle3d e Adam, sperano di avere ossa stampate in 3d disponibili per l’impianto umano nel 2022. Entrambe le aziende usano minerali a base di calcio per stampare le loro ossa, che sono fatte su misura in base alle scansioni TAC dei pazienti.

Le prove di Particle3d nei maiali e nei topi hanno trovato che il midollo osseo e i vasi sanguigni sono cresciuti nei suoi impianti entro otto settimane. Adam afferma che i suoi impianti stampati in 3d stimolano la crescita ossea naturale e gradualmente vengono sostituiti dal tessuto osseo del paziente.

Se tutto va bene, i ricercatori pensano di riuscire a sviluppare anche vasi sanguigni stampati in 3d e valvole cardiache.

Taxi elettrici volanti

A lungo visti come una specie di fantasia, i taxi volanti, o aerei elettrici a decollo e atterraggio verticale (evtol, come li chiama la nascente industria) stanno diventando seri. Diverse aziende in tutto il mondo intensificheranno i voli di prova nel 2022 con l’obiettivo di renderli a uso commerciale in uno o due anni.

Joby Aviation, con sede in California, prevede di costruire più di una dozzina dei suoi veicoli a cinque posti, che hanno una gamma di 150 miglia.

Volocopter della Germania mira a fornire un servizio di aerotaxi alle Olimpiadi di Parigi del 2024.

Altri contendenti includono eHang, Lilium e Vertical Aerospace. Tenete d’occhio i cieli.

Turismo spaziale

Dopo un anno eccezionale per il turismo spaziale nel 2021, quando una successione di sforzi sostenuti da miliardari ha mandato i civili nei cieli, le speranze sono alte per il 2022.

La Virgin Galactic di Sir Richard Branson ha appena battuto la Blue Origin di Jeff Bezos ai margini dello spazio a luglio, con entrambi i miliardari a bordo delle loro navicelle in viaggi suborbitali. A settembre la società di Elon Musk, SpaceX, ha inviato quattro passeggeri in una crociera orbitale di più giorni intorno alla Terra.

Tutte e tre le aziende sperano di far volare più turisti nel 2022, che promette di essere il primo anno in cui più persone vanno nello spazio come passeggeri paganti che come dipendenti del governo.

Ma Virgin Galactic sta modificando il suo veicolo per renderlo più forte e più sicuro, e non si prevede di volare di nuovo fino alla seconda metà del 2022, con il servizio commerciale che inizierà nel quarto trimestre.

Blue Origin prevede altri voli, ma non ha detto quando o quanti. Da parte sua, SpaceX ha fatto un accordo per inviare turisti alla Stazione Spaziale Internazionale. Prossima fermata? La Luna.

Droni da consegna

Ci stanno mettendo più tempo del previsto per decollare. Ma le nuove regole, entrate in vigore nel 2021, aiuteranno le consegne dei droni a guadagnare quota nel 2022.

Manna, una startup irlandese che ha consegnato libri, pasti e medicine nella contea di Galway, prevede di espandere il suo servizio in Irlanda e in Gran Bretagna.

Wing, una società sorella di Google, ha fatto consegne di prova in America, Australia e Finlandia ed espanderà il suo servizio di consegna da centro commerciale a casa, lanciato alla fine del 2021.

Dronamics, una startup bulgara, inizierà a usare droni alati per fare la spola tra 39 aeroporti europei. La domanda è: il ritmo delle consegne dei droni aumenterà o diminuirà?

Aerei supersonici più silenziosi

Per mezzo secolo, gli scienziati si sono chiesti se le modifiche alla forma di un aereo supersonico potessero ridurre l’intensità del suo boom sonico. Solo di recente i computer sono diventati abbastanza potenti da eseguire le simulazioni necessarie per trasformare queste teorie di riduzione del rumore in pratica.

Nel 2022 l’x-59 Quesst della Nasa (abbreviazione di “Quiet Supersonic Technology”) farà il suo primo volo di prova. Fondamentalmente, questo test avrà luogo sulla terraferma, in particolare sulla base aerea di Edwards in California. Il Concorde, il primo e unico aereo di linea supersonico al mondo, non era autorizzato a viaggiare più veloce del suono quando volava sulla terraferma.

Il boom sonico dell’x-59 dovrebbe essere solo un ottavo di quello del Concorde. A 75 decibel percepiti, sarà equivalente a un temporale lontano. Se funziona, la Nasa spera che i regolatori possano revocare il divieto di voli supersonici su terra, inaugurando una nuova era per il volo commerciale.

Case stampate in 3D

Gli architetti spesso usano la stampa 3D per creare modelli in scala di edifici. Ma la tecnologia può essere scalata e usata per costruire la cosa reale. I materiali vengono spruzzati fuori da un ugello come una schiuma che poi si indurisce. Strato per strato, una casa viene stampata – o sul posto, o come diversi pezzi in una fabbrica che vengono trasportati e assemblati.

Nel 2022 la Mighty Buildings, con sede in California, completerà uno sviluppo di 15 case ecologiche stampate in 3d a Rancho Mirage.

E Icon, con sede in Texas, prevede di iniziare a costruire una comunità di 100 case stampate in 3d vicino ad Austin, che sarebbe il più grande sviluppo del suo genere.

Tecnologia del sonno

È diventata una mania nella Silicon Valley. Non contenti di massimizzare la loro produttività e performance durante le ore di veglia, i geek stanno ora ottimizzando anche il loro sonno, utilizzando una serie di tecnologie. Questi includono anelli e fasce che registrano e tracciano la qualità del sonno, macchine sonore rilassanti, dispositivi per riscaldare e raffreddare i materassi e sveglie intelligenti per svegliarti nel momento perfetto.

Quest’anno Google ha lanciato un tablet da comodino che tiene traccia del sonno e Amazon dovrebbe fare lo stesso nel 2022.

Sembra strano, ma il cattivo sonno è collegato a malattie, dalle quelle cardiache all’obesità. E quello che la Silicon Valley fa oggi, tutti gli altri finiscono spesso per farlo domani.

Nutrizione personalizzata

Le diete non funzionano. È sempre più evidente che il metabolismo di ogni persona è unico e anche le scelte alimentari dovrebbero esserlo. La nutrizione personalizzata consiste in app che ti dicono cosa mangiare e quando, utilizzando algoritmi di apprendimento automatico, test del sangue e del microbioma intestinale, dati su fattori di stile di vita come l’esercizio fisico e il monitoraggio in tempo reale dei livelli di zucchero nel sangue utilizzando dispositivi delle dimensioni di una moneta attaccati alla pelle.

Dopo il successo del lancio in America, le aziende di nutrizione personalizzata stanno puntando ad altri mercati nel 2022. Alcune cercheranno anche l’approvazione normativa come trattamenti per condizioni come il diabete e l’emicrania.

Localizzatori di salute indossabili

Le consultazioni mediche a distanza sono diventate comuni. Questo potrebbe trasformare le prospettive per i tracker di salute indossabili come Fitbit o Apple Watch. Attualmente sono utilizzati principalmente come tracker di fitness, misurando i passi fatti, la velocità di corsa e di nuoto, la frequenza cardiaca durante gli allenamenti e così via.

Ma la linea tra il consumatore e gli usi medici di tali dispositivi si sta confondendo, dicono gli analisti società di consulenza Gartner. Gli orologi intelligenti possono già misurare l’ossigenazione del sangue, eseguire ecg e rilevare la fibrillazione atriale.

La prossima versione dell’Apple Watch, prevista per il 2022, potrebbe includere nuovi sensori in grado di misurare i livelli di glucosio e alcol nel sangue, insieme alla pressione sanguigna e alla temperatura corporea.

Rockley Photonics, la società che fornisce la tecnologia dei sensori, chiama il suo sistema una “clinica al polso”.

L’approvazione normativa per tali funzioni potrebbe richiedere un po’ di tempo, ma nel frattempo i medici, non solo gli utenti, presteranno maggiore attenzione ai dati dei wearable.

Il metaverso

Coniata nel 1992 da Neal Stephenson nel suo romanzo “Snow Crash”, la parola “metaverso” si riferiva a un mondo virtuale persistente, accessibile tramite occhiali speciali, dove le persone potevano incontrarsi, flirtare, giocare, comprare e vendere cose, e molto altro ancora.

Nel 2022 si riferisce alla fusione di videogiochi, social network e intrattenimento per creare nuove esperienze immersive, come nuotare dentro la propria canzone preferita in un concerto online.

Giochi come Minecraft, Roblox e Fortnite sono tutti trampolini di lancio per un nuovo medium emergente. Facebook si è ribattezzato Meta per capitalizzare l’opportunità e distrarsi dai suoi guai.

Calcolo quantistico

Un’idea che esisteva solo sulle lavagne negli anni ’90 è cresciuta in una gara multimiliardaria tra governi, giganti della tecnologia e startup: sfruttare le proprietà controintuitive della fisica quantistica per costruire un nuovo tipo di computer. Per alcuni tipi di matematica, un computer quantistico potrebbe superare qualsiasi macchina non quantistica che potrebbe mai essere costruita, facendo un lavoro veloce nei calcoli usati nella crittografia, nella chimica e nella finanza.

Ma quando arriveranno queste macchine?

Una misura della capacità di un computer quantistico è il suo numero di qubit. Un team cinese ha costruito un computer con 66 qubit. L’azienda americana Ibm spera di raggiungere 433 qubit nel 2022 e 1.000 nel 2023.

Ma le macchine esistenti hanno un difetto: i delicati stati quantici da cui dipendono durano solo una frazione di secondo. Per risolvere questo problema ci vorranno anni. Ma se le macchine esistenti possono essere rese utili nel frattempo, l’informatica quantistica potrebbe diventare una realtà commerciale molto prima del previsto.

Influencer virtuali

A differenza di un influencer umano, un influencer virtuale non sarà mai in ritardo per un servizio fotografico, non si ubriacherà mai ad una festa e non invecchierà mai. Questo perché gli influencer virtuali sono personaggi generati dal computer che promuovono prodotti su Instagram, Facebook e TikTok.

La più nota è Miquela Sousa, o “Lil Miquela”, un personaggio fittizio brasiliano-americano di 19 anni con 3 milioni di follower su Instagram.

Con 15 miliardi di dollari che dovrebbero essere spesi in influencer marketing nel 2022, gli influencer virtuali stanno proliferando.

Aya Stellar – una viaggiatrice interstellare creata da Cosmiq Universe, un’agenzia di marketing – atterrerà sulla Terra a febbraio. Ma intanto, ha già pubblicato una canzone su YouTube.

Interfacce cerebrali

Nell’aprile del 2021 l’incontenibile imprenditore Elon Musk ha twittato con entusiasmo che una scimmia macaco stava “letteralmente giocando un videogioco telepaticamente usando un chip cerebrale”. La sua azienda, Neuralink, aveva impiantato due piccole serie di elettrodi nel cervello della scimmia. I segnali di questi elettrodi, trasmessi senza fili e poi decodificati da un computer vicino, hanno permesso alla scimmia di muovere la racchetta sullo schermo in una partita di ping pong usando solo il pensiero.

Nel 2022 Neuralink spera di testare il suo dispositivo sugli esseri umani, per permettere alle persone paralizzate di azionare un computer.

Un’altra azienda, Synchron, ha già ricevuto l’approvazione dai regolatori americani per iniziare le prove umane di un dispositivo simile. La sua protesi neurale “minimamente invasiva” è inserita nel cervello attraverso i vasi sanguigni nel collo. Oltre ad aiutare le persone paralizzate, Synchron sta anche cercando altri usi, come la diagnosi e il trattamento di condizioni del sistema nervoso tra cui epilessia, depressione e ipertensione.

Carne e pesce artificiali

Winston Churchill una volta disse “l’assurdità di allevare un pollo intero per mangiare il petto o l’ala”. Quasi un secolo dopo, circa 70 aziende stanno “coltivando” carni in bioreattori. Le cellule prelevate dagli animali, senza far loro del male, vengono nutrite in zuppe ricche di proteine, zuccheri, grassi, vitamine e minerali.

Nel 2020 Eat Just, una startup di carne artificiale con sede a San Francisco, è diventata la prima azienda certificata a vendere i suoi prodotti a Singapore. Si prevede che sarà raggiunta da una manciata di altre aziende nel 2022.

L’anno prossimo una startup israeliana, SuperMeat, si aspetta di vincere l’approvazione per le vendite commerciali di hamburger di pollo coltivati, cresciuti per 10 dollari a pop-down da 2.500 dollari nel 2018.

Finless Foods, con sede in California, spera di ottenere l’approvazione per vendere tonno rosso coltivato per 440 dollari al kg contro i 660.000 dollari del 2017. Bacon, tacchino e altre carni coltivate sono in cantiere. Gli amanti della carne eco-consapevoli potranno presto avere la loro bistecca.

(Estratto dalla rassegna stampa estera a cura di eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore