Pagamenti digitali / Fintech

Libra? Meglio Bitcoin come valuta globale. Parola di Dorsey (co-fondatore di Twitter)

di

Dorsey Twitter

Una valuta globale basata sul web. È l’auspicio del fondatore di Twitter Jack Dorsey. Ecco invece che cosa pensa della Libra di Facebook e di Bitcoin

“Spero che tutte le società private percepiscano l’importanza di una valuta senza stato accessibile a tutti”. È quello che auspica Jack Dorsey, co-fondatore di Twitter e Square. In un’intervista a Quartz Dorsey ha detto la sua su criptovalute, Libra e Bitcoin. Come il rivale Zuckerberg, anche Dorsey sta lavorando al lancio di una sua criptomoneta con Square.

NON SOLO TWITTER, ANCHE SQUARE

Dopo il social network Twitter, nel 2009 Jack Dorsey ha co-fondata un’altra startup, con sede a San Francisco, per i pagamenti digitali. Più di 15 milioni di persone utilizzano l’app Square’s Cash per i pagamenti peer-to-peer e la sua attività di prestito ha incassato più di 500 milioni di dollari nei primi tre mesi del 2019.

UNA VALUTA GLOBALE

Secondo il numero uno di Twitter, Internet dovrebbe imitare gli stati-nazione con una propria moneta. Una valuta globale potrebbe infatti aiutare le aziende fintech come Square a svilupparsi più velocemente e ad essere più accessibili alle persone.

“Mentre portiamo più persone online, possiamo anche immaginare una tendenza parallela in cui tutti hanno accesso alla stessa valuta” ha ipotizzato Dorsey. Con un’unica valuta per tutti “si spazzerebbero via alcune barriere del passato muovendoci tutti sui mercati globali”.

Ma non sarà semplice. Dorsey prevede infatti che “non ci sarà nessun partito o istituzione che autorizzerà questa valuta, tuttavia non ci sarà nessuna authority o istituzione che possa impedire che ciò accada”.

A PROPOSITO DI LIBRA

“Su Libra non posso sbilanciarmi ancora molto”. In effetti al momento dell’intervista ancora Menlo Park non aveva diffuso il libro bianco su Libra. Ma il co-fondatore di Twitter ha detto comunque la sua. Piuttosto che di una criptovaluta legata a un social network come Libra, “abbiamo bisogno di una valuta per Internet. E internet è un’entità che non è controllata da alcuna compagnia o da un solo governo”.

“Mi auguro che tutte le società private possano vedere il valore di avere una valuta senza stato accessibile a tutti, e che non sia limitata o vincolata da nessuna entità aziendale”.

POTREBBE ESSERE IL BITCOIN

Dunque bocciata Libra nella visione di Dorsey ma immagina il Bitcoin come valuta globale. “Attualmente, credo che il bitcoin sia il miglior candidato per una tale moneta in quanto è “molto puro” e il suo creatore si è concentrato su “un bene pubblico, piuttosto che su qualsiasi altra particolare agenda”.

Il fatto che sia destinato a essere deflazionistico, inteso a incentivare il risparmio anziché la spesa, “penso sia un netto positivo per il mondo e come pensiamo di consumare. Poiché è una risorsa scarsa, ha una probabilità di aumentare sempre di valore, il che ti fa considerare molto di più il modo in cui lo spendi”.

E infine, il bitcoin ha dimostrato di essere resiliente. “Ora ha 10 anni, quindi è stato testato in quei 10 anni, in tutte le dimensioni dalle minacce alla sicurezza, ai governi, agli stati nazione nefandi, ed è stato resiliente a tutte queste minacce e sfide. E la resilienza è molto preziosa” ha concluso Dorsey.

PRESTO UNA CRIPTOVALUTA DI SQUARE

Mentre osanna le potenzialità del Bitcoin, presto però il fondatore di Twitter potrebbe proporre una propria alternativa. A marzo Jack Dorsey ha annunciato che Square, la sua società di pagamenti online, stava assumendo 3 o 4 ingegneri ed 1 progettista crypto.

https://twitter.com/jack/status/1108487911802966017

Queste risorse lavoreranno a tempo pieno su strumenti open source per l’ecosistema Bitcoin/Crypto.

Lo stesso cinguettio in cui venivano annunciate le assunzioni, promuove anche il profilo Twitter di Square Crypto, creato a marzo ma con già quasi 10.000 follower. Ancora su Square Crypto non si sa molto se non quello che ha riferito lo stesso Dorsey. Square Crypto, si aggiungerà alle operazioni della società di pagamento fornendo un’infrastruttura per pagamenti internet open source, in perfetto stile crypto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati