Pagamenti digitali / Fintech

Come sta andando il 2018 nel Fintech e che cosa accadrà

di

Sia le aziende sia gli acquirenti finanziari sono alla ricerca di investimenti più ampi e mirati per semplificare le operazioni di back-office, migliorare l’esperienza digitale dei clienti e ridurre i costi. Il rapporto di Hampleton Partners

Le operazioni di fusione e acquisizione (M&A) di Fintech nel primo semestre 2018 hanno raggiunto il valore di 39,3 miliardi di dollari, con un incremento di oltre il 26% rispetto al semestre precedente. È quanto emerge dall’ultimo rapporto di Hampleton Partners sul mercato delle M&A di Fintech.

REGISTRATE 141 OPERAZIONI DI FUSIONE E ACQUISIZIONE

Il settore finanziario globale, si legge ancora nel rapporto di Hampleton Partners, ha registrato 141 operazioni di fusione e acquisizione sempre nel primo semestre dell’anno. L’aumento dell’attività è stato attribuito alla crescente accettazione da parte dei consumatori e delle imprese, dei servizi bancari digitali, dei pagamenti e dei dati finanziari digitali.

ECCO GLI ACCORDI PIÙ IMPORTANTI DEI PRIMI SEI MESI 2018 (E NON SOLO)

Tra gli accordi più importanti siglati nel primo semestre di quest’anno, si segnalano l’acquisizione in contanti per 2,2 miliardi di dollari del fornitore di pagamenti iZettle, con sede a Stoccolma, nonché l’acquisto dell’unità di pagamenti dell’operatore borsistico svizzero SIX Group da parte della società francese di servizi di pagamento Worldline, per 2,75 miliardi di dollari. Infine, più di recente, l’acquisizione da parte di Blackstone di Thomson Reuters per 17 miliardi di dollari, completata all’inizio di questo mese.

ORA LE AZIENDE SONO ALLA RICERCA DI INVESTIMENTI PIÙ AMPI E MIRATI

L’attività di M&A di Fintech sta diventando obsoleta dopo l’iniziale impennata di operazioni casuali tra i primissimi innovatori – ha dichiarato Jo Goodson, amministratore delegato di Hampleton Partners -. Ora, sia le aziende sia gli acquirenti finanziari sono alla ricerca di investimenti più ampi e mirati che possono contribuire a semplificare le operazioni di back-office, migliorare l’esperienza digitale dei clienti e ridurre i costi”.

NUOVE SOLUZIONI BLOCKCHAIN, INSURANCE TECHNOLOGY E PSD2 DOVREBBERO GUIDARE LA PROSSIMA ONDATA DI M&A

Il rapporto rileva che le novità nelle soluzioni legate alla blockchain, la insurance technology e la PSD2 dovrebbero guidare la prossima ondata di M&A nel settore Fintech. “Per il resto del 2018 e l’inizio del 2019, prevediamo che una serie di soluzioni blockchain arriveranno sul mercato e che le compagnie assicurative potrebbero innescare una grande ondata di operazioni, mentre gli assicuratori tradizionali intensificheranno i loro sforzi per innovare l’offerta nei confronti di consumatori e imprese attraverso fusioni e acquisizioni”, ha dichiarato Jo.

BANCHE EUROPEE SEMPRE PIÙ AGGRESSIVE NEL FINTECH PER ALIMENTARE LA CRESCITA

Hampleton Partners ha aggiunto che le banche europee, soprattutto quelle più concorrenziali, stanno agendo in modo aggressivo per alimentare la loro crescita. “In futuro, l’attuazione della direttiva sui servizi di pagamento europea, o PSD2, sarà probabilmente un importante motore di cambiamento nel panorama delle operazioni M&A, in quanto per sua stessa natura incoraggia la concorrenza e la partecipazione paneuropea nel settore dei pagamenti, comprendendo non solo le banche ma anche altre imprese non bancarie – ha aggiunto Jo -. I nuovi operatori che entreranno nel mercato dei servizi finanziari troveranno parità di condizioni e diritti e tutela dei consumatori armonizzata in grado di incoraggiare i nuovi operatori del mercato dei servizi finanziari e alimentare ulteriormente la crescita e le valutazioni delle operazioni di fusione e acquisizione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati