Pagamenti digitali / Fintech

Bitcoin, ecco come la Russia scommette sulle criptovalute

di

facebook criptomonete Coinrail

Tutti i dettagli su quanto si studia e si realizza in Russia sulle criptovalute.

La Russia ha deciso di fare sul serio sulle criptovalute. La terza banca più grande del paese, la Gazprombank, ha appena annunciato di voler testare l’utilizzo di monete virtuali tra i suoi clienti più importanti. A rivelarlo è stato il vicepresidente dell’istituto statale di russo Alexander Sobol, aggiungendo che il test dovrebbe essere lanciato entro l’anno anche se è presto per dettagliare tutte le fasi di pianificazione dell’operazione.

IL PROGRAMMA PILOTA SARÀ A LIVELLO INDIVIDUALE

Al momento non vi sono ancora informazioni precise dunque sul fatto che Gazprombank stessa investirà in criptovalute o si limiterà a consentire ai suoi clienti di investire in moneta virtuale. Sobol ha aggiunto che la sua squadra sta “cercando di seguire la situazione attivamente”, secondo il quotidiano russo Vedomosti che ha anticipato la notizia. “Il programma non sarà su vasta scala ma a livello individuale. Vi è una certa domanda da parte dei grandi clienti privati per servizi di questo tipo e stiamo valutando come offrirlo loro”, ha ammesso Sobol.

IL TEST ATTRAVERSO UNA FILIALE SVIZZERA

Il programma pilota, in caso di via libera definitivo, sarà realizzato attraverso una filiale svizzera per approfittare del contesto normativo relativamente permissivo della Svizzera. La banca ha già iniziato a studiare le monete virtuali, anche se attualmente non sono regolamentate in Russia. Ma questo aspetto potrebbe presto cambiare. Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato alla Duma di Stato, infatti, di esprimersi da un punto di vista normativo entro il 1 luglio. Il Parlamento esaminerà due progetti di legge cyhe riguarderanno le Initial coin offerings e altri aspetti legati alle criptovalute. Inizialmente vi erano dei disaccordi tra la banca centrale del paese e il ministero delle Finanze su come definire le monete virtuali, ma alla fine i due organismi hanno concordato che le dichiarazioni della banca centrale avrebbero avuto la priorità.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati