skip to Main Content

I Future sui Bitcoin? In Usa è tutto pronto

La Intercontinental Exchange proprietaria della Borsa di New York, Microsoft e Starbuks alleate per lanciare la nuova offerta a partire dal novembre di quest’anno

Regolare sui mercati borsistici internazionali i Future sui Bitcoin alla stregua di un’attività finanziaria tradizionale? Fino a qualche tempo fa sembrava impensabile. Invece è quanto sta per mettere in campo la Intercontinental Exchange (ICE), operatore leader nel settore finanziario e proprietaria del New York Stock Exchange (NYSE), annunciando l’intenzione di creare una nuova società – denominata Bakkt – per sfruttare al meglio le soluzioni cloud di Microsoft e creare un ecosistema globale aperto e regolamentato per le risorse digitali.

OBIETTIVO? SODDISFARE LE ESIGENZE DEL MERCATO DEGLI ASSET DIGITALE STIMATO IN 270 MILIARDI DI DOLLARI

La nuova azienda sta già lavorando da tempo con un gruppo di organizzazioni tra cui BCG, Microsoft, Starbucks, per creare una piattaforma integrata che consentia a consumatori e istituzioni di acquistare, vendere, conservare e spendere risorse digitali su una rete globale senza soluzione di continuità. L’ecosistema di Bakkt includerà, naturalmente, mercati e depositi regolamentati a livello federale, nonché applicazioni per commercianti e consumatori. La prima applicazione della nuova piattaforma riguarderà. Infatti, proprio il commercio e la conversione di Bitcoin da valute tradizionali, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze in continua evoluzione del mercato degli asset digitali, stimato a 270 miliardi di dollari.

IL LANCIO UFFICIALE A NOVEMBRE 2018

Già da tempo le applicazioni per le valute digitali si stanno sviluppando parallelamente ai quadri normativi e ai crescenti investimenti nella tecnologia blockchain che, secondo i dati di KPMG, a metà del 2018 ha già superato i numeri del 2017. “Facendo leva su un’infrastruttura di mercato affidabile, Bakkt è stata progettata per aiutare i mercati delle risorse digitali a evolversi in modo sicuro ed efficiente, supportando al contempo i flussi delle transazioni”, sottolinea ICE in una nota. All’inizio l’offerta di Bakkt, come borsa a termine e di compensazione, sarà ospitata negli Usa dalla Intercontinental Exchange tramite il lancio di future da un giorno, con consegna fisica e deposito fisico a partire da novembre 2018. Chiaramente, ricorda ICE, il lancio della nuova offerta sarà condizionata dal via libera della della CFTC, la U.S. Commodity Futures Trading Commission che dovrà anche stabilire i nuovi protocolli per la gestione dei requisiti specifici di sicurezza e i protocolli regolamentari delle valute digitali. A ciò si aggiunge la creazione di un fondo di garanzia separato che sarà finanziato dalla stessa Bakkt.

SI PUNTA A CREARE FIDUCIA, INNOVAZIONE E NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO

Nel mettere insieme infrastrutture regolamentate e collegate con applicazioni istituzionali e di consumo per asset digitali, puntiamo a creare fiducia su scala globale, in linea con il nostro track record di portare trasparenza e fiducia in mercati precedentemente non regolamentati”, ha dichiarato in una nota Jeffrey C. Sprecher, Fondatore, Presidente e CEO di Intercontinental Exchange.

“Bakkt è stato progettato per fungere da piattaforma per la partecipazione istituzionale, commerciale e dei consumatori alle risorse digitali, promuovendo una maggiore efficienza, sicurezza e utilità – ha dichiarato Kelly Loeffler, CEO di Bakkt -. Stiamo collaborando per costruire una piattaforma aperta che aiuti a liberare il potenziale di trasformazione delle risorse digitali nei mercati globali e nel commercio”.

La tecnologia Blockchain ha un enorme potenziale per abilitare nuovi modelli di business ed ecosistemi di fiducia – ha dichiarato Sean Collins, Senior Partner, BCG -. Sfruttando e sviluppando infrastrutture di mercato fondamentali, la piattaforma Bakkt consentirà alle imprese di tutti i settori industriali di accelerare una serie di innovazioni”.

In qualità di rivenditore di punta, Starbucks svolgerà un ruolo fondamentale nello sviluppo di applicazioni pratiche, affidabili e regolamentate per i consumatori, per convertire i loro beni digitali in dollari Usa da utilizzare in Starbucks – ha dichiarato Maria Smith, Vice Presidente, Partnerships and Payments per Starbucks -. In qualità di leader nel settore Mobile Pay per gli oltre 15 milioni di soci Starbucks Rewards, l’azienda è impegnata nell’innovazione per ampliare le opzioni di pagamento per i suoi clienti”.

TUTTI I PARTNER DELL’IMPRESA

Oltre a Intercontinental Exchange e M12, il braccio venture capital di Microsoft, gli investitori in Bakkt dovrebbero includere, tra gli altri, un’affiliata di Fortress Investment Group, Eagle Seven, Galaxy Digital, Horizons Ventures, Alan Howard, Pantera Capital, Protocol Ventures e Susquehanna International Group, LLP.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore