Energia

Come si è mosso Trump su energia e clima durante la pandemia

di

Libia Turchia Russia

Che cosa ha scritto il Financial Times sulle mosse dell’amministrazione Trump in materia di ambiente

La marcia dell’amministrazione Trump per rimodellare la protezione federale dell’ambiente ha accelerato il passo durante la pandemia di coronavirus, con conseguente minore regolamentazione dell’aria e dell’acqua in America, scrive il FT. Il duplice sforzo comprende misure temporanee volte a promuovere l’attività economica e cambiamenti permanenti delle regole, che vengono fatti passare in tempo per evitare che i Democratici – se dovessero vincere le elezioni di novembre – utilizzino uno strumento legislativo poco conosciuto per rovesciarle.

In risposta al rallentamento economico causato dalla pandemia, il presidente Donald Trump ha ordinato ai funzionari di trovare il modo di accelerare la costruzione di progetti di autostrade o gasdotti che potrebbero aggirare le revisioni ambientali. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente ha adottato la “discrezione dell’applicazione” per gli inquinatori che non sono in grado di soddisfare i compiti di monitoraggio e di test. L’EPA questa primavera ha anche pubblicato delle regole sull’aria, l’acqua e il carburante, che eliminano il lavoro dell’amministrazione Obama. Giovedì scorso ha abbandonato la supervisione del perclorato nell’acqua potabile, abbandonando la sua posizione su una sostanza chimica – usata nelle munizioni e nel combustibile per razzi – che può danneggiare il cervello dei neonati.

La modifica permanente delle regole è diventata urgente per l’amministrazione a causa del Congressional Review Act, che consente di abrogare le regole pubblicate negli ultimi 60 “giorni legislativi” per mezzo di semplici maggioranze alla Camera dei Rappresentanti e al Senato, con il consenso presidenziale. In caso contrario, la modifica delle norme federali comporta processi amministrativi prolungati. Se i Democratici dovessero mantenere il controllo della Camera e riprendere il Senato e la Casa Bianca, potrebbero utilizzare il CRA per invertire alcune delle regole pubblicate dall’amministrazione Trump.

Quali regole potrebbero essere considerate rimane poco chiaro, perché non si sa quanti “giorni legislativi” ci saranno quest’anno, visto il tempo perso a causa della pandemia. Secondo il Centro di studi sulla regolamentazione dell’Università di George Washington, l’orologio di 60 giorni ha probabilmente iniziato a ticchettare alla fine di maggio, ma potrebbe non iniziare prima di luglio o agosto. La professoressa Vizcarra di Harvard stima che delle norme ambientali finalizzate nel 2020, almeno quattro sono state probabilmente completate con sufficiente anticipo per essere al sicuro dalla revisione sotto il CRA.

I sostenitori affermano che le azioni dell’amministrazione erano in ritardo e mantengono i poteri federali entro i limiti della legge. Il cambiamento sul perclorato, cui si è opposta l’Accademia Americana di Pediatria, “mantiene la promessa del presidente Trump di ridurre l’onerosa regolamentazione “a misura di tutti” per il popolo americano”, ha detto Andrew Wheeler, l’amministratore dell’EPA.

I sostenitori dell’ambiente dicono che l’amministrazione si sta spingendo avanti con i rollback, mentre gli americani sono preoccupati per una crisi della salute pubblica. “Da quando l’epidemia di Covid-19 ha preso piede, Trump non ha allentato gli sforzi per ridurre le protezioni ambientali. E’ andato avanti a tutto vapore”, ha detto Nancy Ketcham-Colwill, un ex avvocato dell’EPA che ora fa volontariato con Save EPA, un gruppo che lotta contro la politica amministrativa.

Questo mese, la segretaria dell’agricoltura ha invitato altre esplorazioni di petrolio e gas nelle foreste nazionali. Trump ha proclamato un parco marino che ospita tartarughe e balene aperte alla pesca commerciale. L’EPA ha emanato una regola finale che indebolirebbe il potere degli Stati di bloccare nuovi gasdotti per il gas naturale.

Lavorando da casa, i funzionari dell’EPA alla fine di marzo hanno allentato gli standard di risparmio di carburante per le automobili con una regola che, secondo le loro stime, avrebbe causato la combustione di 2 miliardi di barili di petrolio in più, aumentando le emissioni di anidride carbonica di 900 milioni di tonnellate. In aprile, l’EPA ha proposto di lasciare invariati gli standard per le polveri sottili trasportate dall’aria che possono danneggiare i polmoni, anche se un gruppo di esperti li ha definiti inadeguati. L’EPA non descrive il suo programma come “rollback”. “Non c’è più inquinamento che viene fuori alla luce delle nostre recenti azioni”, ha detto un alto funzionario dell’EPA al Financial Times. Una proposta, pubblicata questo mese, richiederebbe un’analisi costi-benefici di tutte le future regole sull’aria. Wheeler, un ex lobbista del carbone, ha detto che “corregge un altro metodo contabile disonesto” utilizzato dall’amministrazione Obama, distinguendo i benefici diretti dai benefici collaterali. L’azione è stata sostenuta da gruppi tra cui l’American Petroleum Institute e la National Mining Association.

“Per troppo tempo l’analisi costi-benefici è stata distorta per sopravvalutare i benefici di alcune regole solo per raggiungere fini politici piuttosto che ambientali”, ha detto la NMA, i cui membri includono produttori di carbone come Peabody Energy e Arch Resources. Ann Weeks, direttore legale della Clean Air Task Force, un gruppo ambientalista, ha detto che imporre questa forma di analisi costi-benefici ostacolerebbe i futuri tentativi di cambiare rotta. “Sembra che l’amministrazione lo stia facendo passare rapidamente, in modo che sia in vigore se saranno votati fuori dall’incarico”. Renderà più difficile per una nuova amministrazione annullare i danni che hanno fatto”, ha detto.

(Estratto dalla rassegna stampa internazionale a cura di Epr Comunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati