Advertisement
skip to Main Content

Sato Luce e Gas, ecco numeri e business della società comprata da Octopus di Al Gore

Sato

Ecco ricavi, costi e non solo di Sato Luce e Gas, acquisita dal gruppo energetico britannico Octopus in vista di un’espansione in Italia

 

Il gruppo britannico Octopus Energy, operante nel settore dell’energia rinnovabile e legato al fondo Generation Investment Management di Al Gore, ha comprato – come si evince da una visura camerale – Sato Luce e Gas, azienda italiana che si occupa di fornire energia elettrica e gas. La nuova realtà si chiamerà Octopus Energy Italy e investirà inizialmente 60 milioni di euro.

GLI OBIETTIVI DI OCTOPUS PER L’ITALIA

L’obiettivo di Octopus Energy, il quinto maggiore operatore energetico nel Regno Unito, è fare dell’Italia un mercato primario, arrivando a 1 milione di clienti nel 2025. Attraverso una combinazione di energia rinnovabile e servizi tecnologici (come la piattaforma Kraken per migliorare l’efficienza energetica basata sui big data e il machine learning), il gruppo prevede di raggiungere un fatturato di 5 miliardi di euro nel 2022, contro i 2,9 miliardi attuali.

L’Italia viene considerata – secondo quanto emerge da un articolo del Sole 24 Ore – un mercato promettente ai fini di un’espansione: sia per la popolazione, non troppo diversa da quella britannica per composizione e abitudini di consumo, sia perché la liberalizzazione del mercato energetico è ancora bassa.

COSA FA SATO LUCE E GAS

Sato Service Energia è nata nel 2003, ha iniziato le attività nel marzo dell’anno successivo e ha sede ad Ascoli Piceno, nelle Marche. Si occupa della vendita di gas naturale e di energia elettrica, gestendo utenze in undici regioni italiane. Il suo capitale sociale – si legge sul sito – è di 100.000 euro, interamente versato. È una società a responsabilità limitata e a socio unico, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Octopus Energy.

Il presidente del consiglio di amministrazione è Jackson Stuart Keith.

I NUMERI DEL BILANCIO DI SATO

Il bilancio di Sato al 31 dicembre 2020 registra un attivo di 923.156 euro (contro i 1.011.372 dell’anno precedente) e un passivo di 923.156 euro. I crediti ammontano a 811.225 euro e i debiti a 378.464.

Nel 2020 risultavano ricavi dalle vendite e dalle prestazioni per 2.195.103 euro, contro i 2.302.765 del 2019. I costi per le materie prime e i servizi sono rispettivamente di 715.864 e 825.054 euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore