Energia

Il blocco delle trivelle per la ricerca in mare di gas e petrolio? Una follia. Parola del prof. Sapelli

di

Giulio Sapelli

Intervista di Start Magazine al professor Giulio Sapelli su Triv, Tav e non solo

Sì Triv, sì Tav. Giulio Sapelli non ha dubbi: è un errore sia bloccare le ricerche in mare di gas e petrolio, sia bloccare il progetto Tav.

Ecco consigli e critiche al governo Conte da parte dell’economista e storico Sapelli.

Ieri si è tenuta manifestazione dei sindacati a Roma in cui hanno partecipato anche i Caschi Gialli critici con il blocco delle trivelle deciso dal governo su impulso in particolare del Movimento 5 Stelle.

SI’ TRIV

“Lo stop alle trivelle è una follia, esiste già una regolamentazione perfetta per non avere problemi ambientali, tanto è vero che occorre chiedere i permessi a 20 enti diversi” chiarisce Sapelli. “A Cervia – è l’esempio offerto dall’economista – le trivelle sono in funzione da anni e non c’è mai stato un problema di inquinamento, anzi è un’importante meta turistica”. Uno stop che rischia di favorire Croazia, Albania e Montenegro, come ha scritto Gianni Bessi su Start Magazine? “Ovviamente sì perché i giacimenti non seguono i confini marittimi degli Stati”.

SI’ TAV

Inoltre si tratta di decisioni che rischiano di “far perdere molti investimenti e di far pagare penali di tutto rispetto”. Senza dimenticare peraltro che “l’unica alternativa alla Tav è una ferrovia vecchia di 150 anni, pericolosissima. Infatti quest’opera era stata concepita proprio per farne a meno”.

L’ANALISI COSTI-BENEFICI

“Ciò che colpisce di più una persona come me, che ha passato tutta la vita a studiare e a insegnare – è il rammarico di Sapelli -, sono i ragionamenti privi di fondamento che accomunano le due questioni. Analisi costi-benefici? Ma dove hanno studiato questi economisti? E’ evidente che non si può fare questo tipo di analisi: i costi sono immediati, i benefici si vedono nel futuro. Come si fa a prevedere il futuro?”.

LA FIDUCIA

D’altro canto, se il quadro non è esattamente confortante, “bisogna anche dire le cose positive, per esempio che le ultime aste di Bot e Btp sono andate molto bene e ciò significa che i risparmiatori italiani hanno ancora fiducia”.

 

Estratto di un articolo pubblicato su PolicyMaker, qui l’articolo integrale

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati