Energia

Occhio ai prezzi del rame per capire come andrà la ripresa mondiale

di

rame

 Secondo il Wall Street Journal, i prezzi del rame in crescita sono un segnale positivo per la crescita mondiale


Gli investitori globali stanno accumulando scommesse rialziste sui prezzi del rame, innescando il più rapido rally del metallo industriale degli ultimi anni e segnalando che molti money manager rimangono speranzosi sulle prospettive economiche nonostante l’aumento dei casi di coronavirus in gran parte degli Stati Uniti – scrive il WSJ.

Con gli investitori che versano denaro in attività che hanno ottenuto buoni risultati di recente, i futures sul rame del primo mese sono saliti in 12 sessioni consecutive fino a lunedì a 2,94 dollari la libbra, il loro livello più alto dall’aprile 2019. Sono scivolati martedì. La striscia vincente di 12 sessioni è stata la più lunga del metallo dalla fine del 2017, quando le rosee prospettive dell’economia mondiale e lo slancio ottimista hanno spinto i prezzi verso l’alto.
Poiché il rame è ampiamente utilizzato nel settore manifatturiero globale ed è fondamentale per la produzione di tutto, dagli smartphone alle case, molti osservatori del mercato ne utilizzano il prezzo come indicatore economico. Il metallo è strettamente legato alla crescita in Cina in particolare. La seconda economia mondiale consuma circa la metà del rame del mondo, e i dati recenti indicano una ripresa della crescita in quel paese che è più forte di quanto molti analisti avevano previsto dopo che il coronavirus ha chiuso la produzione cinese all’inizio del 2020.

L’aumento del 38% del rame rispetto ai bassi livelli di marzo fa parte di una più ampia ondata di attività volatili, mentre i singoli investitori e gli speculatori di tutto il mondo cercano di cavalcare lo slancio. L’indice azionario Shanghai Composite ha recentemente raggiunto un massimo di quasi 2 anni e mezzo, mentre il Nasdaq Composite, carico di tecnologia, è salito a nuovi record negli ultimi giorni.

La domanda non è l’unico fattore che alimenta i guadagni. Gli analisti prevedono una carenza di rame a lungo termine a causa della scarsità di investimenti in nuove miniere. Più recentemente, le interruzioni delle miniere e delle raffinerie in paesi produttori chiave come il Cile, a causa del coronavirus, minacciano di ridurre la produzione.

(Tratto dalla rassegna stampa estera di Eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati