Energia

Nutrire le mucche con le alghe potrebbe ridurre le loro emissioni di metano dell’82%, dicono gli scienziati

di

mucche alghe

Una piccola quantità di alghe nella dieta delle mucche potrebbe aiutare a ridurne le emissioni di metano, un potente gas serra. L’approfondimento del Guardian

 

Gli scienziati hanno scoperto che nutrire le mucche con alghe è un valido metodo a lungo termine per ridurre l’emissione di gas che producono e che riscaldano il pianeta.

I ricercatori hanno messo una piccola quantità di alghe nell’alimentazione del bestiame nel corso di cinque mesi e hanno scoperto che la nuova dieta ha permesso ai bovini di emettere l’82% meno metano, un potente gas serra, nell’atmosfera.

La scoperta si basa su una ricerca precedente che ha dimostrato che le alghe potrebbero ridurre la produzione di metano delle mucche in un periodo di tempo più breve. “Ora abbiamo la prova che le alghe nella dieta del bestiame sono efficaci nel ridurre i gas serra e che l’efficacia non diminuisce nel tempo”, ha detto Ermias Kebreab, direttore del World Food Center e scienziato agrario dell’Università della California, Davis – riporta The Guardian.

Le mucche producono metano attraverso i microbi nei loro stomaci mentre digeriscono il loro cibo fibroso, in un processo un po’ simile alla fermentazione. Il metano ha una vita più breve nell’atmosfera rispetto all’anidride carbonica, ma è  30 volte più efficace nell’intrappolare il calore, rendendolo un importante gas serra. Un tipo di alga chiamata Asparagopsis taxiformis può parzialmente contrastare queste emissioni dalle mucche.

L’agricoltura rappresenta circa il 10% delle emissioni negli Stati Uniti, molte delle quali provengono dalle mucche che emettono metano. Questo ha portato alcuni sostenitori del clima a sollecitare la gente a mangiare meno carne, ma i ricercatori della UC Davis hanno detto che la produzione di carne esistente potrebbe essere resa migliore per il clima mettendo le alghe sul menu del bestiame.

Due anni fa, una ricerca separata di Kebreab e Roque ha trovato che gli integratori di alghe hanno ridotto il metano nelle mucche da latte, con un test di gusto cieco del latte che ha scoperto che non ha influenzato la produzione di latte dei ruminanti. L’ultima ricerca, questa volta sui bovini da carne, allo stesso modo non ha trovato alcuna differenza nel gusto della carne degli animali che consumano alghe.

La prossima sfida, secondo i ricercatori, sarà trovare agli allevatori una fornitura sufficiente di Asparagopsis taxiformis, un’erba marina cremisi che va alla deriva con le  onde e le maree, dato che non c’è una fornitura abbondante disponibile per le aziende agricole.

“C’è ancora del lavoro da fare, ma siamo molto incoraggiati da questi risultati”, ha detto Roque. “Ora abbiamo una risposta chiara alla domanda se gli integratori di alghe possono ridurre in modo sostenibile le emissioni di metano del bestiame e la sua efficacia a lungo termine”.

(Estratto dalla rassegna stampa di Eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati