skip to Main Content

Ecco come l’inflazione rinnoverà le rinnovabili. Report Wsj

Inflazione Rinnovabili

I progetti di energie rinnovabili sono esposti all’inflazione nei mercati delle materie prime. L’articolo del Wall Street Journal

Le compagnie energetiche devono spendere di più per costruire parchi solari ed eolici per la prima volta da anni a causa dell’inflazione dei costi e dei problemi della catena di approvvigionamento, aggiungendo un ostacolo finanziario al superamento dei combustibili fossili.

I progetti di energia pulita sono esposti all’inflazione nei mercati delle materie prime della vecchia scuola a causa della loro dipendenza da materiali come il silicio e il rame. Il prezzo all’ingrosso dei pannelli solari è aumentato del 19% in Europa quest’anno, secondo Martin Schachinger, amministratore delegato di pvXchange Trading GmbH, portandoli ai livelli di fine 2018. I prezzi rimangono circa un terzo al di sotto di dove si trovavano cinque anni fa – scrive il WSJ.

I costi più elevati delle attrezzature annullano in parte un anno di calo dei prezzi che ha accelerato il passaggio alle fonti di energia rinnovabili. Significano che i trilioni di dollari che investitori, banche e altre aziende hanno messo in fila per ridurre l’aumento delle temperature globali non andranno così lontano.

“Negli ultimi 10 anni ci sono state tre certezze nella vita: la morte, le tasse e i prezzi più bassi per i pannelli solari”, ha detto Nick Parsons, capo della ricerca presso la società di investimenti ThomasLloyd Group con sede in Svizzera. “Non è così evidente che sia il caso oggi”.

Alcuni investitori che investono denaro nell’energia pulita dicono che i costi più alti hanno reso i progetti meno gratificanti dal punto di vista finanziario. Non hanno molto margine di manovra perché lo zampillo di capitale che scorre nell’energia verde ha già spinto verso il basso i rendimenti delle attività eoliche e solari. In una certa misura, gli sviluppatori sono in grado di proteggersi dall’aumento dei costi bloccando gli appaltatori prima del tempo e passando i costi sotto forma di prezzi più alti dell’energia.

“C’è un così grande livello di interesse a distribuire il capitale nelle infrastrutture verdi, che sta spingendo i prezzi verso l’alto e i rendimenti verso il basso”, ha detto Jonathan Maxwell, amministratore delegato di Sustainable Development Capital LLP, una società di investimento con sede a Londra. Allo stesso tempo, i costi delle materie prime sono aumentati, ha detto.

I prezzi per i pannelli solari sono saliti a 28 centesimi di euro per kilowatt da un minimo di 18 centesimi di euro un anno e mezzo fa, ha detto Eyal Podhorzer, amministratore delegato di Econergy Renewable Energy Ltd. con sede in Israele. Podhorzer si aspetta che le difficoltà di trasporto e la carenza di forniture mantengano i prezzi elevati fino a 18 mesi, anche se gli sono stati quotati prezzi leggermente più bassi per il secondo e terzo trimestre del 2022.

I pannelli non sono l’unica cosa a diventare più costosa. In Italia, il prezzo di acquisto dei permessi per costruire progetti solari è salito tra i 200.000 e i 300.000 euro dai 100.000 euro di un anno fa, ha detto Podhorzer. Per l’Europa in generale, il prezzo dei progetti solari pronti per essere costruiti è raddoppiato nell’ultimo anno perché non ci sono abbastanza progetti per soddisfare la domanda degli investitori.

Econergy ha rinunciato ad alcuni progetti solari nel Regno Unito grazie ai costi più elevati delle attrezzature, anche se ha ancora una pipeline piena di progetti lì.

Gli sviluppatori di energie rinnovabili hanno risposto chiedendo prezzi più alti per l’elettricità che generano nelle aste guidate dal governo in Spagna, India e altrove, invertendo un lungo declino nei prezzi dell’energia pulita. Un’asta è stata avviata questo mese nel Regno Unito, il più grande mercato eolico offshore del mondo a partire dal 2020.

I prezzi del polisilicio, il blocco di costruzione dei pannelli solari, sono più che quadruplicati dall’inizio del 2020, secondo l’Agenzia internazionale dell’energia. Essa stima che altri 95 gigawatt di capacità di energia solare potrebbero essere costruiti entro il 2026 se i costi dei materiali non aumentassero, abbastanza per alimentare circa 71 milioni di case negli Stati Uniti.

Anche l’eolico è stato colpito, con i produttori di turbine eoliche che lottano per rispettare il budget a causa dei problemi della catena di fornitura.

Gli sviluppatori che non hanno già bloccato i prezzi per la vendita di energia rinnovabile hanno una copertura. I prezzi dell’energia sono balzati in Europa quest’anno in mezzo a un’intensificazione della crisi energetica, compensando l’aumento dei prezzi degli input, ha detto Michael Bonte-Friedheim, amministratore delegato di NextEnergy Capital, le cui operazioni includono un parco solare in Cornovaglia, Regno Unito.

Ma gli investitori rinnovabili erano già a caccia di rendimenti, e per alcuni l’inflazione dei costi si sta aggiungendo alla stretta. Per un progetto solare che prima avrebbe reso dall’8% al 9%, l’aumento dei costi potrebbe far scendere di 1 o 1,5 punti percentuali, ha detto un gestore di fondi europeo che investe in energie rinnovabili.

“Le valutazioni sono estremamente alte”, ha detto Fabian Chrobog, che gestisce il fondo londinese North Wall Capital. North Wall, che gestisce quasi 1 miliardo di euro in attività, equivalente a poco più di un miliardo di dollari, ha recentemente rifiutato di prestare a un progetto di stoccaggio di energia nel Regno Unito perché i rendimenti non avevano senso, ha detto.

Andrea Echberg, responsabile delle infrastrutture globali e delle attività reali di Pantheon Ventures, ha detto che i prezzi per i parchi eolici e solari onshore hanno raggiunto livelli ai quali l’azienda preferirebbe vendere attività più che comprarle. La signora Echberg ha detto che il fondo sta cercando rendimenti migliori costruendo e sviluppando progetti invece di acquistarli già pronti.

Si è anche avventurata al di fuori dei mercati rinnovabili consolidati, trovando rendimenti nel lancio di contatori intelligenti, per esempio.

(Estratto dalla rassegna stampa di eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore