Energia

Gowan, cosa fa la società americana che comprerà l’italiana Isagro

di

Isagro

L’americana Gowan ha raggiunto un accordo per rilevare il 99,9% di Piemme, la società che controlla Isagro, e lancerà un’Opa. Tutti i dettagli

 

Il gruppo americano del settore agroalimentare Gowan acquisirà l’azienda italiana Isagro, operatore che offre prodotti per l’agricoltura a basso impatto ambientale. L’operazione è avvenuta grazie all’accordo per rilevare il 99,9% di Piemme, la società che controlla direttamente Isagro.

Isagro vola in borsa

Questa mattina il titolo di Isagro ha fatto con un balzo superiore al 100%, dopo non essere riuscita a fare prezzo per oltre un’ora a Piazza Affari. Il titolo è salito del 112% a 2,65 euro per azione (+123,7% a 2,64 euro le azioni sviluppo), dopo la notizia dell’acquisizione da parte della Gowan.

L’Opa di Gowan su Isagro

La multinazionale lancerà un’Opa a 2,76 euro per azione, il closing dell’operazione dovrebbe avvenire entro il primo semestre di quest’anno e che l’Opa sarà completata entro il terzo trimestre del 2021. L’obiettivo, come riporta il Sole 24 ore, è l’integrazione di Isagro all’interno del gruppo Gowan e il successivo delisting di Isagro. L’operazione valorizzerà l’equity di Isagro in 106,9 milioni di Euro, il prezzo dell’Opa rappresenta un premio del 118% rispetto al relativo prezzo di negoziazione al 5 marzo 2021, del 143% rispetto alla media dell’ultimo trimestre e del 149% rispetto alla media dell’ultimo semestre.

I dettagli dell’operazione

Più nel dettaglio, come riportato nel comunicato stampa con cui Gowan ha diffuso la notizia, la multinazionale deterrà Gowan deterrà l’intero capitale sociale di Piemme, la quale detiene il 51% del capitale sociale di Holdisa, che a sua volta controlla Isagro detenendo il 53,7% delle relative azioni ordinarie. Il rimanente 49% del capitale sociale di Holdisa è già detenuto da Gowan.

Gowan acquisirà anche n. 1.737.596 azioni sviluppo di Isagro di proprietà dei Venditori, che rappresentano il 12,3% delle azioni sviluppo in circolazione. Holdisa, a sua volta, detiene il 3,3% delle azioni sviluppo.

Al closing dell’Operazione, Gowan acquisirà il controllo di Piemme e Holdisa e, di conseguenza, lancerà un’offerta pubblica d’acquisto obbligatoria, ai sensi dell’art. 106 D.Lgs. 58/1998 e dell’art. 45 del Regolamento Consob n. 11971/1999, per acquistare tutte le azioni ordinarie di Isagro di cui Holdisa non sia già proprietaria

Le condizioni per il closing dell’operazione

Secondo quanto riportato dalla Gowan, il closing dell’Operazione è subordinato al verificarsi si alcune condizioni, quali l’ottenimento delle autorizzazioni eventualmente necessarie da parte delle competenti autorità di regolamentazione ai fini antitrust e della normativa sul c.d. golden power, e la cessazione dei rapporti in essere tra Isagro e le sue controllate, da un lato, e qualsiasi soggetto situato in paesi o regioni (ivi inclusa Cuba) in cui un soggetto statunitense non può condurre affari ai sensi della normativa applicabile, dall’altro lato.

Basile (Presidente Isagro): “Con Gowan continuità della missione di Isagro nel settore agrofarmaceutico”

Isagro viene fondata nel 1993 da Giorgio Basile, dopo 10 anni viene quotata sul Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana. Isagro nasce come azienda chimica che dedicata alla ricerca e sviluppo di nuove molecole di origine chimica, oggi ha variato il suo business vertendo su prodotti per l’agricoltura a basso impatto ambientale con un focus sui prodotti di origine biologica e naturale. “L’operazione con Gowan consentirà di valorizzare al meglio gli asset tangibili e intangibili sviluppati da Isagro sin dalla sua fondazione – ha dichiarato il Presidente Basile -. La complementarietà tra Gowan e Isagro assicura una continuità della missione di Isagro nel settore agrofarmaceutico. Gowan è un partner storico del nostro Gruppo e sono convinto che rappresenti una grande opportunità anche per le tante e qualificate risorse umane presenti nel nostro Gruppo”.

Gowan: un’azienda da 350 milioni di dollari

La multinazionale americana ha sede a Yuma in Arizona (Usa), è attiva nel settore degli agrofarmaci e fertilizzanti per l’agricoltura professionale e opera in oltre 80 paesi. La società è stata fondata nel 1963 da Jon Jessen, un entomologo cresciuto a Dos Palo. Tuttora Jon Jessen, militare durante la guerra di Corea, è presidente del Consiglio di Amministrazione del Gruppo. La Gowan produce e commercializza erbicidi, insetticidi, prodotti antimicotici e prodotti per la nutrizione e la protezione delle colture. La corporation negli anni ha ampliato il suo raggio d’affari grazie alle partnership con alcune multinazionali del settore che hanno contribuito alla forte crescita nel mercato americano ed internazionale. Nel 2009 il fatturato del Gruppo ha superato 350 milioni di dollari.

Il gruppo Gowan

La multinazionale, oltre alla sede americana, conta filiali in Messico, Spagna, Italia, Cile, Canada, Francia, Belgio, Colombia, Brasile e nel Regno Unito. Sono numerose le aziende del Gruppo Gowan, tutte operanti nei settori dell’agrofarmaceutica, della selezione di colture e dei fertizzanti: Dune company of Mexicali, Dune company of Salinas, Dune company of Yuma, Gowan milling, Gowan seed, Gowan semillas, Jco fertilizer USA, Jco fertilizer Mexico, Cortez Transfert, Ecoflora, Exigent e Desert Depot.

Articoli correlati