Energia

Ecco il futuro delle rinnovabili ai tempi del Covid-19

di

rinnovabili

La pandemia sta perturbando le catene di fornitura e gli sviluppatori temono di non riuscire a rispettare le scadenze per l’utilizzo degli incentivi alle rinnovabili

Prosegue la marcia al ribasso per i costi di energia solare ed eolica onshore. Secondo un’analisi della società di ricerca BloombergNEF ciò significa che ora sono la fonte più economica di sviluppo di nuova energia per almeno due terzi della popolazione globale.

I COSTI DI GENERAZIONE DI SOLARE ED EOLICO IN NETTO CALO

L’indagine annuale sui costi per i progetti di energia elettrica evidenzia perché gli analisti vedono COVID-19 rallentare la crescita ma non alterare la traiettoria fondamentale delle tecnologie. La ragione è semplice: il costo dell’elettricità per i progetti solari e eolici onshore su scala industriale è sceso, rispettivamente, di un altro 4% e 9% rispetto alla seconda metà del 2019. Comprendendo nell’analisi “sviluppo, costruzione e attrezzature, finanziamenti, materie prime, funzionamento e manutenzione”.

L’eolico, in particolare, ha visto il più forte calo dal 2015, sottolineando da Bnef. “Questo è dovuto principalmente a un aumento delle dimensioni delle turbine, che ora sono in media di 4,1 megawatt, con un prezzo di circa 0,7 milioni di dollari per megawatt per i progetti finanziati di recente”.

I PROBLEMI DEL COVID-19

Tuttavia, la crescente competitività in termini di costi non significa che non ci siano grossi problemi dovuti a COVID-19. Diversi analisti hanno tagliato le loro previsioni per il 2020 per quanto riguarda l’aggiunta di nuova capacità di generazione.

CATENE DI FORNITURA PER LA PANDEMIA

La pandemia sta perturbando, infatti, le catene di fornitura e alcuni finanziamenti di progetti, e gli sviluppatori temono di non riuscire a rispettare le scadenze per l’utilizzo degli incentivi.

Il Financial Times ha riferito che nel settore eolico, le difficoltà della catena di fornitura stanno “mettendo a rischio fino a 30 gigawatt di nuova capacità produttiva solo quest’anno negli Stati Uniti, in Cina e in Europa”.

ANCHE I COSTI DI GAS E CARBONE IN NETTO CALO

BloombergNEF ha osservato, tuttavia, che anche i carburanti concorrenti stanno vedendo un calo dei costi. “I prezzi del carbone e del gas si sono indeboliti sui mercati mondiali. E questo potrebbe aiutare a proteggere per un po’ di tempo la produzione di combustibili fossili dall’attacco dei costi delle rinnovabili”, ha detto il capo economista Seb Henbest.

Naturalmente molto dipenderà dal fatto che il sostegno agli appelli dell’ONU, dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, dei funzionari dell’UE e di altri per il rilancio dell’energia pulita attraverso pacchetti di salvataggio economico si realizzino.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati