Advertisement
skip to Main Content

Come si gaserà Eni in Cina

Cosa farà Eni in Cina con la compagnia Zhejiang Energy nel settore del gas e del gas naturale liquefatto 

 

Eni guarda alla Cina. Il Cane a sei zampe ha avviato una collaborazione nel settore del gas e del gas naturale liquefatto con la cinese Zhejiang Energy.

L’azienda guidata dall’amministratore delegato Claudio Descalzi è presente a Pechino dal 1984. Tutti i dettagli.

IL MEMORANDUM TRA ENI E ZHEJIANG ENERGY

Eni ha siglato con la società cinese Zhejiang Energy un Memorandum of Understanding (MoU) con l’obiettivo di avviare una cooperazione strategica nel settore energetico e, in particolare, in quello del gas e del Gnl.

COSA FARANNO LE DUE AZIENDE

Le società avvieranno iniziative di settore in Cina e a livello internazionale con l’obiettivo di favorire il passaggio dal carbone al gas nella produzione di energia elettrica, per abbattere le emissioni. I due gruppi sigleranno un accordo di fornitura di GNL a lungo termine e parteciperanno, congiuntamente, a progetti di settore.

UN ALTRO PASSO NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA

Per Eni, spiega l’azienda, “il MoU rappresenta un ulteriore passo in avanti nel processo di transizione energetica”: il Cane a sei zampe raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050, in tutte le sue operazioni.

Produrre elettricità dal gas, invece che dal carbone, riduce fino alla metà le emissioni di gas serra di una centrale elettrica, offrendo un immediato progresso nella decarbonizzazione del settore.

LA PRESENZA DI ENI IN CINA

Eni è presente in Cina dal 1984 e ha recentemente istituito un nuovo ufficio di rappresentanza a Pechino. La società, nel Paese del Dragone, attiva nei settori Exploration & Production, Gas & Power e Refining & Marketing e Chimica. In Cina, Eni ha prodotto, nel 2019, 1 milione di barili di petrolio e una produzione di idrocarburi pari ad 1 milione di barili equivalenti.

LE ATTIVITA’ DI ESPLORAZIONE

Sul fronte dell’esplorazione Eni in Cina concentra le proprie operazioni nell’offshore meridionale del Paese, come da Production Sharing Agreement (PSA). L’azienda, si legge sul sito, offre i mezzi per l’estrazione di petrolio destinato al mercato interno e di gas, che viene trasferito tramite una pipeline sottomarina, e vendiamo l’intera fornitura alla compagnia di Stato China National Offshore Oil Cooperation

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore