Energia

Come e perché Epa e Trump allentano i vincoli per l’industria del petrolio e del gas

di

L’amministrazione Trump sostiene che le novità regolamentari faranno risparmiare all’industria del petrolio e del gas tra i 17 e i 19 milioni di dollari all’anno

 

L’agenzia per la protezione ambientale (Epa) degli Stati Uniti ha annunciato che intende allentare le norme federali sulle emissioni di metano per impianti petroliferi e gas. La norma proposta invertirà gli standard fissati dall’amministrazione Obama che impongono alle aziende di trivellazione di impedire il rilascio di metano in nuovi pozzi di perforazione, condutture e strutture di stoccaggio. L’amministrazione Trump ha presentato infatti un piano di vasta portata per ridurre la regolamentazione delle emissioni di metano, che contribuisce in modo significativo al cambiamento climatico.

I NODI AL PETTINE

La regola proposta, secondo il Wall Street Journal, annulla dunque gli standard dell’era Obama che richiedono alle aziende di ridurre le emissioni di metano dalle loro operazioni, anche nei siti di perforazione, nelle condutture e negli impianti di lavorazione. Invece di prendere in considerazione il metano proveniente dall’intera catena di approvvigionamento, la proposta suddividerebbe inoltre le operazioni upstream da quelle midstream che verrebbero deregolamentate. L’amministrazione Trump sostiene che le novità regolamentari faranno risparmiare all’industria del petrolio e del gas tra i 17 e i 19 milioni di dollari all’anno, una cifra esigua per un’industria che vale centinaia di miliardi di dollari. Non solo. La novità riapre anche la questione se l’Epa abbia o meno l’autorità per regolamentare il metano come sostanza inquinante.

LO SMANTELLAMENTO NORMATIVO RAPPRESENTA UN’ALTRA BATTUTA D’ARRESTO PER GLI SFORZI DI CAMBIAMENTO CLIMATICO

Come spiega il New York Times, “il piano di rollback è particolarmente importante perché le grandi compagnie energetiche si sono espresse contro – unendosi a case automobilistiche, aziende elettriche e altri giganti industriali – alle iniziative amministrative per smantellare le regole ambientali per contrastare il cambiamento climatico”. Il metano è un potente gas serra, 80 volte più potente della CO2. Il metano rappresenta circa il 10% delle emissioni totali di gas serra degli Stati Uniti, la maggior parte delle quali proviene dall’industria petrolifera e del gas. Secondo una recente analisi del Wall Street Journal, le emissioni di metano dell’industria energetica statunitense hanno l’equivalente di 69 milioni di automobili. “Ci sono prove scientifiche schiaccianti che il metano è dannoso – più dannoso di quanto pensassimo – e il settore del petrolio e del gas è un fattore di inquinamento maggiore di quanto potessimo pensare”, ha detto Peter Zalzal con il Fondo per la difesa ambientale a Bloomberg.

LA RISPOSTA DI TRUMP ALLE NORME CHE IMPEDISCONO LO SVILUPPO ECONOMICO

I funzionari dell’Epa hanno chiarito che le nuove regole sono una risposta dell’amministrazione Trump alle norme che impediscono lo sviluppo economico. Il piano “rimuove gli oneri normativi inutili dall’industria petrolifera e del gas”, ha detto l’amministratore di Epa Andrew Wheeler secondo quanto riferito dal Nyt. “L’amministrazione Trump riconosce che il metano è prezioso e l’industria ha un incentivo per ridurre al minimo le perdite e massimizzare il suo utilizzo”. Wheeler ha osservato che dal 1990, la produzione di gas naturale negli Stati Uniti è quasi raddoppiata, mentre le emissioni di metano in tutto il settore sono diminuite del 15%.

L’AMERICAN PETROLEUM INSTITUTE HA ELOGIATO IL ROLLBACK

L’American Petroleum Institute ha elogiato il rollback, dicendo che accoglie con favore “regolamenti intelligenti” come questo. Ma alcune grandi compagnie petrolifere hanno chiesto standard più severi malgrado aziende come ExxonMobil, BP e Royal Dutch Shell abbiano interessi crescenti nella produzione di gas naturale (la Exxon è uno dei maggiori produttori di gas del paese). Avere standard più severi sulle fughe di metano – o almeno la percezione che sia in vigore un forte regime normativo – è considerato critico per la vendita di gas in un mondo vincolato dal carbonio. Ma alcune delle maggiori compagnie petrolifere temono una perdita di credibilità. BP ha scritto un op-ed all’inizio di quest’anno dicendo che è “essenziale che l’EPA regoli le emissioni di metano”. Verso la fine del 2018, Exxon ha invitato l’EPA a fare lo stesso. Alcuni nell’industria petrolifera, a disagio con la deregolamentazione, temono anche anni di cause dovute all’impegno dei gruppi ambientalisti mentre le piccole compagnie petrolifere e del gas sono a favore perché sostengono che le regole sono troppo costose per loro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati