Energia

Che cosa faranno Snam e Cdp con la piattaforma Renovit

di

Cdp Equity entra al 30% in Snam4Efficiency, che assume il nome di Renovit. Tutti i dettagli

 

Snam e gruppo Cdp danno il via allo sviluppo di Renovit, la nuova piattaforma italiana per promuovere l’efficienza energetica di condomini, aziende e pubblica amministrazione e favorire lo sviluppo sostenibile e la transizione energetica del Paese.

CHE COSA FA RENOVIT

Renovit si posiziona come abilitatore dell’ulteriore crescita del settore, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi nazionali di efficienza energetica al 2030 e alla decarbonizzazione del sistema economico. È stata perfezionata l’operazione attraverso la quale CDP Equity entra nel capitale di Snam4Efficiency, che assume il nome di Renovit e che sarà partecipata per il 70% da Snam e per il 30% da CDP Equity.

TUTTI I DETTAGLI SU SNAM4EFFICIENCY

Snam4Efficiency si è affermata rapidamente come uno dei principali operatori italiani nello sviluppo dell’efficienza energetica, offrendo servizi integrati a tutti i segmenti del mercato attraverso TEP Energy Solution ed Evolve, società controllate rispettivamente al 100% e al 70%, attive nel settore residenziale e industriale, e Mieci, controllata al 70% e operante nel segmento della pubblica amministrazione. Tali attività sono state ulteriormente sviluppate nel tempo e arricchite di nuove competenze.

GLI OBIETTIVI DI RENOVIT

In particolare, Renovit farà leva sull’attuale posizionamento nei settori residenziale e industriale e svilupperà ulteriormente l’attività nel settore della pubblica amministrazione, forte del ruolo del Gruppo CDP, da 170 anni a sostegno del territorio italiano e degli enti locali. A tal proposito, contestualmente al closing, è stato sottoscritto un accordo di cooperazione commerciale tra Renovit e CDP.

L’enterprise value del 100% di Snam4Efficiency è stato valutato circa 150 milioni di euro. L’amministratore delegato di Renovit sarà Cristian Acquistapace, che guida Snam4Efficiency fin dalla sua costituzione. Renovit e i suoi azionisti valuteranno tutte le opzioni per la futura crescita della società, inclusa una possibile quotazione in Borsa nel medio periodo.

LE PAROLE DI PALERMO (CDP)

“L’accordo di oggi – ha dichiarato Fabrizio Palermo, amministratore delegato di CDP – è un ulteriore passo nell’attuazione del Piano Industriale di CDP, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dal Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima. Cassa Depositi e Prestiti sta attuando una trasformazione strategica e operativa per essere sempre più vicina alle esigenze delle amministrazioni pubbliche e delle imprese, generando benefici anche per i cittadini. Questa iniziativa si inquadra infatti nel processo di ampliamento delle attività di CDP, che sta assumendo un ruolo di vero e proprio partner strategico per gli enti locali: non più solo finanziatore degli investimenti, ma anche consulente tecnico-finanziario e promotore di iniziative per lo sviluppo di opere infrastrutturali ed energetiche. Siamo convinti che l’impegno congiunto con Snam possa portare Renovit a diventare velocemente l’operatore leader in Italia di questo comparto, oggi ancora molto frammentato”.

IL COMMENTO DI ALVERÀ (SNAM)

“L’efficienza energetica – ha commentato Marco Alverà, amministratore delegato di Snam – è una delle attività attraverso le quali Snam vuole raggiungere la neutralità carbonica al 2040 e contribuire a ridurre le emissioni per il sistema Paese in linea con gli obiettivi climatici nazionali ed europei. Un utilizzo più efficiente dell’energia da parte di condomini, imprese e pubblica amministrazione riqualificando gli immobili e utilizzando le nuove tecnologie digitali è essenziale per ridurre l’inquinamento e le emissioni di CO₂. In soli due anni Snam è riuscita a creare uno dei principali operatori nazionali del settore, valorizzando competenze e progetti imprenditoriali italiani. La nascita di Renovit, in collaborazione con CDP, dà continuità a questo percorso con ulteriori prospettive di crescita: abbinando visione di mercato e capacità tecniche e finanziarie, la nuova società sarà in grado di fornire un contributo ancora più significativo alla riqualificazione energetica e alla lotta ai cambiamenti climatici, favorendo lo sviluppo sostenibile del nostro Paese”.

Articolo pubblicato su energiaoltre.it

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati