Energia

Perché BlackRock scommette sulla transizione energetica

di

blackrock

Che cosa ha scritto sulla transizione energetica il presidente di BlackRock, Larry Fink, a dirigenti del fondo e aziende clienti 

 

BlackRock, la più grande società di investimento al mondo, ha detto che il net zero – cioè la tendenza all’azzeramento delle emissioni nette di gas serra, solitamente entro il 2050 – si è ormai imposto a livello globale. E che le aziende devono pertanto adeguarsi, mettendo a punto strategie ambiziose mirate alla sostenibilità e alla riduzione del loro impatto climatico.

LE LETTERE DEL CEO DI BLACKROCK

Martedì scorso il presidente di BlackRock, Larry Fink, ha mandato un paio di lettere – una ai dirigenti d’azienda e una ai clienti – per dire che “il rischio climatico è il rischio di investimento”. E che la crisi pandemica non ha distolto l’attenzione dal clima ma, al contrario, l’ha rafforzata, accelerando la transizione energetica verso le fonti di energia pulite. Per il 2021 Fink si immagina una spinta ancora maggiore verso questa direzione, vista l’agenda climatica del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che – tra le altre cose – ha avviato il processo di reintegro del paese nell’accordo di Parigi.

LA TRANSIZIONE ENERGETICA COME OPPORTUNITÀ ECONOMICA

Fink parla della transizione energetica come di un “cambiamento immane”, che rivoluzionerà intere economie e che toccherà “i modelli di business di tutte le società, nessuna esclusa”. La descrive però anche come una “grande opportunità economica” e di investimento.

Fink sostiene che il rischio climatico sia la principale priorità dei clienti di BlackRock: la società gestisce asset per quasi 8,7 migliaia di miliardi di dollari ed è l’azionista di maggioranza di molte delle aziende più grandi al mondo.

LE RICHIESTE ALLE AZIENDE

A proposito di aziende, Fink scrive che sempre più investitori scelgono di puntare su quelle che si danno obiettivi di sostenibilità. Stando così le così, “le società che hanno una strategia a lungo termine ben articolata e un piano chiaro per gestire la transizione verso la neutralità carbonica si distingueranno agli occhi degli stakeholder, nonché dei clienti, responsabili politici, dipendenti e azionisti, spingendoli a fidarsi della loro capacità di affrontare questa trasformazione globale. Saranno invece penalizzate le attività e le valutazioni delle società che non si prepareranno in tempi rapidi, perché questi stessi stakeholder perderanno fiducia nella loro capacità di adattare i propri modelli di business ai radicali cambiamenti previsti”.

La stessa BlackRock ha ad oggi raggiunto la neutralità carbonica nelle sue attività e – dice Fink – si impegna a sostenere l’obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050. E chiede alle aziende di fare altrettanto: “visto il ruolo centrale che rivestirà la transizione energetica per le prospettive di crescita di tutte le società, chiediamo alle aziende di divulgare un piano relativo alla compatibilità del proprio modello di business con un’economia a zero emissioni nette”, si legge nella lettera ai CEO.

LA SOSTENIBILITÀ COME NUOVO STANDARD D’INVESTIMENTO

Nella lettera ai clienti, invece, Fink ha presentato le iniziative di BlackRock per adeguare anche i portafogli di investimento al nuovo contesto di net zero. La sostenibilità viene descritta come “il nuovo standard d’investimento” di BlackRock, anche se in passato la società era stata accusata di scarsa attenzione al tema e ancora oggi è molto legata all’industria del carbone, per esempio, con holding per 85 miliardi di dollari.

“Nel 2020”, si legge nella lettera, BlackRock ha “realizzato l’obiettivo di integrare i principi ESG in tutti i nostri portafogli attivi e di advisory”. ESG sta per Environmental, Social and Governance ed indica quei criteri utilizzati per misurare la sostenibilità ambientale, sociale e di governance di un’impresa o di un investimento.

Da gennaio a novembre 2020 gli investitori in fondi comuni ed ETF hanno investito globalmente 288 miliardi di dollari in prodotti sostenibili: il 96 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Non solo i governi e le economie, quindi, ma anche la finanza si sta muovendo verso la neutralità carbonica. E BlackRock dice di voler essere “alla guida di questa transizione”, “nel migliore interesse” dei suoi clienti.

Secondo Fink, in passato “costruire un portafoglio attento al clima era un processo assai difficoltoso, alla portata solo dei maggiori investitori. Ma la creazione di investimenti indicizzati sostenibili ha consentito una forte accelerazione dei capitali verso società più pronte ad affrontare il rischio climatico”.

GLI OBIETTIVI DI BLACKROCK PER IL 2021

Nelle due lettere BlackRock ha presentato le principali attività in ottica “zero netto” per il 2021. Eccole, in sintesi:

  • Pubblicare una metrica di allineamento delle temperature per i nostri fondi azionari e obbligazionari pubblici, laddove siano disponibili dati sufficienti.
  • Integrare le considerazioni sul clima nelle nostre ipotesi sui mercati dei capitali; attuare un “modello a maggiore scrutinio” nei nostri portafogli attivi come quadro di riferimento per gestire le posizioni che presentano un rischio climatico significativo (segnalando le posizioni per una potenziale uscita).
  • Lanciare prodotti di investimento con espliciti obiettivi di allineamento delle temperature, compresi prodotti in linea con l’obiettivo di zero emissioni nette.
  • Usare le attività di gestione degli investimenti per assicurare che le società in cui investono i nostri clienti mitighino il rischio climatico e prendano in considerazione le opportunità offerte dalla transizione verso la neutralità carbonica.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati