Mobilità elettrica

Come sgommano le consegne di Tesla (ma gli analisti frenano)

di

Tesla _Elon Musk

Fatti, numeri e scenari sul futuro di Tesla, che registra record di consegne, ma non centra le attese degli analisti

 

Numeri da record per Tesla, ma al di sotto delle attese. La casa automobilistica, pioniere della mobilità elettrica, ha consegnato, nel corso del terzo trimestre, 97.000 veicoli in tutto il mondo. Ha fatto meglio di quanto fatto in passato ma ha mancato gli obiettivi. Andiamo per gradi.

LE CONSEGNE

Tra luglio e settembre 2019 la casa auto ha consegnato un record di 97.000 veicoli in tutto il mondo. Di questi 79.600 erano Model 3 e 17.400 erano Model S ed X. Numeri decisamente superiori a quelli registrati nel terzo trimestre 2018: 55.840 Model 3 e 27.660 Model S ed X. Le consegne sono aumentate del 16,2% rispetto a un anno fa e dell′1,9% rispetto al secondo trimestre 2019.

Le consegne dei modelli S e X, i più costosi, hanno rappresentato il 18% delle consegne nel terzo trimestre 2019, come il trimestre precedente, registrando un netto calo rispetto al 33% che rappresentavano un anno fa.

LA PRODUZIONE

Guardando alla produzione, invece, Tesla ha prodotto 96.155 veicoli nel terzo trimestre 2019, tra cui 79.900 Model 3, l′83% della produzione dell’azienda nel terzo trimestre.

NUMERI AL DI SOTTO DELLE ATTESE

La casa auto, negli ultimi 3 mesi, ha superato l’ultimo record di consegne, 95.200 veicoli elettrici, fissato nel secondo trimestre ma ha mancato le aspettative di 99.000 consegne che avevano stimato gli analisti di Wall Street.

TUTTA COLPA DI ELON MUSK?

La verità è che le alte aspettative erano state alimentate proprio da Elon Musk, fondatore ed ad di Tesla, che aveva fatto intendere che sarebbe stato possibile per Tesla superare la quota di 100 mila auto consegnate nel terzo trimestre 2019.

“Quando Elon Musk dice che puntano a 100 mila consegne, speri che siano 102 mila. Non 97 mila”, ha detto a Bloomberg Gene Munster di Loup Ventures.

IL CROLLO IN BORSA

Nonostante i buoni risultati, gli investitori si attendevano qualcosa in più e, delusi, hanno venduto il titolo nel dopo-mercato, portando la casa automobilistica americana a perdere oltre

TESLA MANCHERA’ LE STIME ANNUE?

L’obiettivo mancato, come si legge su CNBC, renderà sicuramente più difficile, a Tesla, raggiungere l’obiettivo di 360.000 – 400.000 veicoli veicoli consegnati, con un aumento dal 45% al ​​65% rispetto al 2018.

Tale obiettivo sarà centrato solo se la società sarà in grado di consegnare circa 105.000 veicoli nel quarto trimestre 2019. Per gli analisti, secondo FactSet, tutto è ancora possibile e prevedono che l’azienda consegnerà 106.000 unità negli ultimi 3 mesi.

TESLA CRESCE

Indipendentemente dagli obiettivi mancati, però, Tesla sta crescendo. La società, da quest’anno, ha anche aperto a nuovi mercati: l’azienda guidata da Elon Musk vende veicoli elettrici in Cina, Australia, Taiwan, Regno Unito e in diversi mercati dell’Europa orientale, tra cui Polonia e Ungheria.

E in Cina le auto Tesla sono esenti dalla tassa di acquisto del 10%. Presto vedremo gli effetti anche sui numeri della società?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati