Mobilità, Mobilità elettrica

Tencent scende nella partita dell’auto a guida autonoma

di

guida autonoma

L’azienda, che aveva già lasciato intuire nel marzo 2017 di volersi impegnare in questo settore, ha sviluppato il suo modello di guida autonoma

Tencent vuole entrare nel mercato della mobilità. E lo fa a gamba tesa, mentre compra il 5% delle azioni di Tesla, diventandone quarto azionista in ordine di possesso di azioni, lavora ad un sistema di guida automona, provando a sfidare Waymo,Ford, Baidu e i numerosi player di settore .

Cos’è Tencent?

Tencent, terza società internet più grande al mondo dopo Google e Amazon.com, con una capitalizzazione di mercato di 38 miliardi di dollari statunitensi, è una società per azioni d’investimento, è stata fondata nel 1998 da Ma Huateng e Zhang Zhidong, e le sue filiali forniscono servizi per i telefoni cellulari (è famosa per l’app WeChat), i mass media, internet e l’intrattenimento.

Aveva fatto molto parlare di sé nel Marzo del 2017, dopo aver acquistato il 5% di Tesla – azienda automobilistica che crea e produce veicoli elettrici per il mercato di massa – per 1,78 miliardi di dollari statunitensi. Questo acquisto non era stato previsto, e ha segnato l’ingresso per Tencent nel settore automobilistico statunitense, precisamente nel mercato delle elettriche, in cui i cinesi vogliono posizionarsi come leader a livello mondiale. Risale proprio a Marzo, la dichiarazione di Ma Huateng, presidente di Tencent, il quale disse di volere una compagnia che sviluppasse un’apparato dell’intelligenza artificiale dedicato alle auto autonome.

Sistema di guida autonoma

E Tencent ha accontentato le richieste, sviluppando il suo sistema di guida autonoma: è l’ultima azienda, in ordine di tempo, a immergersi in un’industria che può fruttare 42 miliardi di dollari.

Il gigante delle comunicazioni cinesi, vuole sfruttare al meglio la sua tecnologia di mappatura e intelligenza artificiale così da competere in un settore attraente. Non è chiaro quanto tempo e quanti sforzi abbia tencent-teslaimpiegato Tencent per avere un prototipo finito e iniziarne i test interni ma le azioni sono cresciute fino al 3% a Hong Kong, raggiungendo la percentuale più elevata dalla sua quotazione in borsa nel 2004.

L’azienda sarebbe l’investitore cinese più importante all’interno del commercio delle auto con guida autonoma, sopratutto dopo l’acquisto di Tesla Inc. e visto il sostegno verso l’impresa di reti e trasporti cinese Didi Chuxing (una sorta di Uber con sede a Pechino), e del mapmaker NavInfo – società tecnologica cinese, che cerca di diventare il cervello digitale della guida intelligente, utilizzando la mappatura HAD – ed entrerebbe sopratutto in competizione con Baidu, principale motore di ricerca in lingua cinese e terzo per importanza al mondo, che ha investito miliardi di dollari in AI e la ricerca di guida,e intende creare e mettere in strada veicoli entro il 2018.

Guida automona: un mercato chiave

La guida autonoma è identificata come uno dei mercati chiave che può aiutare i produttori cinesi a diventare innovativi e competitivi a livello globale. Tencent aveva già operato nella mappatura tramite l’azienda Shenzen, integrando anche la connettività internet e il riconoscimento delle immagini che lo avrebbero aiutato a competere con Baidu per un mercato interno di auto elettriche proiettato ad essere il più grande del mondo.

Attualmente, Tencent è il quarto più grande azionista di Tesla, secondo i dati posseduti e pubblicati da Bloomberg. La società di Elon Musk sta preparando la produzione della vendita al mercato di massa del Model 3 entro la fine di quest’anno. Non è ancora chiaro, però, come collaboreranno sui progetti specifici.

 

Giovanni Malaspina

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati