skip to Main Content

Perché Apple non sprinterà a breve con la sua auto elettrica

Apple Auto Elettrica

Che cosa dicono gli analisti sul lancio dell’auto elettrica di Apple

 

Il mercato è troppo ottimista sull’auto autonoma elettrica di Apple.

L’auto autonoma ed elettrica di Apple, di cui si è parlato nei giorni scorsi per alcune indiscrezioni di stampa, non arriverà sulle strade prima del 2025-2027. Ne è convinto l’analista Ming-chi Kuo, noto esperto della società di Cupertino, secondo cui il lancio commerciale potrebbe anche slittare al 2028 e oltre. Anziché il 2024 come riportato da Reuters.

“L’attuale programma di sviluppo della Apple Car non è chiaro. Se lo sviluppo inizia quest’anno e tutto va bene, l’auto sarà lanciata nel 2025-2027 al più presto”, scrive Kuo in una nota riportata dal sito specializzato MacRumors.

IL PARERE DELL’ESPERTO DELLA SOCIETÀ DI CUPERTINO

“A causa dei cambiamenti nel mercato dei veicoli elettrici e a guida autonoma, e degli standard di alta qualità di Apple, non saremmo sorpresi se il programma di lancio di Apple Car fosse posticipato al 2028 o successivamente”.

Kuo mette quindi in guardia gli investitori, a cui ricorda che “sebbene Apple abbia una serie di vantaggi competitivi, non sempre ha successo nelle nuove attività commerciali”, come ad esempio nel mercato degli smart speaker.

IL PROGETTO TITAN DI APPLE

Nel 2014 Apple ha avviato Titan, il progetto di auto a guida autonoma. Tuttavia, il progetto ha faticato a procedere senza intoppi e ad un certo punto Apple ha deciso di concentrarsi solo sulla parte software della tecnologia.

Ma le cose al progetto Titan sono “progredite” da quando nel 2018 Apple ha riportato nella società Doug Field, ex dirigente di Tesla, per rilevare le operazioni e rinnovare il team.

L’obiettivo di Apple di costruire un veicolo personale per il mercato di massa competerà con rivali come Waymo di Alphabet (parent company di Google), che ha costruito robo-taxi per trasportare passeggeri per un servizio di ride-hailing senza conducente.

AL CENTRO LA BATTERIA DI CUPERTINO

Secondo il rapporto di Reuters, al centro della strategia di Apple c’è un nuovo design della batteria che potrebbe ridurre “radicalmente” il costo delle batterie e aumentare l’autonomia del veicolo.

Si dice che la batteria faccia affidamento su un “design unico” monocellulare che racchiude più materiale in ciascuna batteria. Apple starebbe prendendo in considerazione una tecnologia della batteria chiamata litio ferro fosfato che è più sicura delle batterie agli ioni di litio.

IL RITARDO DI APPLE IN CASO DI LANCIO DELL’AUTO ELETTRICA

“Se la Apple Car vuole avere successo in futuro, il fattore chiave sono i big data e l’intelligenza artificiale, non l’hardware”, ha sottolineato l’analista Ming-chi Kuo. “Una delle nostre maggiori preoccupazioni sulla Apple Car è che, quando verrà lanciata, gli attuali marchi di auto a guida autonoma avranno accumulato almeno cinque anni di big data, intelligenza artificiale e deep learning. Come farà Apple a recuperare questo ritardo?”.

NEL FRATTEMPO MUSK FA SAPERE CHE…

Sulla scia dei rumors sull’auto elettrica di Apple, ha detto la sua anche Elon Musk, ceo di Tesla. Il numero uno della casa automobilistica ha sottolineato su Twitter che una batteria “monocellulare” è “elettrochimicamente impossibile”. Musk ha anche affermato che “durante i giorni più bui” della produzione della Model 3, ha contattato il ceo di Apple Tim Cook per discutere la possibilità che Apple acquisisse Tesla per una frazione del suo valore attuale, ma Cook apparentemente ha rifiutato l’incontro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore