Mobilità, Mobilità elettrica

Enel punta sull’auto elettrica. E diventa sponsor della Formula E

di

Enel - Formula E

Enel creerà una smart grid mobile che fornirà l’energia necessaria per le gare delle monoposto a propulsione elettrica. La partnership strategica tra la società elettrica e la Fia Formula E

Enel entra a far parte della famiglia della Fia Formula E, diventando lo sponsor ufficiale delle corse per monoposto a propulsione elettrica. L’accordo di patnership varrà fino al 2018. La scelta di Enel è strategica: la società di energia punta sulla Formula E non solo per ragioni di marchio, ma anche per partecipare da protagonista alla rivoluzione della mobilità elettrica, e quindi crescere anche da un punto di vista tecnologico nel settore. Enel, egli ultimi anni, ha concentrato il suo impegno nello sviluppo delle tecnologie di generazione da rinnovabili, delle smart grid e delle soluzioni di e-mobility e la Formula E gli offre un banco di prova ad alta tecnologia.

“Siamo felici di essere partner del team della Formula E, iniziativa che ci consente di mettere a disposizione le nostre conoscenze per aumentare la digitalizzazione della loro infrastruttura di Energy management e di fornire energia con le nostre tecnologie di generazione da rinnovabili”, ha affermato l’ad dell’Enel Francesco Starace nel corso della presentazione dell’accordo. “Cinque, dieci anni fa, le energie rinnovabili non erano considerate una cosa seria, ma solo carina. E così va per l’auto elettrica. È vero che ci sono cose da sistemare, come la tecnologia, la psicologia delle persone e le infrastrutture per la ricarica”.

“La Formula E vuole convincere la gente a comprare le auto elettriche: ci mancava il power (l’energia, ndr) e oggi ce l’abbiamo”, ha spiegato lo chief executive di Formula E Alejandro Agag.

Enel

Il ruolo di Enel

Il colosso elettrico, in quanto partner della categoria delle monoposto a propulsione elettrica, fornirà le proprie soluzioni di energia rinnovabile per ricaricare le auto durante prove e gara, attraverso la creazione di una mini-grid mobile completamente digitalizzata, che sfrutta la tecnologia Smart metering per monitorare i consumi e dare al pubblico la possibilità di interagire con un sistema energetico avanzato in tempo reale. In questo modo, le gare potranno essere ospitate dalle diverse città, senza che la rete elettrica delle città stesse venga sovraccaricata.

Non solo. Secondo l’accordo, Enel installerà nelle zone limitrofe al percorso di gara delle colonnine di ricarica per i tifosi che utilizzino veicoli elettrici e illuminerà l’area circostante con illuminazione Led.

Formula E ed energia rinnovabile

La patnership è anche un incentivo allo sviluppo delle energie rinnovabili. Già a partire dal 2017-2018, infatti, le auto da corsa a propulsione elettrica potranno contare, per ottenete l’energia necessaria all’evento, su una combinazione di pannelli solari e di generatori alimentati a glicerina, connessi a un innovativo sistema di accumulo.
Enel si impegna anche a valutare la possibilità di installare dei pannelli solari anche nelle altre aree degli e-Prix.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati