Mobilità, Mobilità elettrica

Auto elettrica a guida autonoma. Come ti rivoluziono la mobilità

di

auto elettrica

Grandi piani nella mente di Elon Musk: l’auto elettrica a guida autonoma di Tesla rivoluzionerà la mobilità 

L’auto elettrica a guida autonoma di Tesla manderà a casa tassisti e autisti Uber. O almeno questi sono i piani di Elon Musk, numero uno della casa automobilistica americana: la rete delle auto Tesla potrebbe dar vita ad un car-sharing autonomo, che darebbe ai proprietari delle vetture anche la possibilità si ripagarsi l’auto.

Ci spieghiamo.  L’auto del futuro verrà a prenderci dove siamo e ci porterà a destinazione: il passeggerò pagherà il solo viaggio, o un abbonamento, e i profitti andranno al proprietario dell’auto. Avete capito bene, al proprietario dell’auto: ognuno potrà scegliere di condividere la propria vettura mentre, per esempio, è a lavoro.

Il car sharing “potrebbe abbattere significativamente i costi di gestione dell’auto, oltre che a far cassa a Tesla. Ovviamente la maggior parte degli introiti andrebbero al proprietario della vettura” ha spiegato Elon Musk. “Non sarà Tesla contro Uber. Sarà la gente contro Uber.”

auto elettricaPer dar vita ad un car-sharing autonoma, la casa automobilistica doterà ogni suo prossimo veicolo del sistema di guida autonoma, anche se la funzione non sarà ancora disponibile per i conducenti fino a quando non saranno risolte le questioni normative.
“Dal momento che la maggior parte delle automobili sono in uso solo dal loro proprietario per il 5%, massimo 10%, della giornata, un’auto a guida autonoma potrebbe avere un’utilità economica che probabilmente una macchina tradizionale non ha è”, ha detto Musk.

Anche Uber dà vita a car sharing a guida autonoma

Non sarà un’auto di proprietà che potrà fruttare soldi mentre si è lavoro quella di Uber, ma anche l’azienda tecnologica di San Francisco pensa ad una propria rete di vetture che possano esser condivise per gli spostamenti in città.

Uber ha siglato un accordo da 300 milioni di dollari con Volvo. Le due società utilizzeranno  lo stesso veicolo di base per la prossima fase delle rispettive strategie relative all’auto a guida autonoma. Uber applicherà a un veicolo di base Volvo i sistemi di guida autonoma che ha sviluppato, mentre Volvo userà lo stesso veicolo base per la prossima generazione delle sue auto a guida autonoma.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati