Economia

Che cosa cambia per Nexi e Sia con Worldline-Ingenico

di

Worldline Ingenico

Worldline acquista Ingenico e nasce il quarto gruppo mondiale dei pagamenti, numero uno in Europa. Si accelera in Italia su Nexi-Sia?

 

Worldline acquista Ingenico, attraverso una offerta pubblica di scambio amichevole. La nuova realtà sarà il quarto gruppo mondiale dei pagamenti, numero uno in Europa.

L’operazione accende i riflettori sul risiko del settore pagamenti: Nexi si fonderà con Sia con la benedizione di Cdp? E come? E quando? Andiamo per gradi.

FUSIONE WORLDLINE E INGENICO

Partiamo dai fatti. Secondo quanto annunciato in una nota, i consigli di amministrazione di Worldline, i cui maggiori azionisti sono Atos e il gruppo svizzero SIX, e Ingenico, il cui azionista è Bplfrance, la fusione dei due gruppi francesi. Worldline acquisterà Ingenico attraverso un’offerta pubblica di scambio amichevole.

Il completamento dell’operazione è previsto nel terzo trimestre.

IL PREZZO

Il deal valuta Ingenico circa 7,8 miliardi di euro. Verranno corrisposte 11 azioni Worldline e 160,5 euro ogni 7 azioni Ingenico.

Worldline per acquisire Ingenico prevede una parte in equity e una in cash (81% e 19%), con un premio del 24% sul prezzo dell’ultimo mese. Gli azionisti di Ingenico potranno anche scegliere di ottenere 56 azioni Worldline in cambio di 29 azioni Ingenico e 123 euro per ogni azione Ingenico. L’offerta sarà destinata anche a tutti i possessori del bond Ingenico Oceane: 179 euro per ogni bond o un’offerta mista: 4 azioni Worldline e 998 euro in contanti ogni 7 bond offerti. Il massimo cash out atteso, per pagare in cash sia le azioni che i bond, è di 2 miliardi che verranno finanziati, spiega la nota, con un finanziamento ponte.

PRIMO OPERATORE IN EUROPA

L’acquisto farà del nuovo gruppo il quarto gruppo mondiale dei pagamenti (dietro a Visa, Mastercard e American Express), numero uno in Europa, con un fatturato combinato di 5,3 miliardi di euro (su carta) e 1,2 miliardi di OMDA (operating margin before depreciation and amortization).

Previste sinergie di 250 milioni su base annua nel 2024.

LE NUOVE CARICHE

Il presidente e ceo di Worldline, Gilles Grapinet, sarà il ceo del nuovo gruppo Il presidente di Ingenico, Bernard Bourigeaud, invece, dovrebbe essere nominato presidente esecutivo. Il ceo di Ingenico, Philipe Lazare, è stato rimosso dal suo incarico nel 2018.

BPIFRANCE

Bpifrance (controllata al 50% da Caisse des dépôts et consignations e da EPIC Bpifrance) che detiene il 5,3% del capitale di Ingenico, ha annunciato l’intenzione di aumentare potenzialmente la propria partecipazione in Worldline.

FUSIONE NEXI-SIA IN VISTA?

La fusione tra i due gruppi francesi riaccende i fari sul risiko del settore pagamenti, anche in Italia. Che sia vicina, vista la novità francese, la fusione tra Nexi, quotata da marzo 2019 a Piazza Affari e con una capitalizzazione di circa 5,7 miliardi, e Sia, che da poco a debuttato sul listino di Milano? Sì, secondo gli analisti. “E’ ora possibile che l’attivismo nel settore in Europa possa far aumentare le chance di un’operazione tra Nexi e Sia”, scrive MF-Milano Finanza, che aggiunge che “la scelta degli advisors di Sis da parte di Cdp sarebbe vicina. Tra i nomi vi sarebbero Lazard, Rothschild, Vitale e Evercore”.

“Gli advisor indicati sembrano più appropriati per operazioni di M&A che non per operazioni sui mercati dei capitali/Ipo. Restiamo in attesa delle decisioni di Cdp su Sia dove riteniamo interessante un’eventuale fusione con Nexi grazie alla logica industriale e alle potenziali sinergie”, ha affermato un analista, secondo quanto riporta il quotidiano finanziario.

Articoli correlati