Economia

Che cosa cambia per Nexi e Sia con Worldline-Ingenico

di

Worldline Ingenico

Worldline acquista Ingenico e nasce il quarto gruppo mondiale dei pagamenti, numero uno in Europa. Si accelera in Italia su Nexi-Sia?

 

Worldline acquista Ingenico, attraverso una offerta pubblica di scambio amichevole. La nuova realtà sarà il quarto gruppo mondiale dei pagamenti, numero uno in Europa.

L’operazione accende i riflettori sul risiko del settore pagamenti: Nexi si fonderà con Sia con la benedizione di Cdp? E come? E quando? Andiamo per gradi.

FUSIONE WORLDLINE E INGENICO

Partiamo dai fatti. Secondo quanto annunciato in una nota, i consigli di amministrazione di Worldline, i cui maggiori azionisti sono Atos e il gruppo svizzero SIX, e Ingenico, il cui azionista è Bplfrance, la fusione dei due gruppi francesi. Worldline acquisterà Ingenico attraverso un’offerta pubblica di scambio amichevole.

Il completamento dell’operazione è previsto nel terzo trimestre.

IL PREZZO

Il deal valuta Ingenico circa 7,8 miliardi di euro. Verranno corrisposte 11 azioni Worldline e 160,5 euro ogni 7 azioni Ingenico.

Worldline per acquisire Ingenico prevede una parte in equity e una in cash (81% e 19%), con un premio del 24% sul prezzo dell’ultimo mese. Gli azionisti di Ingenico potranno anche scegliere di ottenere 56 azioni Worldline in cambio di 29 azioni Ingenico e 123 euro per ogni azione Ingenico. L’offerta sarà destinata anche a tutti i possessori del bond Ingenico Oceane: 179 euro per ogni bond o un’offerta mista: 4 azioni Worldline e 998 euro in contanti ogni 7 bond offerti. Il massimo cash out atteso, per pagare in cash sia le azioni che i bond, è di 2 miliardi che verranno finanziati, spiega la nota, con un finanziamento ponte.

PRIMO OPERATORE IN EUROPA

L’acquisto farà del nuovo gruppo il quarto gruppo mondiale dei pagamenti (dietro a Visa, Mastercard e American Express), numero uno in Europa, con un fatturato combinato di 5,3 miliardi di euro (su carta) e 1,2 miliardi di OMDA (operating margin before depreciation and amortization).

Previste sinergie di 250 milioni su base annua nel 2024.

LE NUOVE CARICHE

Il presidente e ceo di Worldline, Gilles Grapinet, sarà il ceo del nuovo gruppo Il presidente di Ingenico, Bernard Bourigeaud, invece, dovrebbe essere nominato presidente esecutivo. Il ceo di Ingenico, Philipe Lazare, è stato rimosso dal suo incarico nel 2018.

BPIFRANCE

Bpifrance (controllata al 50% da Caisse des dépôts et consignations e da EPIC Bpifrance) che detiene il 5,3% del capitale di Ingenico, ha annunciato l’intenzione di aumentare potenzialmente la propria partecipazione in Worldline.

FUSIONE NEXI-SIA IN VISTA?

La fusione tra i due gruppi francesi riaccende i fari sul risiko del settore pagamenti, anche in Italia. Che sia vicina, vista la novità francese, la fusione tra Nexi, quotata da marzo 2019 a Piazza Affari e con una capitalizzazione di circa 5,7 miliardi, e Sia, che da poco a debuttato sul listino di Milano? Sì, secondo gli analisti. “E’ ora possibile che l’attivismo nel settore in Europa possa far aumentare le chance di un’operazione tra Nexi e Sia”, scrive MF-Milano Finanza, che aggiunge che “la scelta degli advisors di Sis da parte di Cdp sarebbe vicina. Tra i nomi vi sarebbero Lazard, Rothschild, Vitale e Evercore”.

“Gli advisor indicati sembrano più appropriati per operazioni di M&A che non per operazioni sui mercati dei capitali/Ipo. Restiamo in attesa delle decisioni di Cdp su Sia dove riteniamo interessante un’eventuale fusione con Nexi grazie alla logica industriale e alle potenziali sinergie”, ha affermato un analista, secondo quanto riporta il quotidiano finanziario.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati