skip to Main Content

Perché si traccheggia sul turismo?

Turismo

Il Recovery fund può essere l’occasione per far ripartire il turismo. Il post di Gianandrea Abbascià per il blog “Economia del gusto”

L’incertezza non renda strutturale la crisi sul fronte turismo. Il Recovery Fund sia anche per questo ambito, la chiave di volta.

Comprendere che il turismo, più che essere un ambito a sé stante, è una sorta di collante è forse il modo più consono per dare slancio alle eccellenti  realtà che lo vedono coinvolto.

Rinnovare, rafforzare, talvolta implementare le infrastrutture, investire in modo strutturale su un progetto comune e condiviso da differenti player garantirebbe linfa vitale per rendere il Turismo un vero volàno per la nostra economia.

Se è vero che tutti stiamo vivendo una fase di profonda crisi e incertezza, e ciò è sotto gli occhi di tutti, è pur vero che la storia ci insegna che un problema può essere trasformato in opportunità, senza però sprecare tempo e sopratutto risorse.

Organismi di rappresentanza/categoria ed istituzioni mettano a fattor comune proprie esperienze e competenze. I numeri generati direttamente e per tramite dell’indotto possono certamente contribuire a tracciare le corrette linee guida, e l’interesse mostrato al turismo in questi ultimi tre mesi lo dimostra. Non ci si può permettere di andare in ordine sparso. L’Italia ha mantenuto nel tempo il suo marchio di qualità e all’estero questo lo sanno benissimo; prova ne è, talvolta, il maldestro tentativo di copiare formule imprenditoriali, specialità culinarie…

È necessario quindi cogliere l’opportunità del Recovery e presentare progetti strategici, ambiziosi, ampiamente trasversali e con tempistiche certe di realizzazione. Risulterebbe che il turismo nel nostro Paese ha incidenza diretta pari al 5% del Pil e del 6% dell’occupazione e che tali percentuali arrivano a toccare il 13% se si considera l’indotto; tradotto, parecchi miliardi di euro e migliaia di posti di lavoro.

Non so se questa potrà essere l’ultima chance o meno, ma vale la pena di non sprecarla!

Un caloroso weekend e viva l’Italia!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore