skip to Main Content

Perché ruzzolano gli utili della francese Axa

Axa

Tutti i numeri sul bilancio 2020 del colosso assicurativo francese Axa che vede gli ultimi in calo.

Le richieste di risarcimenti legati al Covid-19 colpiscono il business di Axa, il colosso assicurativo francese, che chiude il 2020 con una diminuzione dell’utile del 18% su base annua.

La società, seconda del comparto in Europa dopo la tedesca Allianz, ha spiegato — sintetizza Mf/Milano Finanza — che le richieste legate e interruzione di attività e cancellazione di eventi a causa del Covid-19 sono state pari a 1,5 miliardi di euro, in linea con le stime dell’azienda.

Ecco tutti i dettagli.

UTILE IN FLESSIONE PER AXA

Il gruppo assicurativo francese Axa ha registrato nel 2020 un utile netto in flessione del 18% a 3,16 miliardi di euro, che riflette principalmente l’impatto della crisi di Covid-19 e delle ‘misure di solidarietà’ prese dal gruppo, per complessivi 1,5 miliardi di euro.

IN CALO PURE L’UTILE OPERATIVO

L’utile operativo è in calo del 34% a 4,3 miliardi, risentendo in particolare dell’andamento dei costi dei sinistri legati alla pandemia nel Danni e di margini tecnici più deboli nel Vita. Il giro d’affari arretra del 7% a 96,7 miliardi (-1% a tassi di cambio costanti).

GLI INDICI DI AXA

L’indice di Solvency II è migliorato per altro a 200% da 198%. Il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre il versamento di un dividendo di 1,43 euro per azione, lo stesso importo previsto lo scorso anno e poi ridotto a 70 centesimi per via della crisi.

RAMO DANNI

Nei Danni la raccolta premi è aumentata dell’1% a 48,7 miliardi, con un combined ratio in aumento di 3,2 punti al 99,5% sia per le ricadute della pandemia (+3,1 punti), sia per un aumento dei sinistri legati a catastrofi naturali (+0,2 punti).

Il risultato operativo del comparto e’ in calo del 51% a 1,64 miliardi di euro, risentendo soprattutto, sul fronte del Covid, di -1,1 miliardi nell’assicurazione di perdite di gestione e -600 milioni sull’annullamento di eventi.

COMPARTO VITA, RISPARMIO E PREVIDENZA

Nel comparto Vita, Risparmio e Previdenza il gruppo Axa ha segnato nel 2020 una raccolta premi in flessione del 6% a 31,5 miliardi, con un risultato operativo in calo del 7% a 2,33 miliardi. Il volume della nuova produzione è in crescita dell’1% a 5,3 miliardi in termini Ape, con un valore di 2,5 miliardi, in progresso del 4%.

LE ASSICURAZIONI SANITARIE

Nell’assicurazione sanitaria, i premi registrano un incremento del 6% a 14,7 miliardi, segnano una crescita in tutte le zone geografiche, con un combined ratio in aumento di mezzo punto a 94,5% e un risultato operativo in diminuzione dell’1% a 693 milioni.

L’ASSET MANAGEMENT

Nell’asset management, si legge in un’agenzia Radiocor, il gruppo ha registrato un aumento dei ricavi del 4% a 1,26 miliardi, grazie principalmente all’aumento delle commissioni di gestione, in particolare nel segmento Alternativi, legata alla crescita media degli asset in gestione (+8% a 729 miliardi). La raccolta netta è pari a +40 miliardi di euro e il risultato operativo è in crescita del 6% a 279 milioni.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore