Economia

Perché Mediaset barcolla in Borsa?

di

mediaset

Che cosa sta succedendo al titolo Mediaset a Piazza Affari? L’articolo di Andrea Montanari di Mf/Milano Finanza

 

Premessa: la giornata di ieri è stata negativa per tutti i principali listini europei e per la gran parte dei gruppi industriali tradizionali. Così il comparto media-tv ha sofferto come e più di altri. Però è un dato di fatto che a Piazza Affari si sia notata in maniera particolare la performance negativa di Mediaset che dopo essere arrivata a perdere anche il 7,74% nell’intraday, ha archiviato la seduta in calo del 5,97%, perdendo di fatto tutto quello che aveva guadagnato da inizio anno: il saldo è, infatti, passato dal +0,77% di mercoledì al -5,25% di ieri.

Cosa è successo, all’indomani del pronunciamento dell’Antitrust sull’operazione Sky/Mediaset Premium? La novità ha un nome: Blackrock. Il colosso Usa ha comunicato di aver incrementato le vendite sul titolo del gruppo tv controllato (44,1%) dalla famiglia Berlusconi dallo 0,71% allo 0,8%. Una decisione, quella di shortare sul Biscione, che secondo alcuni analisti potrebbe essere poi effettuata da altri hedge fund, a partire da Tower House.

Ma, allargando l’orizzonte oltre-confine emerge che anche a Francoforte c’è chi ha deciso di cambiare idea sul settore televisivo e in particolare su ProsiebenSat.1. E’ di ieri l’annuncio che Millennium International Management ha adottato la stessa strategia di Blackrock (a sua volta detiene il 6,85% del gruppo tv tedesco). Una mossa attuata anche dagli altri hedge Tower House, Kintbury e Paloma Partners. Vendite che hanno pesato sull’andamento del titolo ProsiebenSat.1 che ha perso il 3,21%.

Secondo alcune interpretazioni delle sale operative, le scelte dei fondi sono legate a un raffreddamento dell’opzione di costituzione del polo europeo della tv generalista, avanzato da Mediaset e che, guarda caso, ha nel network tedesco il partner più indicato, seppur il manager della public company sia contrario. Resta il fatto che il management del broadcaster di Cologno Monzese, a partire da Pier Silvio Berlusconi, e l’azionista Fininvest, da più di un anno stanno portano avanti questo piano confermato a più riprese anche se mai, finora, è stato alzato il velo sul progetto arrivato in consiglio d’amministrazione ma mai finalizzato o dettagliato.

Va detto che, come già comunicato da Mediaset, una scelta in qualche modo andrà presa entro il 29 luglio, giorno nel quale verranno approvati i conti del primo semestre e si prenderà la decisione sul dividendo, atteso dal mercato e dai soci, e congelato per dedicare risorse all’operazione internazionale. Affare che potrebbe passare dall’Olanda, dove lo scorso anno è stata costituita la newco Mediaset Investments e che potrebbe prevedere anche lo spin-off delle attività di e-commerce di ProsiebenSat.1.

E se questa pista non potesse essere poi percorribile, la famiglia Berlusconi, che guarda con attenzione anche all’esito delle elezioni Europee di questo fine settimana, dovrà poi valutare le mosse e le intenzioni del secondo azionista, quella Vivendi di Vincent Bolloré con la quale è in atto da due anni una guerra legale ma che potrebbe anche rappresentare l’opportunità per uscire da questa empasse.

(articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza)

Articoli correlati