Economia

Perché il fondo Usa Blackstone s’ingozzerà di farmaci con la giapponese Takeda

di

Takeda BLACKSTONE

La giapponese Takeda Pharmaceutical cederà la controllata di farmaci da banco al fondo di investimento statunitense Blackstone per 1,9 miliardi di dollari. Tutti i dettagli
Takeda Pharmaceutical ha accettato di vendere la sua unità di assistenza sanitaria ai consumatori giapponesi al fondo di investimento statunitense Blackstone per 242 miliardi di yen (1,94 miliardi di euro). Lo ha annunciato il più grande produttore di farmaci del Giappone.

Come sottolinea Bloomberg, Takeda ha ridotto le sue attività di farmaci e prodotti da banco in tutto il mondo mentre cerca di riorientare la sua attività dopo l’acquisizione della società farmaceutica irlandese Shire l’anno scorso.

Le azioni Takeda sono aumentate dello 0,3% a Tokyo lunedì prima dell’annuncio dell’accordo. Questo mese il titolo ha guadagnato il 7,8% grazie alle news secondo cui il gruppo giapponese era prossimo a siglare un accordo.

Tutti i dettagli.

COSA FA TAKEDA CONSUMER HEALTHCARE COMPANY

Takeda Consumer Healthcare Company con sede a Tokyo produce farmaci e prodotti sanitari da banco. Le attività da dismettere (come integratori alimentari, medicinali per il raffreddore) hanno generato circa 60 miliardi di yen (480 milioni di euro) di vendite nell’ultimo anno fiscale. Lo ha comunicato il gruppo Takeda.

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE

Il completamento dell’operazione è previsto entro la fine dell’esercizio in corso di Takeda, il 31 marzo 2021, dopo l’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione competenti.

L’unità, che è stata venduta a un prezzo inferiore al previsto probabilmente a causa dell’impatto della pandemia di coronavirus sulle finanze del gruppo farmaceutico, potrebbe beneficiare della spinta del governo a contenere i costi dell’assistenza sanitaria, anche nella prescrizione di farmaci

IL PIANO DI TAKEDA

Takeda sta riducendo infatti le proprie attività in tutto il mondo per rifocalizzare il business e ridurre il debito dopo l’acquisizione dell’azienda farmaceutica Shire costata 62 miliardi di dollari l’anno scorso.

Da quando ha acquisito Shire, Takeda ha ampliato le sue aree terapeutiche a gastroenterologia, oncologia, neuroscienze, malattie rare e terapie derivate dal plasma. Le sue vendite di asset si sono concentrate sull’abbandono di linee di business che non si allineano con quei focus.

COSA FARÀ BLACKSTONE

Blackstone punta a investire 50 miliardi di yen nel business, con l’obiettivo di uscire dall’investimento in circa cinque anni rendendo pubblica la società. Lo ha dichiarato lunedì Atsuhiko Sakamoto, senior managing director presso il gestore patrimoniale, in un’intervista a Bloomberg.

“Blackstone ha un piano triennale per rafforzare le vendite in Asia dell’azienda giapponese attraverso le sue reti a Taiwan, Cina e Tailandia e per sviluppare e lanciare nuovi prodotti basati sulle sue offerte già popolari”.

Non si tratta del primo investimento nel settore healthcare per il fondo statunitense. Come ha ricordato Bloomberg, quest’anno Blackstone ha speso più di 1 miliardo di dollari in farmaci per ridurre il colesterolo, contro le malattie renali nei bambini e nei dispositivi per i pazienti diabetici.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati