Economia

Pace fiscale, ecco le regioni dove c’è stato il boom. Numeri, confronti e incassi per l’erario

di

Tutti i dettagli su rottamazione ter e “saldo e stralcio” forniti in Parlamento ieri dall’Agenzia delle Entrate

 

Pace fiscale? Sì grazie. E’ la risposta degli italiani come si desume dai numeri forniti ieri in Parlamento dall’Agenzia delle Entrate. Ecco tutti i dettagli.

Sono state oltre 1,7 milioni le domande presentate entro il 30 aprile. Rottamazione ter e «saldo e stralcio» hanno fatto registrare numeri record «rispetto ai precedenti» con 12,9 milioni di cartelle rottamate pari a 38,2 miliardi di euro. I 38 miliardi sono il valore di carico complessivo mentre è pari a 21,1 miliardi la base effettivamente riscuotibile dalla rottamazione ter. Quanto al «saldo e stralcio» l’importo da cui partire è pari a 6,5 miliardi, ha detto ieri in audizione il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore.

I NUMERI DELLE ENTRATE

Una pace fiscale per un milione e mezzo di contribuenti. Che ha riguardato in particolare debiti iscritti a ruolo sotto i 5 mila euro, con pagamenti che nel 90% dei casi sono stati effettuati a rate. Il direttore dell’Agenzia delle entrate, Antonino Maggiore, ieri in audizione in VI commissione al Senato, ha snocciolato i dati delle richieste di adesione agli istituti agevolativi previsti dalla pace fiscale, ricevute entro la data del 30 aprile 2019.

LA MAPPA DELLE REGIONI

A livello regionale al top sono i contribuenti del Lazio (271 mila istanze circa), della Campania (oltre 235 mila richieste), della Lombardia (226.421). Il 41% dei soggetti richiedenti presenta debiti iscritti a ruolo inferiori a 5.000 euro, il 14% da 5.000 a 10.000 euro, il 30% da 10.000 a 50.000 euro e il 15% debiti iscritti a ruolo per oltre 50.000 euro.

I CONFRONTI

Il numero complessivo delle richieste di adesione, così come il numero dei contribuenti, risulta ampiamente superiore rispetto a quello della «rottamazione-bis», che aveva interessato circa 840 mila contribuenti per oltre 950 mila richieste.

LE TIPOLOGIE DI CONTRIBUENTI

Con riferimento alla tipologia di pagamento preferita dai contribuenti, quelli che hanno scelto il pagamento in unica soluzione è pari al 10%, un valore più contenuto rispetto alle percentuali riscontrate nelle precedenti edizioni della rottamazione (23% nella prima e 22% nella seconda).

IL SALDO E STRALCIO

Con riferimento al saldo e stralcio, le cartelle di pagamento interessate dalle domande di ammissione risultano pari a circa 3,5 milioni per un valore complessivo pari a quasi 8,7 miliardi di euro. Con riferimento alla rottamazione-ter, le cartelle interessate dalle domande di ammissione sono oltre 9,4 milioni per un valore complessivo, al netto di somme aggiuntive e interessi di mora maturati dopo la trasmissione dei carichi, di circa 29,5 miliardi di euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati