Economia

Banche, società di consulenza e sciacalli

di

ops intesa ubi

L’intervento di Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi

 

Alcune società di consulenza si comportano da sciacalli, da approfittatori e da speculatori. Questo tipo di comportamenti andrebbero perseguiti legalmente, in quando auspicano licenziamenti, tagli di posti di lavoro e riduzione dei costi tutto a danno delle lavoratrici e dei lavoratori.

Per fortuna, queste aziende non hanno messo il becco né sono state coinvolte nell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo sul gruppo Ubi. E, se lo faranno, nel prossimo futuro li contrasteremo con ogni mezzo.

In passato, del resto, non hanno mai azzeccato una previsione e i loro consigli si sono sempre rivelati sbagliati: i cervelloni delle società di consulenza sono quelli che dopo aver caldeggiato l’acquisto di filiali da parte delle banche, a colpi di milioni di euro, un istante dopo si sono rimangiate tutto, suggerendo di chiudere e razionalizzare la rete di sportelli, col solo scopo di far quadrare i bilanci e gli utili.

Quando si espongono pubblicamente, lo fanno perché vanno a caccia di nuovi contratti con gli istituti di credito. Ma nelle banche ci sono professionalità adeguate e di consigli inutili gli amministratori delegati preparati non hanno bisogno.

In ogni caso, staremo con gli occhi aperti e ci metteremo di traverso se, nelle prossime operazioni nel settore, sarà coinvolto questo tipo di società, una in particolare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati