skip to Main Content

Mediobanca si allea con i francesi di Bnp Paribas per difendere l’italianità di Generali. Gulp

Mediobanca Mediolanum

Come si muove Mediobanca in Generali in vista dell’assemblea dei soci del gruppo assicurativo che eleggerà il nuovo consiglio di amministrazione. Estratto di un articolo di Francesco Bonazzi per Panorama

 

 

Generali non è di chi la comanda. Il 39,78 per cento delle azioni è nei portafogli dei grandi investitori istituzionali, il 23,67 per cento è di piccoli azionisti e solo il 28,78 per cento fa riferimento ai cosiddetti big.

Tra questi, i primi quattro sono Mediobanca con il 12,82 per cento, il gruppo Caltagirone con il 6,56 per cento, il gruppo Del Vecchio con il 5,44 per cento e la famiglia Benetton con il 3,97 per cento.

Il costruttore ed editore romano (tra gli altri, possiede Il Messaggero e Il Mattino) aveva l’1 per cento delle Generali già nel 2008 ed è diventato il secondo azionista singolo già nel 2016, proprio scavalcando Del Vecchio. Insomma, i due non sono esattamente due rider.

Nell’ultimo anno, hanno continuato a comprare azioni fino a investire qualcosa come 5 miliardi e a metà settembre sono usciti allo scoperto comunicando al mercato l’esistenza di un patto di consultazione tra loro, al quale si è presto aggiunta anche la Fondazione Cassa Torino (1,2 per cento), che oggi è al 13 per cento.

E se i Benetton al momento si sono chiamati fuori dalla contesa, va sottolineato che il patto vincola anche le azioni che dovessero essere comprate da qui alla prossima assemblea di bilancio delle Generali, nel corso della quale vanno anche rinnovati i vertici.

La risposta di Nagel è stata sorprendente, almeno per una società non abituata alla finanza acrobatica. Il 23 settembre Mediobanca ha annunciato di aver preso in prestito per circa 8 mesi (quelli che servono per arrivare alla battaglia finale) 70 milioni di azioni Generali, pari al 4,42 per cento del capitale, in modo da arrivare in assemblea con il 17,22 per cento dei diritti di voto.

Insomma, mentre gli altri comprano, Mediobanca affitta e lo fa con capitali francesi, appoggiandosi a Bnp Paribas.

(estratto di un articolo di Francesco Bonazzi per Panorama; qui l’articolo integrale)

Mediobanca ha tolto pubblicità a Panorama per ritorsione. L’editoriale di Belpietro

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore