Economia

Il turismo è un tesoro anche per la Cassa

di

turismo

Il blog “Economia del Gusto” oggi si occupa anche di un’iniziativa sul turismo della Cassa depositi e prestiti


Siamo giunti alla quarta puntata ed è ormai noto che questa rubrica, questo spazio è nato con l’obiettivo di poter trovare spunti di riflessione sulle potenzialità economiche che il Turismo offre e nel contempo apprezzare le diverse bellezze, culturali, paesaggistiche, agroalimentari del nostro Paese; la sua conformazione geografica e la sua storia, possono garantire uno variegato ventaglio di opportunità.

Un approfondito studio è quindi doveroso; uno studio che ci faccia comprendere quali sono le principali leve a vantaggio della competitività del turismo in Italia; sedersi attorno ad un tavolo e ragionare sulle necessità occupazionali, sul fabbisogno di nuove competenze e del ruolo strategico della formazione per lo sviluppo del turismo, sull’implementazione di nuove differenti infrastrutture e conseguenti investimenti strutturali e non ultimo, sull’impatto che il digitale ha sul “mondo” turismo. In pochi km si passa dal mare alle colline, da un lago ad un altro, da un dialetto ad una tradizione e così via. Il nostro Paese ha una forte impronta turistica e certamente un potenziale economico non pienamente “sfruttato”

Piacevolmente sorpreso di notare, come anticipato la scorsa puntata, che il 12 dicembre si è tenuto a Roma il convegno dal titolo “Cdp per il Turismo” promosso da Cassa Depositi e Prestiti, a cui hanno partecipato Fabrizio Palermo – Amministratore Delegato del Gruppo Cdp, Lorenza Bonaccorsi – Sottosegretario al MiBACT, Giorgio Palmucci – Presidente dell’ENIT e Graziano Debellini – Presidente di TH Resorts. Cassa Depositi e Prestiti lancia quindi la “Scuola italiana di Ospitalità”; dal 2020 partiranno i primi corsi di formazione professionale sul comparto Turismo. La Scuola nasce su iniziativa di TH Resorts in collaborazione con Cdp. In occasione del convegno sono stati presentati tre focus su innovazione, occupazione e formazione nel settore turistico, come primo contributo di conoscenza offerto dalla Scuola al comparto turistico del Paese.

“Il settore turistico è strategico per il nostro Paese, da un punto di vista economico e occupazionale”, ha dichiarato l’ad di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo. “Con l’avvio della Scuola italiana di Ospitalità, Cdp rinnova il suo impegno per il turismo ed intende sostenere la tradizione italiana nell’ospitalità con una forte attenzione agli investimenti nel capitale umano. In questo modo potremo offrire agli specialisti del settore la possibilità di acquisire nuove competenze e la continua crescita professionale, fattori chiave per garantire supporto all’innovazione e alla competitività del turismo e per affermare l’eccellenza italiana a livello internazionale”. Si rileva che con il 2020 si avvieranno percorsi riservati al personale esperto, per il 2021 è previsto il lancio di un Master e, successivamente, l’avvio di Corsi di laurea di alta formazione professionale. Un modello di formazione che integrerà la formazione in aula con l’esperienza sul campo.

L’iniziativa presentata da Cdp rappresenta di fatto il faro acceso sul comparto Turismo, nel suo insieme, e ciò fa comprendere come tale ambito richiede attenzione e particolari approfondimenti.

Care Lettrici e Cari lettori, anche per questa settimana, con questi spunti di riflessione, vi saluto, vi Auguro di trascorrere un Sereno Natale e, come sempre, vi attendo sabato prossimo!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati