Economia

Ecco il baratro che si apre dopo il veto tedesco sugli acquisti Bce

di

Bce

Che cosa succederà dopo la decisione della Corte costituzionale tedesca sulla Bce? L’intervento di Giuseppe Spadafora, vicepresidente Unimpresa

Da oggi in poi, questo avvertimento dovrebbe precedere qualunque tipo di dichiarazione ufficiale della Politica e delle Istituzioni economiche. Si salvi chi può!

Con una tempestività machiavellica la Corte costituzionale tedesca pur non spingendosi in un giudizio negativo sull’operato di Draghi che comprava bond come se non ci fosse un domani, da adesso in poi vigilerà e se dovesse venire fuori che l’acquisto di bond va in contrasto alle politiche monetarie tedesche, finisce la festa.

La facciamo passare come una notizia di gossip o vediamo di capire cosa sta succedendo? Perché, nei fatti, l’Italia ancora non ha visto un centesimo dall’Europa? C’è forse qualche oscuro progetto per attendere fino a dicembre e contare i cadaveri degli Stati che non ci arriveranno?

Man mano che il tempo passa ci rendiamo conto della realtà e questa è triste. I decreti vengono disattesi dalle banche, come largamente avvisato prima che ciò accadesse, e le imprese soldi non ne prendono.

Mancano i soldi per la cassa integrazione. Non hanno potuto coprire i costi dei 600 euro tanto pubblicizzati. Con gli ex studi di settore ci ritroveremo a pagare più tasse di prima anche se non abbiamo lavorato.

Se poi a questo ci aggiungi 400 tra delinquenti e mafiosi fatti uscire dalle carceri, credo che il quadro sia completo.

Facendo un riassunto, l’Italia si trova in mezzo ad una guerra economica che vede coinvolti Cina, Stati Uniti e Germania. Non possiamo lavorare e non abbiamo soldi per arrivare a fine mese e l’Europa sondi non ne dà! Quindi? Aspettiamo. Aspettiamo e comunichiamo con costruzioni perifrastiche (siamo in procinto di.., siamo in via di..  siamo sul punto di.. stiamo per..).

Stranamente a maggio del 1873 le banche europee e americane caddero all’improvviso per fatti simili a quelli di oggi. Anche politicamente ci sono delle analogie.

Il Populismo esisteva anche a quei tempi e se in quel caso fu il prezzo del grano a determinare la caduta delle borse (non avendo più valore) nel caso di oggi il prezzo del petrolio ci ha messo del suo (non avendo più valore).

Vedremo come risponderanno le borse dopo le dichiarazioni della Suprema corte tedesca. Quello che è sicuro è che come avvenne nel 1893, la risposta delle imprese diede vita a una serie di processi che stravolsero l’economia aprendo al capitalismo organizzato e al modello di banca a sistema misto, commerciale/d’affari.

Quello che oggi è sicuro è che le imprese dovranno trovare (da sole) un nuovo modello di organizzazione che darà vita ad un nuovo modello di economia meno globalizzata ma probabilmente più polarizzata verso grandi gruppi che sempre di più si sostituiranno ai processi decisionali dei governi, facendo prevalere l’interesse economico all’interesse sociale.

E Germania ed Olanda sono chiari esempi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati