Economia

Ecco chi strattona Leonardo-Finmeccanica su Piaggio Aero

di

Sindacati allineati con il governo su Piaggio Aero? È quello che emerge da una dichiarazione che arriva dalla Uil. Ecco tutti i dettagli e le ultime novità.

CHE COSA HA DETTO LA UILM A LEONARDO-FINMECCANICA

Nessuno “spezzatino” per Piaggio Aerospace ma univocità di produzione. A chiederlo, a margine del consiglio regionale della Uilm che si è svolto a Genova, il segretario Rocco Palombella. “Pensiamo sia un’occasione importante da parte di Leonardo di potersi assumere la responsabilità di gestione di un’azienda così importante. Riteniamo che non ci possano essere divisioni o spezzatini, ma l’univocità della produzione”.

CHE COSA HA DETTO PROFUMO DI LEONARDO-FINMECCANICA

Leonardo-Finmeccanica nelle settimane scorse si era detta interessata solo alle attività di manutenzione dei motori ma pronta ad intervenire sul fronte occupazionale guardando alle professionalità da poter trasferire nel gruppo leader italiano dell’aerospazio, difesa e sicurezza (qui l’approfondimento di Start Magazine). Una posizione, quella espressa dal capo azienda del gruppo ex Finmeccanica, Alessandro Profumo, distonica rispetto allo stesso bando di gara allestito dal commissario di Piaggio Aerospace (qui l’approfondimento di Start Magazine).

GLI OBIETTIVI DEL GOVERNO E DEL COMMISSARIO DI PIAGGIO

L’auspicio della Uil di fatto asseconda le volontà del governo. Piaggio Aerospace deve andare sul mercato intera, forte delle capacità progettuali. E forte anche delle commesse statali che dovrebbero arrivare nelle prossime settimane, quelle militari decise forse dalla Difesa in un documento che sarà pubblicato il 15 giugno. E’ questo il piano per il rilancio di Piaggio Aero che il vicepremier e ministro per le Attività Produttive Luigi Di Maio ha illustrato nei giorni scorsi al commissario Vincenzo Nicastro e ai sindacati durante una visita allo stabilimento di Villanova D’Albenga (Savona). Il gruppo ha 1.100 addetti anche in altre sedi, di cui 500 in cassa integrazione.

L’OFFERTA DI AVIO AERO PER PIAGGIO AEROSPACE

Intanto emergono altre aziende interessate a Piaggio: d’altronde sono 39 le offerte ricevute dall’azienda ora commissariata. Avio Aero, business di General Electric Aviation che opera nell’aeronautica civile e militare, ha annunciato – come ha scritto L’Economia del Corriere della Sera – di aver presentato un’offerta a Piaggio Aerospace entro i termini previsti (15 maggio) relativa alla parte motori, che occupa circa 300 dipendenti, per una ripartizione intelligente delle risorse. Infatti, la società ligure guidata da Renato Vaghi è in amministrazione straordinaria da dicembre, e rischia di perdere oltre 1000 posti di lavoro.

CHE COSA HA DETTO PROCACCI DI AVIO

Se la proposta depositata dal Ceo di Avio Aero Riccardo Procacci andasse in porto, l’azienda di Savona potrebbe avvalersi di una collaborazione industriale per quanto riguarda la divisione motori. Secondo quanto affermato da Procacci, l’offerta avanzata a Piaggio Aerospace rientra in un piano di crescita che prevede volumi di produzione in aumento del 50% in Italia nel prossimo quinquennio, che la società di General Electric vorrebbe condividere con un partner.

LEONARDO-FINMECCANICA TRA LEGA E MOVIMENTO 5 STELLE. FATTI, NOMI E INDISCREZIONI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati