Economia

Che cosa venderà Mps

di

mps

Tutti i piani del Monte dei Paschi di Siena (Mps) sulle dismissioni

Mps è pronta a lanciare la prima operazione di derisking del 2019.

TUTTI I PIANI DEL MONTE DEI PASCHI DI SIENA (MPS)

Secondo quando risulta a MF-Milano Finanza, l’istituto potrebbe cedere a breve due pacchetti di crediti unlikely to pay dal valore nominale di circa 500 milioni. Il primo dovrebbe arrivare sul mercato nel corso della prossima settimana, mentre per il secondo potrebbe essere necessario attendere sino all’inizio di marzo. Si tratterebbe della maggiore operazione di questo genere promossa finora, un deal che farebbe il pari con quello da 420 milioni lanciato nella seconda metà dello scorso anno (Project Alpha2).

CHE COSA STA FACENDO MPS

Va detto che finora Mps ha ceduto gli utp prevalentemente uno per uno (la cosiddetta modalità single name) per meglio massimizzarne il valore e raggiungere gli investitori con il profilo ideale per lavorare gli stock. Un modus operandi simile a quello adottato finora da Unicredit che sta mettendo sul mercato tanti piccoli stock. Ora però la banca ha deciso di intensificare l’attività e procedere a cessioni in blocco per imprimere un’accelerazione al derisking.

ECCO I PROSSIMI PASSI DI MPS

Tanto più che entro la fine dell’anno dovrà essere ceduto uno stock di utp fino a due miliardi di valore nominale. Operazioni che si andrebbero a sommare a quelle realizzate lo scorso anno: nel 2018 la banca ha ceduto circa 29 miliardi di crediti deteriorati per effetto delle cessioni di sofferenze (27 miliardi) e della riduzione delle inadempienze probabili (2,3 miliardi). A fine anno il tasso di copertura era al 53,1% (sofferenze al 62,4%) con un costo del credito a 72 punti base.

CHI SONO I POTENZIALI ACQUIRENTI

Quanto ai potenziali acquirenti dei nuovi portafogli destinati alla cessione, è possibile che in lizza ci siano alcuni dei soggetti che hanno partecipato agli ultimi processi. A partire dalla cordata Aurora Recovery Capital-Gwm e da quella Frontis-Algebris che si erano aggiudicati il portafoglio Alpha2 all’inizio di quest’anno. Alla gara potrebbero partecipare anche i gruppi statunitensi Fortress e Cerberus e il fondo Bain Capital Credit.

ECCO LE NOVITA’ SUGLI IMMOBILI

Novità importanti sono attese anche sul fronte degli immobili: Mps potrebbe presto ricevere le offerte per il pacchetto da circa 600 milioni di euro messo sul mercato nei mesi scorsi. Il processo, seguito dall’advisor Duff & Phelps Reag, riguarderebbe soprattutto le filiali chiuse nell’arco del piano di ristrutturazione e altre strutture di proprietà della banca. Non è escluso peraltro che su una parte del portafoglio possano essere applicate soluzioni di sales & lease back, come hanno fatto altri istituti di credito negli ultimi anni.

L’ELENCO DEI PALAZZI

Nell’elenco di palazzi ci sarebbero la sede storica a Milano, in via Santa Margherita, oltre a edifici storici a Roma e Firenze. Per quanto riguarda i potenziali compratori, sul mercato si fanno i nomi di Blackstone, Starwood, Tristan Capital Partners, Lonestar, Apollo e Cerberus. Sempre sul fronte delle cessioni, resta sul mercato la piattaforma di Information Technology per la quale però non ci sono novità di rilievo in queste prime settimane dell’anno.

 

Articolo pubblicato su MF/Milano Finanza

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati