Economia

Def, ecco la bozza

di

Dpcm

Tutti i dettagli sul Def secondo quanto emerge dalla bozza

 

Nel 2021 la crescita sarà del 4,5%. Questa la stima del Pil che il governo si appresta ad approvare con il Def. Si parte da un Pil tendenziale a +4,1% sempre nel 2021.

E’ a doppia cifra, secondo quanto emerge dalla bozza del Def, il deficit per il 2021 che il governo prevede con il Def, oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri.

L’indebitamento netto vola infatti all’11,8% – dal 9,5% del 2020 – visto il rallentamento della crescita e soprattutto per effetto del doppio scostamento di bilancio.

Dall’inizio di quest’anno è stato già autorizzata una prima tranche di extradeficit da 32 miliardi, che si è tradotta nel decreto Sostegni, e ora il governo si appresta a chiedere l’autorizzazione per circa 40 miliardi per finanziare un nuovo decreto anti-crisi e investimenti aggiuntivi complementari al Recovery Plan.

Uno scostamento da 40 miliardi e una linea di finanziamento complementare al Recovery Plan da circa 30 miliardi per dare una spinta aggiuntiva all’economia e riuscire a riportare il deficit sotto il 3% nel 2025.

Sono, secondo quanto si apprende, alcune delle decisioni assunte dal Consiglio dei ministri che ha varato il Documento di economia e Finanza e la nuova richiesta di extraindebitamento da inviare al Parlamento per l’autorizzazione.

BOZZA DEF

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati