skip to Main Content

Cos’è Evergrande, perché è importante e cosa faranno le autorità cinesi

Evergrande

Alle origini del caso Evergrande, cosa succede ora? L’analisi di Althea Spinozzi, senior fixed income strategist per BGSaxo

COS’E’ EVERGRANDE E PERCHE’ E’ IMPORTANTE?

Evergrande è il secondo più grande imprenditore edile della Cina, che si è rapidamente convertito da “società immobiliare di maggior valore al mondo” nel 2018 a “società più indebitata del mondo” di recente. Per alimentare la crescita nel corso del rally immobiliare cinese, la società ha aumentato significativamente la propria leva finanzIaria. Non sapeva che avrebbe dovuto affrontare la pandemia di Covid-19 e un rallentamento a lungo termine del mercato immobiliare cinese, provocando un rapido deterioramento dei fondamentali della società. Quest’anno, una stretta sui debiti ha portato a insolvenze nei pagamenti dei fornitori, mettendo l’azienda a rischio di default.

Il mercato cinese si deve misurare con un fatto: Evergrande è un punto di riferimento per il settore immobiliare con oltre mille progetti in tutto il paese e passività totali di oltre 300 miliardi di dollari. Un default pone problemi di finanziamento alle società immobiliari cinesi e al settore bancario cinese, che ha inevitabilmente aumentato l’esposizione al gigante immobiliare nell’ultimo decennio. Come indicato da Citigroup, gli imprenditori edili cinesi avranno problemi a rifinanziare il debito nel mercato onshore a causa della bassa domanda. Anche il rifinanziamento nel mercato offshore sarebbe impraticabile a causa del recente aumento dei costi di finanziamento per le società cinesi ad alto rendimento in USD. Secondo gli indici Bloomberg Barclays, i rendimenti sono passati da circa l’8% di maggio al 13,70%, il livello più alto da marzo 2020 quando la pandemia di Covid-19 stava colpendo il mercato.

Il mercato immobiliare attraverserà senza dubbio un periodo di aggiustamenti poiché il crollo di Evergrande potrebbe sopprimere i valori delle proprietà. Tuttavia, non ci aspettiamo che il governo tolleri un crollo in piena regola poiché più di tre quarti della ricchezza delle famiglie in Cina è limitata nel mercato immobiliare. Anche le banche saranno vulnerabili in caso di default di Evergrande. Vedrebbero i loro bilanci deteriorarsi a causa di un aumento dei prestiti in sofferenza.

COSA SAPERE RIGUARDO ALLE OBBLIGAZIONI EVERGRANDE?

Questo paragrafo si può aggiornare o è meglio eliminarlo del tutto? Si, da tenere

Il trading di obbligazioni onshore di Evergrande è stato sospeso di recente.

Una sospensione delle contrattazioni è servita ad informare tutti gli investitori del downgrade della società ad A da AA, che per China Chengxin International è il rating di investimento più basso. Quando una società ha un rating inferiore ad AA, le obbligazioni devono essere negoziate tramite la piattaforma bid-ask e block anziché l’asta. È una mossa che impedisce ai piccoli investitori di fare investimenti speculativi. Le cose sono diverse per le obbligazioni offshore in dollari USA, che scambiano circa 25 centesimi sul dollaro. La prima obbligazione a maturare è l’Evergrande 8,25% marzo 2022 (XS1580431143). Sebbene la società non abbia obbligazioni in scadenza quest’anno, la società avrebbe dovuto effettuare pagamenti di interessi questa settimana di $ 83,5 milioni per le obbligazioni offshore e e $ 36 milioni per le obbligazioni onshore. Le speranze di pagamento sono ora svanite poiché le autorità cinesi hanno detto ai finanziatori di non aspettarsi il pagamento degli interessi la prossima settimana. Inoltre, la compagnia ha mancato il pagamento degli interessi sui prestiti societari questo lunedì.

I POSSIBILI SCENARI

1. Ristrutturazione. Questa sarebbe l’opzione migliore per gli investitori, anche se gli analisti si aspettano che il debito in dollari USA subisca un “haircut” di circa il 70%.

2. Liquidazione. Questo sarebbe un incubo totale. Ci vorrebbe molto tempo per liquidare tutte le attività e gli investitori azionari probabilmente non riceverebbero nulla.

COSA POSSIAMO ASPETTARCI DALLE AUTORITA’ CINESI?

Quello che non dobbiamo aspettarci è che il governo cinese salvi l’azienda. Durante lo scorso anno, Pechino ha permesso a diverse imprese statali di fallire, mostrando un cambiamento di mentalità riguardo ai default. In passato, si presumeva che il governo avrebbe avviato un piano di salvataggio se un’impresa statale fosse fallita. Quest’anno il governo ha dimostrato di intervenire solo se viene identificato il rischio di contagio, come quello a cui abbiamo assistito quest’anno con Huarong Asset Management. Il default di Huarong aveva il potenziale per scuotere tutta l’economia; ecco perché è stato stipulato un accordo con Critic Group e altri investitori statali per iniettare $ 7,7 miliardi nella società.

Nel caso di Evergrande, non sembra che il governo sia disposto a intervenire. In primo luogo, Pechino vuole garantire una crescita sostenibile nel settore immobiliare, eliminando le società sovraindebitate. In secondo luogo, un salvataggio di 300 miliardi di dollari trasferirebbe solo il debito da Evergrande al governo, producendo volatilità nel mercato dei titoli di stato cinesi. Il governo può cercare di rendere il default il più indolore possibile incoraggiando le estensioni del debito e spingendo i comitati di credito, ma un salvataggio non sembra probabile.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore