Economia

Come il Coronavirus ha contagiato il turismo

di

turismo

Il blog “Economia del gusto” di Gianandrea Abbascià

La paura del contagio ha di fatto contagiato anche il turismo. Trovare le parole giuste in questo momento non è semplice. Tutto il mondo da due mesi a questa parte sta vivendo una situazione quasi surreale; anche i Paesi non direttamente interessati ne sono parte attiva e coinvolta. Non solo il virus ha generato una situazione di crisi globale, ma anche l’informazione e la diffusione di notizie ha fatto la sua parte. Il risultato, allo stato attuale, è un generalizzato clima di ansia e panico da incertezza. Nelle zone direttamente interessate la gente esce poco, “meno mi espongo, meglio è”; mascherine e prodotti disinfettanti sono andati a ruba.

Di conseguenza, il turismo sta subendo colpi su colpi e, quasi come un pugile, cerca di pararne i colpi ma da solo non può reggere. Cancellazioni che via via aumentano, turisti che vengono “rispediti” nel loro paese d’origine perché potenzialmente portatori di chissà cosa; Paesi che diramano comunicati sconsigliando di non viaggiare verso taluni Paesi. Ne deriverà un impatto devastante, cosa che ahimè è già in essere. Il Salone del Mobile ha subito uno slittamento di un paio di mesi: allarme rosso! Insomma la situazione che via via si è definita è più e meno questa.

Gli organismi competenti stanno correndo ai ripari cercando di confortare l’opinione pubblica ma, in alcuni ambiti, specie come quello del turismo, le rassicurazioni valgono sino ad un certo punto. È un po come un ristorante; può lanciare la campagna di comunicazione più bella e accattivante che esiste ma se il cliente, a fronte di una certa notizia, non gradisce andare più in quel ristorante il meccanismo si inceppa e recuperare la sua fiducia comporterà uno sforzo quadruplo. È opportuno affrontare ora la situazione con estrema delicatezza; un coordinamento stretto e ben strutturato. Sono certo che con una presenza importante come quella di AgeNT, la situazione non sarebbe stata certo risolta, ma quanto meno si sarebbe ottenuto un risultato di contenimento.

Mettere in ginocchio il turismo – attenzione non è in discussione il fatto che qualcuno scientemente abbia voluto farlo – vuol dire mettere in ginocchio un intero sistema economico; perché, piaccia o no, direttamente o indirettamente, un infinito numero di attività è collegato al Sistema Turismo!

Ci rivedremo sabato prossimo, con la speranza di iniziare a vedere ciò che sta accadendo voltandoci e osservando come quel qualcosa che è accaduto ma che via via si sta allontanando; sono certo che il nostro bel Paese ci sorprenderà!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati